Dom05222022

Aggiornamento:09:58:56

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada e fuoristrada 6 novembre 2021

News da ciclismo su strada e fuoristrada 6 novembre 2021

4Q0A000105 12 0007 Pescantina Vr Pres Diego Zoccatelli Fci Photo Cailotto

 

 

IL BILANCIO DEL COMITATO PROVINCIALE FCI VERONA

Il Comitato provinciale di Verona archivia con soddisfazione la stagione: 100 gare organizzate in tutte le specialità e categorie, un movimento di 3300 persone tra atleti e dirigenti, 70 società affiliate sono dati che confermano la bella tradizione del ciclismo veronese. Per la pista, in particolare, va sottolineato che Verona, con cinque riunioni al velodromo di Pescantina, compresi i campionati regionali, ha svolto la metà di tutta l’attività del Veneto, trovando soddisfazione anche nei risultati con un titolo italiano e 13 regionali. “Del resto – sottolinea il presidente Diego Zoccatelli – qui hanno cominciato Viviani e Scartezzini, oro e argento ai recenti Mondiali e le nostre società portano volentieri ragazzi e ragazze al velodromo per il quale, tra l’altro, il Comune di Pescantina ha previsto un progetto di ristrutturazione”. Rimarcato “le capacità del responsabile tecnico del Centro pista Pescantina, Simone Contin”, Zoccatelli ricorda la “peculiarità di Verona che organizza, da decenni, dei Gran premi, sostenuti da amici sponsor, che favoriscono la promozione del nostro sport e la presenza delle società alle gare del nostro calendario”. Verona è la provincia veneta con il maggior numero di Giovanissimi tesserati, ben 857, pari al 33 per cento dei 2550 tesserati nel Veneto. Zoccatelli avverte che “il numero è spalmato tra tutte le discipline, grazie alla crescita esponenziale che hanno avuto le società di mountain bike e bmx”. Da questi dati, nasce una riflessione: “Il ragazzo che va in bmx fa un giro di pista, questione di pochi secondi, invece gli allenamenti dei Giovanissimi su strada durano un’ora, spesso monotona e il bambino non è attratto. Su strada, inoltre, il problema è dato dal troppo agonismo e dall’eccessiva pressione dei genitori, invece in bmx e mtb l’approccio è più soft e più divertente. A mio avviso, se i primi tre anni da Giovanissimo fossero riservati solo a bmx e mtb, avremmo poi ragazzi con abilità motorie migliori. Vedo, tra l’altro, che i ragazzi che provengono dalla mountain bike sono più portati a gare impegnative nelle categorie allievi e juniores. A livello professionistico, sempre più emergono atleti provenienti da queste due discipline”. Il Comitato provinciale ha “un buon rapporto con Provincia e Prefettura”, organizzerà in inverno corsi per direttori di corsa e aggiornamenti per direttori sportivi, a fine stagione proporrà una manifestazione che coinvolgerà genitori e figli (in una cronometro a due), si impegnerà presso l’Amministrazione comunale di Negrar perché, dopo due anni di assenza, torni l’internazionale Palio del Recioto, ed ha elaborato un progetto “per poter organizzare noi come Comitato provinciale le gare quando ci sono buchi nel calendario”. Per riuscirci, c’è bisogno di sostegno ed ecco che, considerante anche l’ingente mole di lavoro che si svolge a Verona (un terzo dell’attività nel Veneto; nel 2020, l’anno della pandemia, è la provincia che ha organizzato più gare nel Veneto, se non in Italia, e nel 2021 è seconda solo a Treviso), il Comitato provinciale confida in un sostegno da parte del Comitato regionale per l’acquisizione del materiale necessario (che sarebbe poi messo a disposizione gratuitamente delle società).

 

 

RAVASI PEDALA CON I SUOI TIFOSI

Il corridore professionista del team Eolo Kometa Edward Ravasi (foto Giordano Azzimonti) ha dato appuntamento ai suoi amici e sostenitori per domenica 7 novembre. L’atleta del Varesotto, originario di Besnate, ha infatti organizzato la “Around the Lake by Eddy Ravasi”, una pedalata libera a tutti sulle strade che costeggiano il lago di Varese. 27 chilometri da percorrere in tranquillità e amicizia in una giornata autunnale che si annuncia baciata dal sole. Non è prevista nessuna quota associativa nel programma che prevede il ritrovo alle ore 10.30 presso il “ Village Grill & Kitchen”, in via Al Gerett Varese ( sulla strada tra Capolago e Schiranna), e la partenza alle ore 11. Chi volesse fermarsi con Eddy Ravasi dopo la pedalata al “Village Grill & Kitchen” può farlo contattando Edward Ravasi e prenotando sui propri canali social (Facebook o Instagram) entro sabato 6 novembre.

 

TOP GIRLS FASSA BORTOLO

La rosa della Top Girls Fassa Bortolo è quasi al completo dopo la conferma di ben sei delle atlete che hanno vestito la maglia della storica formazione trevigiana in questa stagione. Alle già annunciate Palazzi e Tonetti, quindi, si aggiungono le confermate Bariani, Marturano, Michieletto, Monticolo, Silvestri e Vettorello. Si tratta di un mix di esperienza e gioventù, conferme importanti che mantengono intatta l’ossatura di base della squadra e dimostrano, pertanto, la bontà del progetto di Lucio Rigato. L’idea del team di Spresiano è quella di continuare a guidare queste ragazze nel loro processo di crescita, iniziato nelle scorse stagioni e portato avanti egregiamente nonostante le difficoltà degli ultimi due anni. Lucio Rigato, direttore sportivo e team manager: “Confermare buona parte della squadra di quest’anno era uno dei nostri obiettivi. Inoltre, avere la fiducia di queste ragazze per un altro anno è per noi motivo di grande orgoglio perché ci dà conferma che quanto fatto in questi ultimi anni andava nella direzione giusta. Siamo molto fiduciosi per il 2022, il calendario è ricco di gare e siamo convinti che le nostre ragazze sapranno farsi valere su tutti i terreni. Avremo una squadra equilibrata, adatta a diversi tipi di gare e cercheremo, come sempre, di sfruttare la forza del gruppo per ottenere il meglio possibile ogni volta che scenderemo in strada”.

 

 

DP66 GIANT SMP A NALLES PER IL TROFEO TRIVENETO

Se Sara Casasola, Alice Papo, Carlotta Borello, Lisa Canciani e Davide Toneatti difenderanno i colori azzurri agli Europei di Col du Vam, anche gli altri alfieri della DP66 Giant SMP saranno attesi nel week end da un impegno agonistico importante. Sabato e domenica la formazione del presidente Michele Bevilacqua parteciperà al 2° Trofeo CX Nalles, gara nazionale e quarto atto del Trofeo Triveneto Ciclocross. Una challenge in cui gli atleti diretti da Achille Santin stanno ben figurando, come confermano le tre maglie di leader di categoria e il primo posto nella classifica delle società. «Inoltre la prova permetterà agli atleti di guadagnare punti nel ranking nazionale e darà loro una chance di convincere il ct della nazionale in vista delle prossime prove di Coppa del Mondo. La stagione, infatti, non termina con gli Europei», spiega il tecnico di Jesolo. Riflettori quindi puntati sulle gare delle categorie internazionali, in programma sabato 6 novembre. Nalles è una tappa importante per gli junior Tommaso Tabotta (nella foto) e Tommaso Cafueri. Tabotta può riprendere la maglia di leader del Triveneto e confermare la condizione che gli ha permesso di chiudere quarto a Brugherio e settimo al Guerciotti; palcoscenici internazionali in cui si è messo in mostra anche Tommaso Cafueri, a sua volta chiamato a ottenere un risultato eclatante. Cercherà di risalire in classifica generale anche Alessandro de Parè, al momento undicesimo. Al via sabato anche la junior Gaia Santin, a caccia della terza vittoria nel circuito, gli under 23 Tommaso Bergagna, Manuel Casasola, Riccardo Costantini ed Elisa Rumac, l’elite Alberto Cudicio e i master Thomas Felice e Marco Del Missier. Domenica spazio ai giovani che tante soddisfazioni stanno regalando alla DP66 Giant SMP. Tra le allieve, Martina Montagner e Nadia Casasola proseguiranno il loro testa a testa con Bianca Perusin, vincitrice a Motta di Livenza, pronta a inserirsi nel duello. Sfida in famiglia anche tra le esordienti (nella foto), con Annarita Calligaris, Julia Magdalena Mitan, Nicole Canzian, Camilla Murro e Carlotta Petris ai primi cinque posti della classifica. Tra gli allievi Stefano Viezzi e Andrea Montagner, dopo l’uno due di Motta di Livenza, possono ulteriormente migliorare la loro classifica generale, che li vede al quinto e al nono posto. Insomma a Nalles si vedrà una DP66 quasi al completo per rafforzare il primo posto tra le società. «Mancheranno solo Marco Pavan, che disputerà in provincia di Alessandria il 26° Ciclocross di San Martino, l’esordiente Camilla Murro, che resterà a riposo, e la junior Romina Costantini, sempre più vicina al rientro in gruppo dopo aver risolto i suoi problemi fisici», chiude Achille Santin.

 

VO2 TEAM PINK

VO2 Team Pink sotto i riflettori sabato 20 novembre a Nembro (Bergamo) nella serata di gala dei “BICITV Awards 2021”, l’evento dedicato al movimento giovanile organizzato da Giorgio Torre e Valerio Villa di BICITV per il settimo anno ospitato dall’Auditorium del paese bergamasco. Durante la serata di premiazione saranno celebrati e premiati i vincitori delle BICITV Charts, le classifiche nazionali maschili e femminili. Nel settore strada, doppietta per le “panterine”, che hanno dominato la scena nella categoria Donne Juniores vincendo i premi come miglior squadra e come miglior atleta, riconoscimento quest’ultimo andato all’ossolana Francesca Barale. Il tutto in classifiche che nel corso degli anni hanno visto trionfare atleti del calibro di Alessandro Covi, Giovanni Aleotti ed Elisa Balsamo.

 

NUOVA CICLISTICA PLACCI - PREMIO ROTONDA DI BADOERE

La Nuova Ciclistica Placci 2013 ha ricevuto a Badoere di Morgano, in provincia di Treviso, il prestigioso Premio Rotonda di Badoere, giunto alla 27° edizione. La cerimonia si è tenuta sabato 30 ottobre e il premio per la miglior organizzazione è stato assegnato alla società sportiva romagnola presieduta da Marco Selleri, che insieme a Communication Clinic di Marco Pavarini ha dato vita al gruppo Extragiro, organizzatore dei Campionati del Mondo di ciclismo Imola – Emilia-Romagna 2020 in soli 21 giorni. La cerimonia, rinviata a causa del protrarsi della pandemia a dicembre 2020, si è svolta nella storica Filanda e Tessitura della famiglia Colombo, nel centro cittadino della località trevigiana nota per la sua suggestiva “Rotonda”, un lungo porticato semicircolare (tra i più rilevanti esempi architettonici del periodo delle ville venete) dove in passato numerosi grandi campioni del ciclismo si sono sfidati. Tra le premiazioni, anche quelle per il CT della Nazionale pista Marco Villa, al direttore sportivo Stefano Franco (Triveneto) e al noto giornalista sportivo Beppe Conti. A guidare il sodalizio organizzatore del Premio, il Sindaco Daniele Rostirolla ed il presidente dell’Uct Montebelluna, Giovanni Zanatta. «Siamo molto onorati di questo riconoscimento – è stato il commento di Marco Selleri, presidente della Nuova Ciclistica Placci 2013, dopo aver ritirato il premio – che gratifica anche tutti i soggetti e le persone, professionisti e volontari, che hanno scelto di lanciarsi insieme a noi nella sfida di organizzare i Campionati del Mondo di ciclismo, in pochi giorni e nel corso di una pandemia, sul solco di quanto già realizzato da ExtraGiro anche in precedenza: sviluppare progetti legati alla bicicletta per promuovere – e far ripartire – i territori coinvolti, attraverso uno sport e un mezzo di trasporto che si integrano alla perfezione con gli obiettivi che la società contemporanea è chiamata a seguire in termini di vita attiva e di sostenibilità ambientale». ExtraGiro, partito dalla collaborazione tra Nuova Ciclistica Placci 2013 e Communication Clinic per l’organizzazione di gare come il Giro d’Italia Giovani Under 23, è oggi un gruppo che ha l’obiettivo di favorire la ciclabilità nei territori e comunicarla nel modo più efficace: un’officina 2.0 di persone, prodotti e progetti che ruotano intorno alla bicicletta, legati alla valorizzazione dello sport e alla mobilità sostenibile, al centro della trasformazione green della nostra società.