Ven10232020

Aggiornamento:08:48:00

Back Strada Il ringraziamento del comitato regionale FCI Marche all’organizzazione del Giro delle Marche in Rosa

Il ringraziamento del comitato regionale FCI Marche all’organizzazione del Giro delle Marche in Rosa

 

Non si è ancora spento l’eco del successo del Giro delle Marche in Rosa che ha tenuto alto l’interesse del movimento femminile nazionale e internazionale nei giorni 4, 5 e 6 settembre scorsi con della tre giorni di gare a Recanati, Loreto e Offida.

Il comitato regionale FCI Marche, nella persona del presidente Lino Secchi e unitamente tutto il direttivo, ha fatto pervenire agli organizzatori di Born to Win e Sca Offida il ringraziamento geneale per l’organizzazione generale di un evento giunto solo alla terza edizione in prossimità del Giro Rosa e del Mondiale di Imola.

In un periodo non facile in tutti i settori ci vuole coraggio per portare avanti manifestazioni nel rispetto delle normative sanitarie. Il Giro delle Marche in Rosa si è superato alla grande diventando il simbolo della ripartenza del nostro movimento regionale nonostante le complicazioni a livello organizzativo. Un appuntamento premiato dalla cospicua adesione tra junior ed élite in vista del Giro Rosa. È un’altra conferma che la nostra regione è sempre più incisiva quando si parla di ciclismo soprattutto al femminile dove continuiamo la tradizione e sulla quale il comitato regionale è stato in prima fila a fianco degli organizzatori con un contributo per la realizzazione di questa edizione” ha dichiarato Lino Secchi, presidente regionale FCI Marche.

È stato un Giro delle Marche dai forti riflessi marchigiani: in primis con le atlete che hanno partecipato (degne di nota le ottime performances di Alice Palazzi tra le élite e di Giorgia Simoni tra le juniores nella top 10 delle loro rispettive categorie) ma anche con l’impegno nel dietro le quinte dei tanti volontari che hanno contribuito a vario titolo al successo della manifestazione, senza dimenticare la commissione giudici di gara presieduta da Emanuele Senzacqua che ha operato in tutte e tre le giornate di corsa nel segno della ordinaria amministrazione con quattro giudici marchigiani.