Lun04222024

Aggiornamento:09:59:34

Back Archivio MTB Buchanan (BGR) e Ruchti (Sui) "volano" a Pila. Grande spettacolo con la Downhill

Buchanan (BGR) e Ruchti (Sui) "volano" a Pila. Grande spettacolo con la Downhill

Lewis Buchanan e Miriam Ruchti oggi a Pila (Aosta) hanno lanciato un severo avvertimento agli avversari in gara nella “iXS European Downhill Cup”, sono loro i più forti nelle prove cronometrate che hanno scritto la start list della prova finale di domani. Il campione nazionale inglese, già selezionato per i Campionati del Mondo junior di Champéry, ha bloccato il cronometro su un significativo 4’22” mettendosi dietro uno che in Coppa del Mondo ha colto importanti risultati come il neozelandese Cameron Cole, con il leader della “iXS European Downhill Cup” Joshua Button addirittura terzo a 4”.

Miglior azzurro, come da pronostici, Marco Milivinti che ha chiuso con l’ottavo tempo, alle spalle dell’austriaco Pekoll, secondo nel torneo continentale. Lorenzo Suding, caduto nei giorni scorsi, non ha preso il via a causa del polso dolorante, un vero peccato perché era la punta di diamante degli azzurri. La gara è stata serrata, senza tregua, e a cercare un posto al sole per domani erano davvero in tanti. Ne sono partiti quasi 350 suddivisi nelle varie categorie.

Tra le donne èlite la svizzera Miriam Ruchti, leader della “iXS European Downhill Cup” e vincitrice a Pila anche nel 2010, ha letteralmente “stracciato” le avversarie. Ha chiuso con un buon 5’06”, ma le note positive vengono ancora da Elisa Canepa, seconda lo scorso anno a Pila e seconda oggi in qualifica davanti alla svedese Paulin. Sesta la neo campionessa italiana Alia Marcellini, un po’ lontana dal podio, ma non dimentichiamo che oggi si trattava di qualifiche e soprattutto che i concorrenti si sono trovati a gareggiare sulla nuova, severa e selettiva variante disegnata da Corrado Herin. I giudizi sono stati tutti positivi, anche se al profano, e oggi di pubblico comune ce n’era molto, è sembrata un’esagerazione. Un tratto che toglie il respiro, curve, salti e tratti tecnici in sequenza che hanno fatto la differenza tra i più preparati e tutti gli altri.

Tra le varie categorie, da segnalare il successo nella under 17 del sanremese Gianluca Vernassa. Questa mattina durante le prove libere ci sono state anche due cadute serie che inizialmente hanno preoccupato gli organizzatori, ma poi nelle qualifiche non si sono più verificati problemi. Domani giornata di gare, intensa, per tutte le categorie. Il programma annuncia spettacolo dalle 12.30 fino a pomeriggio inoltrato.

Oggi il tempo è stato soleggiato e ha favorito anche l’afflusso di pubblico in questo splendido bike park valdostano che non contempla, ovviamente, solo il percorso di gara, ma anche una miriade di sentieri adatti al free ride e alla downhill.

 

Risultati qualifiche:

 

Elite Men

1 BUCHANAN Lewis GBR 4:22.452; 2 COLE Cameron NZL 4:23.388; 3 BUTTON Joshua AUS 4:26.920; 4 SMITH Joe GBR 4:27.368; 5 SIMMONDS Matt GBR 4:27.973; 6 PAYET Florent FRA 4:28.031; 7 PEKOLL Markus AUT 4:28.200; 8 MILIVINTI Marco ITA 4:28.975; 9 FEARON Connor AUS 4:29.980; 10 GSPAN Dominik SUI 4:30.955

 

Elite Women

1 RUCHTI Miriam SUI 5:06.841; 2 CANEPA Elisa ITA 5:19.173; 3 PAULIN Louise SWE 5:26.881; 4 ATKIN Sarah NZL 5:28.885; 5 RUECKNAGEL Harriet GER 5:29.398; 6 MARCELLINI Alia ITA 5:35.472; 7 MARGGRAFF Diana ECU 5:39.580; 8 MUOSER SUI 5:43.456; 9 TAYLOR Madeline NZL 5:44.296; 10 LAIRD Amy NZL 5:51.368