Sab01282023

Aggiornamento:10:04:08

Back Archivio MTB Mtb: Risicato e Casalegno vittoriosi a Pratoregio

Mtb: Risicato e Casalegno vittoriosi a Pratoregio

Pratoregio di Chivasso (To) - Sono Gaetano Risicato della Redil e Valter Casalegno della Body Mountain Cycling Team, a Pratoregio di Chivasso, a inaugurare con una vittoria il Campionato provinciale Mtb dell’Udace torinese nella gara organizzata, in una bella giornata di primavera, dal Sprint Chivasso. Alla fine l’asticella delle iscrizioni segna quota 140. Due le partenze. Il tracciato è lungo 14 chilometri e per quest’edizione viene affrontato in senso contrario rispetto al passato.

 

 

Tra i giovani sono subito in tre a prendere il comando della gara, dettando un ritmo per altri insostenibile: Gaetano Risicato della Redil, Francesco Apruzzese del TnTeam e Fabrizio Melardi del Bergamin Cycling Team. Procedendo di comune accordo affrontano i due giri del tracciato mantenendo una media di oltre 28 chilometri orari. Solo all’ultima curva Gaetano Risicato ha la meglio e taglia il traguardo per primo, davanti a Francesco Apruzzese e a Fabrizio Melardi. Tra i Gentlemen non c’è incertezza: Valter Casalegno prende subito il comando, lanciandosi in una cavalcata solitaria all’inseguimento degli atleti più giovani, mentre alle sue spalle tentano l’inseguimento Antonio Grilli del Team Granfondo e John Zamuner del Team Drigani che si piazzano, rispettivamente, secondo e terzo.

Tra i Debuttanti dopo il ritiro per problemi tecnici di Antonio Fusco della Sporting Team è il suo compagno di squadra Enrico Miravalle a vincere davanti a Samuele Stocco del Cycling Team Verrua e a Francesco Pavan della Sporting Team. La sfida al femminile è invece vinta da Sara Vittoria Brancati del Giai Team che lascia alle sue spalle Paola Colombaro della Loris Bike, Tiziana Actis del Gattobigio Cycling Team, Maria Elena Belfiore del Bike Team Pianezza, già vincitrice del Mtb Winter Cup, e Luisa Veneruso del TnTeam. Appuntamento con la seconda prova del Campionato provinciale Mtb domenica a Baldissero Torinese.

Elisa Zoggia