Dom05192024

Aggiornamento:10:19:10

Back Aziende informano Biciclette Kuotacycle presenta il progetto Kuota Lab

Kuotacycle presenta il progetto Kuota Lab

Khan-Androni

 

 

#KuotaLab è il nuovo progetto di casa #kuotacycle che vede la sua prima applicazione pratica nei nuovi Khan consegnati al Team professionistico Androni. Si tratta di un importante sviluppo tecnico legato al miglioramento di alcune caratteristiche del prodotto destinato al ciclista professionista e all’appassionato più esigente in cerca di un mezzo decisamente fuori dall’ordinario. La spiegazione del nuovo concept arriva direttamente da Maurizio Canzi che guida l’azienda di Villasanta. “Crediamo che il peso non sia l’unico elemento sinonimo di performance.

Per questo motivo abbiamo voluto migliorare importanti dettagli legati alla riduzione degli attriti del mezzo. Grazie alla collaborazione con qualificate aziende del settore, saremo in grado di proporre una serie di componenti ad altissimo valore tecnologico: movimenti in ceramica e trattamenti superficiali di ultima generazione delle catene saranno solo alcune delle particolarità del nuovo progetto. Si tratta di componenti speciali utilizzati per l’upgrade delle nostre bici. Attenzione è posta anche alla componentistica, come la sella monoscocca in carbonio e le guaine in alluminio”. Questi concetti sono a disposizione del team di Gianni Savio che vede Oscar Gatto e Franco Pellizzotti tra i capitani. Nel dettaglio si tratta di Khan una specialissima in carbonio ad altissimo modulo che arriva a pesare 6,4 kg nella taglia L. Un ringraziamento doveroso va ai partner tecnici come Dedaelementi, Rotor, KMC catene e Vittoria gomme.

Khan

LA BICI DEL TEAM ANDRONI: Il Khan si mette in evidenza per le sue eccellenti geometrie. Di fatto abbiamo ottenuto prestazioni senza eguali, utilizzando nuove fibre di carbonio 1K ad altissimo modulo e, soprattutto, sono stati applicati nuovi concetti di laminazione. Innovativo il carro posteriore e la forcella. Il progetto è stato sviluppato per migliorare l’assorbimento delle vibrazioni mantenendo le elevatissime caratteristiche di rigidità torsionale tanto apprezzate dai professionisti che hanno contribuito a sviluppare e testare il prodotto. Il risultato è entusiasmante.

 

Comunicato Stampa a cura di Pietro Illarietti