Ven04192024

Aggiornamento:02:05:37

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 4 agosto 2018

News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 4 agosto 2018

BUONGIORNO MANIAGO - IL PROGRAMMA DEI MONDIALI DI PARACICLISMO (GARE IN LINEA)

Dopo le avvincenti gare a cronometro è tempo delle emozionanti prove in linea all’U.C.I. Para-Cycling Road World Championships 2018 di Maniago (PN). Nella giornata odierna si assegneranno ben 14 titoli, in mattinata (ore 9:00-13:00) gareggeranno le categorie MH2 (54,4 Km), WH3 (54,4 Km), WH4 (54,4 Km), MH1 (40,8 Km), WH2 (27,2 Km), WH1 (27,2 Km), MH4 (68 Km) e WH5 (54,4 Km), mentre nel pomeriggio (ore 15:00-18:50) sarà la volta delle categorie MT2 (40,8 Km), WT2 (27,2 Km), MT1 (27,2 Km), WT1 (27,2 Km), MH3 (68 Km) e MH5 (68 Km). Tutte le gare iridate si disputeranno sulle strade di un circuito cittadino davvero spettacolare sia dal punto di vista tecnico/altimetrico che da quello paesaggistico. Dopo la partenza dalla centralissima Piazza Italia a Maniago si andrà verso ovest fino a Montereale Valcellina costeggiando il suggestivo fiume Cellina. Dopo aver attraversato il paese si rientrerà verso Maniago oltrepassando il corso d'acqua e passando dalla parte bassa della città prima di rientrare in Piazza Italia, dove è posizionato anche il traguardo. Il tracciato, ricco di saliscendi, misura 13,650 chilometri. Tutti gli appassionati potranno seguire la diretta streaming delle competizioni collegandosi a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=X7enJxGdcXw a partire dalle ore 17:45. La RAI, inoltre, offrirà una differita su Rai Sport dalle ore 22:00. A questo link sono disponibili tutti gli elenchi iscritti e tutti gli ordini d’arrivo delle competizioni dell’U.C.I. Paracycling Road World Championships - Maniago 2018: http://www.uci.ch/para-cycling/ucievents/event/uci-para-cycling-road-world-championships-maniago-road-2018/55832/widgets/start-lists-results-186665/ - Per tutte le informazioni è attivo il sito internet ufficiale della manifestazione: http://www.maniago2018.it - “Maniago 2018” vi aspetta anche sulla pagina Facebook: https://it-it.facebook.com/maniago2018/ (Foto di Flaviano Ossola).

 

 

SANGEMINI MG K VIS

In Francia per ottenere un buon risultato. La Sangemini Mg.Kvis Olmo Vega annuncia la squadra per La Poly Normande prestigioso traguardo del calendario UCI Europa Tour di classe 1.1 in programma, domenica 5 agosto sulla distanza di 168 km, arrivo in località Saint Martin de Landelles. La formazione è composta da sette atleti: Luca Colnaghi, Dario Puccioni, Paolo Totò, Nicola Gaffurini, Michele Gazzara, Alessandro Marinozzi e Niccolò Salvietti. La Poly Normande sarà valida come prova della Coppa di Francia e avrà alla partenza un cast di prim'ordine con squadre World Tour e Professional. REPUBBLICA CECA La Sangemini Mg.Kvis Olmo Vega punterà le sue attenzioni anche sul Giro della Repubblica Ceca (Czech Cycling Tour) che si svolgerà dal 9 al 12 agosto. La gara di classe 2.1 prevede quattro tappe di cui la prima a cronometro a squadre attorno alla città di Unicov. Conclusione a Dolany. Saranno alla partenza gli stessi corridori provenienti dalla Poly Normande. Michele Scartezzini ce l'ha fatta a conquistare il titolo di CAMPIONE EUROPEO. Sulla pista di Glasgow, in Scozia, il veronese della Sangemini Mg.Kvis Olmo Vega si è messo al collo la medaglia d'Oro nell'Inseguimento a squadre Elite battendo in finale la Svizzera. Scartezzini è approdato in finale con gli azzurri Elia Viviani, Francesco Lamon e Filippo Ganna con i quali ha dato il massimo contro il quartetto elvetico. "Una grande emozione, sono felicissimo-sono state le prime parole di Scartezzini-. Questo trionfo è frutto di un lavoro di gruppo che mi ha permesso di arrivare a questa finale nelle migliori condizioni di forma. Al Vigorelli volavo poi una volta giunto a Glasgow ho avuto qualche problema, per cui il cittì Villa ha preferito escludermi dalle qualifiche. Poi ho avuto buone sensazioni, Bertazzo ha rinunciato e ha scelto di farsi sostituire. A questo proprosito ringrazio Villa per avermi dato la possibilità di far parte del quartetto finalista. Il sogno di vincere l'Europeo si è finalmente avverato". L'Italia di Scartezzini ha chiuso la prova in 3'55"401, contro 3’59”708 degli elvetici.

 

 

GRANFONDO RISOUL QUEYRAS JOLLYWEAR

Dicono che sia la gara più alta di Europa, sicuramente la più alta in Francia! Con la spettacolare partenza ai piedi di Mont-Dauphin, eccellenza UNESCO, si è svolta domenica 29 luglio la granfondo Risoul Queyras Jollywear con 650 ciclisti al via, organizzata dall’ufficio del turismo di Risoul. Tre i percorsi da scegliere: il corto da 50 chilometri con dislivello di 1400 metri ed arrivo nella rinomata località di Risoul (1.850); il percorso medio di 102 chilometri e 2.600 di dislivello con l’ascesa al colle Isoard (2.360), il passaggio a Briançon e poi la salita finale a Risoul; infine il percorso da 135 km con dislivello di 3.500 metri e l’ascesa a Saint-Véran (2.042 metri) prima di affrontare le salite scelte dal tour de France 2017 e giro d’Italia nel 2016. A vincere la granfondo Risoul Queyras Jollywear l’italiano Stefano sala (04:18:36:7) seguito da Carlo Fino e Benoir Culiez, la mediofondo è stata vinta da Vincent Arnaud (03:09:12:0) mentre Pascal Manderon si è aggiudicato la vittoria nel percorso corto. Tra le donne vincono la granfondo Laurence Reviglio (05:27:48:0) e la mediofondo Magdalena de Saint (03:45:28:8). GRANFONDO 1 SALA STEFANO AST (SYSTEMS CARS) 04:18:36:7 2 FINO CARLO (ASD SUPERBAPROGETTO BICCI) 04:19:15:8 3 CULIEZ BENOIT (TEAMSPOC JOLLYWEAR NICE) 04:22:20:0 MEDIOFONDO 1 ARNAUD VINCENT 03:09:12:0 2 ERBS VALENTIN 03:11:28:3 3 CLOITRE GUILLAUME 03:11:42:0 PERCORSO CORTO 1 MANDERON PASCAL 01:33:31:6 1 2 GARNIER SERGE 01:34:28:5 1 3 AGNIEL MAXIME 01:34:32:5

 

VIRIS L&L SISAL MATCHPOINT

Prossima tappa, il senese. Domani, 5 agosto, la squadra Elite e Under 23 della Viris L&L Sisal Matchpoint disputerà la classica Coppa Bologna che si snoderà sulle strade di Montallese in provincia di Siena. La gara è a carattere Nazionale e prevede una distanza di 176 chilometri. Partenza ore 13.00. Al via, diretti da Simone Bertoletti, gli atleti Sebastiano Mantovani, Riccardo Moro, Omar El Gouzi, Samuele Rivi, Michael Belleri, Mario Sartore e Andrea Micheletti.

 

NAMEDSPORT ROCKET

La Namedsport Rocket punta le sue chance di successo sulla classica Coppa Bologna che domani si correrà a Montallese, in provincia di Siena. Il team manager Paolo Riva, affiancato dai direttori sportivi Marco Peraboni e Stefano Martolini, avranno a disposizione cinque corridori: Simone Piccolo quinto classificato la scorsa settimana a Barzago nel Lecchese, Omar Marouan, Diego Sergiampietri, Luca Riva e Alessio Ferrari. Il via alle 13.00, chilometri 176. Martedì 7 agosto, Belletta, Brugna, Mirri, Molinari e Riva disputeranno invece il Gp San Luigi tradizionale appuntamento infrasettimanale in programma, a Caselle di Sommacampagna nel Veronese. Partenza 14,30, chilometri 124.

 

INPA SAN VINCENZO

Alessia Paccalini, classe 2004 e' tornata dalla bellissima esperienza del campionato italiano su pista con una bellissima medaglia di bronzo. La ragazza della Inpa San vincenzo ha infatti conquistato la medaglia di bronzo nella velocita' ai Campionati Italiani su Pista che si sono appena conclusi al Velodromo Francone a San Francesco al Campo in provincia di Torino. Alla rassegna tricolore era presente convocata dalla rappresentativa toscana anche Rachele Bonzani. Adesso settimana di riposo e recupero per le ragazze di Carducci e Meini in attesa del rientro alle gare su strada.

 

 

ETNA MARATHON TOUR MTB

Manca solo un mese a quel mix di fatica, sudore, adrenalina e divertimento rappresentato dall’Etna Marathon Tour, organizzato dal Mongibello Mtb Team e giunto alla terza edizione. Da martedì 4 a sabato 8 settembre, le 50 coppie in gara sfideranno se stesse e il vulcano in cinque meravigliose tappe, per un totale di 270 km e 8300 metri di dislivello da superare. Lungo i duri sentieri dell’Etna, se ne vedranno di tutti i colori. A cominciare dalle due grandi novità, l’attraversamento della pineta Ragabo e l’arrivo della quarta frazione a Floresta, con il suggestivo sconfinamento sui Monti Nebrodi. Le iscrizioni sono ancora aperte e pochi giorni fa è arrivata l’adesione dei tre team ufficiali di Btwin Racing Team. Tra le donne, la squadra da battere sarà quella sponsorizzata dall’Etna Marathon e composta da Elizabeth Simpson, lo scorso anno vincitrice in coppia con Lorenza Menapace, e Alda Sinardo, nel 2017 seconda in compagnia di Maria Lucia Minervino. Nella scorsa edizione, la classifica maschile fu invece vinta da Paolo Alberati e Franz Hofer. La caccia alla maglia di leader, offerta da Gi-esse Cycling, è appena iniziata. Le tappe dell’Etna Marathon Tour 2018: Martedì 4/9, prima tappa: Milo-Pineta Ragabo (24 km) Mercoledì 5/9, seconda tappa: Pineta Ragabo-Rif. Sapienza (61 km) Giovedì 6/9, terza tappa: Rif. Sapienza-Rif. Sapienza (51 km) Venerdì 7/9, quarta tappa: Rif. Sapienza-Floresta (66 km) Sabato 8/9, quinta tappa: Floresta-Milo (68 km).

 

 

TEAM F.LLI GIORGI

Il bresciano del Team F.lli Giorgi Lorenzo Balestra si conferma come uno degli allievi più in forma del momento e a pochi giorni di distanza dal doppio titolo italiano conquistato in pista (Inseguimento e Americana) a San Francesco al Campo e dalla medaglia d’argento nell’Inseguimento a squadre, vince anche il cronoprologo di Appiano Gentile che ieri sera ha aperto il 70° Giro Ciclistico della Provincia di Como per la categoria Allievi. Il corridore diretto da Leone Malaga ha percorso i 3,4 km del tracciato con il tempo di 4’16” alla media di 47,798 km/h e ha fatto suo il 4° Memorial Primo Zanardi – 8° Trofeo Città di Appiano Gentile. Secondo posto a 4” per il suo compagno di squadra nonché campione ceco della cronometro Mathias Vacek, terzo il campione lombardo di specialità Christian Bagatin (Sc Orinese) a 5”. Quarto a 7” il bergamasco Giorgio Cometti e sesto a 10” il lecchese Marco Pavesi che completano la festa in casa Giorgi. Al termine della manifestazione, Lorenzo Balestra ha indossato la prima maglia bianca di leader della classifica generale a punti del Giro della Provincia di Como.

 

 

GIRO DELLA PROVINCIA GRANDA - RISULTATI 5°TAPPA

Nella cronometro individuale mattutina successo di Guido Dracone (Scott Team Granfondo) che ferma il cronometro a 11'31"95. Nella frazione pomeridiana si impone in progressione Walter Pacchiardo (Ciadit Sumin) davanti a Leonardo Viglione (Team MP Filtri) e Daniel Altare (Gs Passatore). Le maglie di leader prima dell'ultima tappa Maglia rosa Fascia 1: Roberto Monti Maglia gialla Fascia 2: Gabriele Davi Maglia rossa Fascia 3: Stefano Carbone Maglia bianca donne: Elisa Parracone Maglia verde GPM: Ricardo Pichetta Maglia azzurra TV: Denis Sosnovschenko Maglia carbonio classifica a punti: Walter Pacchiardo.

 

 

TOUR DE POLOGNE - 1°TAPPA

The German national champion Pascal Ackermann is the winner of the first stage in the Tour de Pologne UCI – World Tour, the 134 km Krakow-Krakow route. The sprinter from team Bora-Hansgrohe won the overall group sprint, beating the emerging talent from Colombia Alvaro Hodeg (Quick-Step Floors), and Italian Matteo Trentin (Mitchelton – Scott). This is another great victory for him, coming one week after his success in the Prudential RideLondon – Surrey Classic. The stage victory and the first yellow Carrefour leader’s jersey went to Pascal Ackermann, who was rewarded on the podium in Krakow by Prime Minister Mateusz Morawiecki, who attended this first stage of the Tour de Pologne. This year the race is celebrating its 90 year birthday, and is also contributing to national celebrations marking 100 years of Polish independence (1918-2018). The Prime Minister also attended the Kinder+Sport Mini Tour de Pologne, which hosted more than 700 kids in a race that took place before the arrival of the pros. Pascal Ackermann had a full plate today on the podium in Krakow, where he also donned the white Hyundai jersey as best sprinter. Here’s a recap of the stage... Ready, set go... after the Grand Depart from the magnificent Rynek Glowny (the main square) in Krakow, four valiant attackers braved the daunting heat, pushing out in the first major breakaway in the 2018 Tour de Pologne. Italy’s Alessandro De Marchi (BMC Racing Team), France’s Stephane Rossetto (Cofidis) and the Poles Michal Paluta (CCC Sprandi Polkowice) and Michal Podlaski (Reprezentacja Polski) fired up the entire first part of the race with their efforts, reaching a maximum advantage of 3'.30", with the pack close on their heels and leaving little room to maneuverer, with the teams of sprinters making the most of their chance to win on the finish line in Krakow. Out of the four attackers, the last one to cede was Rossetto, who got caught by the pack with about 10 km to go until the end on the final circuit. The most active attackers included Michal Paluta, who won both of the GPMs to capture the first magenta Tauron jersey as the best climber. Paluta also won the important special prime on the 42.2 k mark at Lanckorona. Alessandro De Marchi, who was also a part of the initial break, won the blue Lotto jersey as the most active rider in the group. Trek-Segafredo leads the teams classification. Riders' quotes... “I’m very happy with this victory. After the National Championship and the Prudential Ride London I’ve managed to score another important win. I feel like I’m in really good shape, today everything went off without a hitch and I have to thank the entire team for the great job they did, setting me up to pull off a fantastic sprint. Now the goal is to try and do well in the next two stages, which are suited to my skills; I will try to defend this yellow jersey and then we’ll see,” said the winner, Pascal Ackermann. "The Tour de Pologne is the second World Tour race where I got to sprint for the team and today I had a good opportunity to take another win, but Pascal was just stronger. I am content with my form and very happy to see the fantastic support of my teammates, to whom I want to say thank you for their amazing work. It's never a pleasant feeling when you finish second, but there will be other chances and I remain confident," says the second place finisher, Alvaro Hodeg. “I’m quite happy, this is my best result of the season; but beyond that, what is really important is that things are going well. After my injury at the Roubaix I was away from the races for quite some time. Now I feel like my conditioning is getting better and days like today give me confidence and boost morale. I came here to Poland because this is an important race with the necessary prerequisites to do a good job and make it back to the top. The goal is to do well here and come away from this race in the best way possible, because the Tour de Pologne finishes on August 10, and on the 12th I will be right back at it, racing with the Italian National team in the European Championships in Glasgow, Scotland” says Matteo Trentin, who was third today. “Today I wanted to make it into the break. The aim was to capture the first jersey for the mountain grand prix, and I did so. Furthermore, there was also the victory at the important prime in Lanckorona, so I dare say that there couldn’t have been a better beginning in the Tour de Pologne for me and my team. It means a lot to us to do well in this edition and obviously every day we are going to try to stand out and achieve the maximum results,” says Michal Paluta.

Stage 1, Krakow – Krakow, 134 km
1) Pascal Ackermann, Ger, (Bora-Hansgrohe)
2) Alvaro Josè Hodeg, Col, (Quick-Step Floors)
3) Matteo Trentin, Ita, (Mitchelton-Scott)
4) Giacomo Nizzolo, Ita, (Trek-Segafredo)
5) Danny Van Poppel, Ned,(Team LottoNL – Jumbo)