Mer12112019

Aggiornamento:06:09:55

MTB

Mirko Celestino si conferma Re del Montello

Volpago del Montello (TV) – “Una vittoria bellissima e ricca di significato perché giunta dopo un lungo periodo di digiuno proprio sullo stesso percorso che negli ultimi anni mi ha regalato tante emozioni. Una vittoria che dedico al mio team, agli sponsor ed in particolare al nostro patron Enrico Carminati al quale ho confezionato proprio un bel regalo per il suo compleanno!” Con queste parole Mirko Celestino esterna tutta la sua felicità per essersi aggiudicato la Terre Rosse – GF Del Montello che una volta di più si conferma essere territorio di conquista per il capitano dell’Avion Axevo MTB Pro Team.
Nel 2008 l’esordio di Celestino in mountain bike proprio al Montello e subito la b. Nel 2009 si ripete conquistando il titolo tricolore marathon, poi l’argento all’europeo del 2010 ed il bronzo mondiale nel 2011. I single track della Terre Rosse sono un trampolino di lancio per Mirko Celestino che nel corso delle tre tornate di 30km ciascuna non fa altro che attendere il momento migliore per l’attacco decisivo, attacco che avviene a pochi kilometri dal traguardo quando saluta la compagnia e s’invola in solitaria verso il traguardo dove giunge a braccia alzate.

Sarnano incorona il solitario Lorenzo Pierpaoli

Sarnano (MC) - La severa e suggestiva maratona di 50 km (dai 539 m. di Sarnano ai 1.520 m. di Pizzo Meta e ritorno) va a Lorenzo Pierpaoli (Fausto Coppi - Fermignano), che raccoglie meritatamente l’eredità del sudafricano Dominic Calitz e si aggiudica in solitaria la ‘2^ Granfondo Monti Sibillini Mtb’, destinata a diventare classica fuoristrada. L’argento open va all’inossidabile matelicese “Pippo” Pierpaolo Pascucci, che si conferma esemplare capitano del Bici Adventure - Piangiarelli Quintabà di Gagliole. Il “corto” di 28 km premia Mirko Mangiaterra. Manuela Rinaldi è la reginetta rosa. Sono 130 i funamboli avventurosi che rispondono alla chiamata dell’Acsi Ciclismo Macerata guidata dai gemelli Maurizio ed Enzo Giustozzi. Ad organizzare l’evento rampichino è la scuderia Sarnano in bici (Antonio Arrà, Claudio Carassai e collaboratori) insieme al team Sibillini, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Sarnano. In palio viene messo anche il 1° Trofeo Memorial Fausto Latini. La Gf Monti Sibillini Mtb costituisce la 4^ tappa del Campionato Italiano ed inaugura ‘Marche off Road’.

I nuovi tricolori Cross Country FCI di Nemi

Nemi (Roma) - A Nemi e ai Castelli Romani si è scritta la storia della mountain bike. Il Campionato Italiano Cross Country ha regalato emozioni uniche, soprattutto nella seconda giornata, quella riservata agli agonisti. Tutto secondo copione nella categoria élite donne, dove la tricolore in carica Eva Lechner (Centro Sportivo Esercito) ha collezionato il quinto titolo tricolore consecutivo: mai nessuno come lei prima d’ora. Una gara condotta in solitaria dall’inizio alla fine per la Lechner con un distacco considerevole sulla seconda classificata Anna Oberparleiter (Carraro Team Trentino), terza Judith Pollinger (Sunshine Racers ASV Nals).

Biker all'appello della Vecia Ferovia

In Val di Fiemme c’era un tempo un trenino che collegava la pianura, là dove scorre il fiume Adige, ai paesi dolomitici. Stazione dopo stazione, attraverso gallerie e sopra alti viadotti si inerpicava carico di merci e passeggeri, e questo accadeva fino ad esattamente 50 anni fa, quando il treno compì l’ultimo viaggio della sua storia. In Trentino si parla da anni di ripristinare la linea ferroviaria, nel frattempo però ci pensa la Polisportiva Molina di Fiemme a tenere in movimento il lungo convoglio…a due ruote con la Vecia Ferovia dela Val di Fiemme. Quella di domenica 4 agosto prossimo sarà la 17.a edizione dell’evento in mountain bike che anche quest’anno si preannuncia carico di centinaia e centinaia di protagonisti. Dal punto di vista agonistico, sono da segnalare le prime adesioni di spessore, di coloro che con ogni probabilità si ritroveranno a battagliare per un posto sul podio. Marzio Deho è una vera istituzione sul pianeta delle ruote grasse, viene amichevolmente chiamato “el vecio” e …alla Vecia il bergamasco è salito sul podio per cinque volte, vincendo le edizioni 2003 e 2005. Quest’anno Deho ha piazzato il suo artiglio su alcune importanti gare estive, la Vecia Ferovia è il suo prossimo obiettivo, anche se tra i vari sfidanti ci sono altri volti conosciuti dell’universo mountain bike, come Mirko Pirazzoli – vice campione italiano Team Relay, i colombiani Caro Silva e Jimenez Vargas e i compagni di squadra di Deho, ovvero Christian Pallaoro e Nicola Dalto.

I fratelli Fojtik padroni dell’Iron Bike 2013

Pontechianale - Seconda tappa quella di oggi che ha condotto gli atleti dal Forte Albertino di Vinadio a Pontechianale. Una cavalcata con 4150 mt di dislivello per un totale di 81 km tra Valle Stura e ValVaraita con partenza in perfetto orario alle ore 7.00 per gli 87 atleti ancora in gara. Una tappa tutta muscoli fatta da salite lunghe e faticose e da discese insidiose e selettive che hanno finalmente dato una fisionomia più marcata alla classifica generale. Molte le asperità che aspettano ancora i concorrenti in gara, ma l’ascesa al Monte Bellino (2950 mt) è stata sicuramente la parte tecnicamente più significativa del percorso di oggi. La Classifica Generale comincia a prendere forma, con i fratelli Fojtik dalla Repubblica Ceca a farla da padroni. Salite della giornata: Colle di Salsas Blancias (2440 mt), Colletta Carmagnola (2830 mt) Monte Bellino (2950 mt), Battagliola (2284 mt). Domani è in programma la Terza Tappa con partenza da Pontechianale ed arrivo a Cavour. E che festa sia. Organizzazione e concorrenti festeggeranno il 20^ anniversario dell’evento.