Lun06182018

Aggiornamento:10:55:38

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 13 giugno 2018

News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 13 giugno 2018

 

 

TEAM SOMEC MG.K VIS LGL

Domenica 10 giugno ha preso il via da piazza Bra, di fronte l'Arena di Verona, la Granfondo Verona Alè La Merckx. Dietro al Cannibale sono partiti oltre 1500 amatori pronti ad affrontare i due percorsi tracciati sulle montagne veronesi. Tra questi anche la veneziana Odette Bertolin, che ha raccolto un ottimo secondo posto assoluto sul percorso di granfondo, vincendo la propria categoria. Sul percorso di mediofondo è stata invece Silvia Zanetti, classificandosi 12a assoluta a salire sul terzo gradino del podio di categoria. Contemporaneamente a Bagno di Romagna (Fc), sulle montagne che fanno da spartiacque tra la Romagna e l'Aretino, lì dove il Tevere è ancora un rigagnolo, stava prendendo il via la Granfondo del Capitano. Ottima prestazione per la lughese Gabriella Emaldi, che si piazza 5a donna assoluta e 5a di categoria. Stesso identico piazzamento per la figlia Alexia Pantieri, impegnata invece sul percorso di mediofondo. Alla 3 Epic Cycling Road, ad Auronzo di Cadore (BL), nel bel mezzo delle Dolomiti, Barbara Zambotti ha vinto la propria categoria. Tre tappe ad alta quota tra Stelvio, Gavia e Mortirolo e trecento concorrenti. Questa è la Haute Route Stelvio, la ciclosprtiva andata in scena a Bormio (So) dall'8 al 10 giugno. Grande prestazione di Arianna Marchesini, che ha dominato dall'inizio alla fine, portando a casa la vittoria di questa impresa ad alta quota. La settimana precedente, il 3 giugno, sempre la Zambotti, alla Granfondo Stelvio Santini, ha ottenuto un ottimo terzo posto di categoria.

 

TEAM BIEMME GARDA SPORT

Domenica veronese per i ragazzi del Team Biemme Garda Sport, che hanno preso parte dalla Granfondo Verona Alè La Merckx. Due i percorsi proposti: il lungo da 125 chilometri e 2540 metri di dislivello e il corto da 81 chilometri e 1390 metri di dislivello. Sul percorso di granfondo il miglior risultato lo ha ottenuto Filippo Calliari che, con il suo decimo posto assoluto, ha vinto la categoria. Dietro di lui sono giunti Ivan Zanni (28° ASS, 3° M5), Francesco Barbera (202° ASS, 30° M2), Orietta Tosadori (5° ASS, 2° W2) e Giorgio Pasini (232° ASS, 35° M5). Più partecipato il mediofondo, che ha visto la presenza di Marco Galvan (26° ASS, 8° M2), Domenico Caiati (30° ASS, 9° ELMT), Filippo Cogo (47° ASS, 13° ELMT), Ugo Collini (294° ASS, 30° M1), Flavio Busato (468° ASS, 19° M7) e Giovanni Leder (523° ASS, 71° M3).

 

 

TRENTINO MTB

Dalla “ValdiNon Bike” di Cavareno passando dalla “Passo Buole Xtreme” di Ala per giungere alla “100 Km dei Forti” di Lavarone di domenica scorsa, Trentino MTB è nel pieno della stagione ed ora si prepara ad affrontare gli scenari dolomitici della “Dolomitica Brenta Bike” del 1° luglio. La tappa cimbra ha visto migliaia di bikers al via, tra i quali i migliori interpreti della MTB nostrana, con il leader del circuito Mattia Longa a mantenere il comando della graduatoria nonostante la decima posizione ottenuta alla 100 Km dei Forti, mentre la veronese Lorena Zocca ha scalzato Chiara Burato per la maglia oro; la differenza fra le due l’ha fatta la scelta del percorso, marathon di 100 km per la prima, classic di 50 km per la seconda. In testa nelle rispettive categorie ci sono poi Elia Andreollo (Junior), Mattia Longa (Open m.), Chiara Burato (Open f.), Marco Rosati (Elite Sport), Andrea Clauser (Master 1) a sopravanzare Francesco Vaia, Andrea Zamboni (Master 2), Mauro Giovanetti (Master 3), Stefan Ludwig (Master 4), Michele Di Geronimo (Master 5), Daniele Zonta (Master 6), mentre Andrea Zamboni e Lorena Zocca si confermano dei veri e propri artisti nella classifica degli scalatori ed il Team Todesco sopravanza ora il Vertical Sport KTM Team fra le squadre. Il trentino Zamboni è giunto terzo nell’itinerario classic, guadagnando punti importanti anche ai fini dell’assoluta, mentre Daniele Zonta è riuscito nell’impresa “titanica” di superare Piergiorgio Dellagiacoma tra i Master 6, davvero una conquista non da poco, a causa del taglio di una gomma da parte di quest’ultimo. Trentino MTB è ora in attesa della prossima tappa, la Dolomitica Brenta Bike del 1° luglio a Pinzolo, lungo i percorsi della Val Rendena che si snodano fra Pinzolo e Madonna di Campiglio, completando 55 km e 2300 metri di dislivello per la sfida di Trentino MTB o 42 km con 1500 metri di dislivello per la novità assoluta non competitiva, ricordando anche la “DoloMini” di sabato 30 giugno ed il fatto che l’itinerario escursionistico sia stato creato per far divertire anche i meno esperti, a dimostrazione di come Trentino MTB sia una corsa a tappe altamente competitiva ma allo stesso tempo aperta all’entusiasmo di tutti i tipi di bikers. IL CHALLENGE TRENTINO MTB NON SI FERMA, I PROSSIMI APPUNTAMENTI SONO: DOLOMITICA BRENTA BIKE 1° luglio | VAL DI SOLE MARATHON 15 luglio | LA VECIA FEROVIA DELA VAL DE FIEMME 5 agosto | 3TBIKE 26 agosto.

 

 

WORK SERVICE VIDEA COPPI GAZZERA

Dopo le due vittorie ottenute negli ultimi giorni, la Work Service Videa Coppi Gazzera si appresta a partecipare alla prima gara a tappe della stagione. Da giovedì 14 a domenica 17 giugno, gli atleti diretti da Ilario Contessa, saranno al via della Oberösterreichrundfahrt, il Giro dell'Alta Austria (UCI 2.2) La gara a tappe, con al via anche formazioni Professional e Continental di primo livello. si aprirà con una cronoscalata di 12 chilometri che saggeranno subito le gambe dei favoriti. Le difficoltà altimetriche proseguiranno nelle tre tappe in linea, rispettivamente di 154 km, 142 km e 137 km, per un totale di quasi 7000 metri di dislivello. Al prestigioso appuntamento in terra austriaca la Work Service Videa Coppi Gazzera sarà guidata da Ilario Contessa con il supporto di Massimo Manzardo e del massaggiatore Pegoraro. Al via ci saranno i due vincitori di stagione Giacomo Zilio e Flavio Tasca, con loro Luis Gomez, Filippo Bedeschi, Emanuele Barison e Matteo Baseggio. "Sarà un test importante per la nostra squadra - racconta Contessa - correre a fianco delle migliori formazioni Continental e Professional sarà di grande stimolo per i ragazzi. Stiamo vivendo un momento positivo con due vittorie negli ultimi dieci giorni e questa corsa a tappe può aiutarci a migliorare ancora".

 

 

MICHELE PITTACOLO

Michele Pittacolo archivia con ottime sensazioni la partecipazione alla 37ma edizione della Franja Marathon a Lubiana, in Slovenia. Il portacolori della Pitta Bike ha concluso la prova a cronometro, sui 21 chilometri del tracciato d'oltre confine col tempo di 28'48" e ha fatto registrare il tempo di due ore e mezzo, col 15° tempo assoluto, nella mediofondo di domenica. La partecipazione alla Franja Marathon ha rappresentato un allenamento probante per il friulano in vista dei prossimi impegni sportivi. Fuori dall'àmbito agonistico, invece, lunedì mattina Michele ha parlato agli studenti di terza e quarta superiore dell'Istituto Torricelli di Maniago su un argomento che sta particolarmente a cuore al campione friulano: la sicurezza sulle strade. Presenti all'incontro anche il vicesindaco di Maniago, Umberto Scarabello, e il comandante della Polizia locale, Luigino Cancian. Non a caso, la giornata con gli studenti si è tenuta a Maniago, che sarà sede dei Campionati del Mondo di Paraciclismo dal 3 al 5 agosto prossimi: l'incontro è inteso proprio a sensibilizzare i più giovani, in vista dell'evento iridato dell'estate 2018.