Sab04132024

Aggiornamento:06:10:01

Rally di Romagna: i leader consolidano il vantaggio

Una splendida giornata di sole, finalmente! Il Rally di Romagna, corsa a tappe in mountain bike che si svolge nei dintorni di Riolo Terme interessando i territori dei cinque comuni confinanti, celebra la sua terza giornata di gara che ribadisce la superiorità dei leader delle classifiche maschile e femminile. La frazione odierna, 59 km di lunghezza e 1930 metri di dislivello, ha visto ancora una volta primi sul traguardo la catalana Ana Xinxò e il belga Wouter Cleppe, che hanno consolidato il anche loro vantaggio nella classifica generale. Cleppe ha coperto il percorso in quasi 2h 52', infliggendo un distacco di poco più di 3 minuti al tedesco Reini Woisetschlager. Il belga ha pedalato a una media di quasi 21 km orari e ora il suo vantaggio sul secondo della classifica generale, lo stesso Reini Woisetschlager è attorno ai 10 minuti.

La longilinea ciclista spagnola invece ha concluso il percorso in quasi 3h e 40', alla media di 16.4 km orari, infliggendo un nuovo pesante distacco (13 minuti) alla tedesca Ivonne Kraft, ex olimpionica e vincitrice delle ultime due edizioni del Rally di Montagna in mountain bike. Ogni giorno di gara il Rally racconta le imprese di qualcuno tra i partecipanti e oggi, eroe di giornata è toccato a Luca Cerutti (Iride Cycling) che si è fatto gli ultimi 6 km correndo lungo il tracciato e spingendo la sua mtb con una ruota sgonfia: “Per fortuna che in inverno mi alleno correndo- ha dichiarato sorridente dopo una bella doccia rigenerante- altrimenti non ce l'avrei fatta ad arrivare al traguardo in queste condizioni.”

Crediamo che Luca si alleni parecchio e bene se è riuscito comunque a mettersi alle spalle una decina di concorrenti, nonostante il problema tecnico. Modesta la retrocessione nella graduatoria generale, è passato dal 14 al 16 posto, anche se la foratura gli è costata una marea di minuti che gli impediranno, probabilmente, di migliorare il piazzamento finale.

Il Rally di Romagna è fatto anche di queste cose. Un problema meccanico lontano dai tecnici dell'assistenza può compromettere il piazzamento di giornata o il risultato finale. In effetti, anche se il vantaggio dei due battistrada è consistente, quello di Ana quasi il doppio rispetto a quello di cui gode Cleppe nella classifica maschile, i giochi per la vittoria finale sono ben lontani dall'essersi conclusi. A cominciare da domani, quando si correrà il tappone della quarta edizione del Rally di Romagna 2013: 90 km con 3200 metri di dislivello. Da Riolo Terme in Toscana e ritorno, le previsioni meteo sorridono ai partecipanti, anche oggi sarà battaglia vera sui tracciati del Rally