Mar10162018

Aggiornamento:07:29:27

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 9 agosto 2018

News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 9 agosto 2018

 

 

DELIO GALLINA COLOSIO EUROFEED

Torna a correre in Polonia la Delio Gallina Colosio Eurofeed. Dopo il Giro della Carpazia nel mese di aprile, la squadra Elite e Under 23 diretta da Cesare Turchetti, sarà al via di due gare internazionali del calendario UCI Europa Tour classe 1.2: il Memorial Henryka Lasaka in programma sabato, e il Puchar Uzdrowisk Karpackich che si svolgerà domenica 12 agosto. Per questa importante trasferta sono stati convocati Filippo Tagliani, Davide Bauce, Francesco Di Felice, Marco Cecchini, il giovane polacco Adam Kus e Amine Ahmed Galdoune. GALDOUNE STAGISTA Esordio tra i professionisti per il marocchino Galdoune che con la formazione ungherese Continental Kobanya Cycling Team, a partire dal 14 agosto disputerà il Giro di Ungheria 2.1 in sei tappe, conclusione domenica 19.


NAMEDSPORT ROCKET

Stamane la Namedsport Rocket gareggia a Briga Novarese una delle corse dilettantistiche più prestigiose del calendario italiano. L'arrivo in cima al Muro di Colombano attende infatti i portacolori della formazione brianzola del team manager Paolo Riva. Al via del Trofeo città di Briga, che scatterà alle ore 13 e si snoderà sulla distanza di 176 chilometri, ci saranno Simone Piccolo, Pier Elis Belletta, il cesanese Kevin Molinari, Gabriele Mirri, Omar Marouan, Alessio Ferrari e Laurent Rigollet. All'indomani del traguardo di Briga Novarese, la Namedsport Rocket affronterà la trasferta in Piemonte per partecipare alla manifestazione di Casalnoceto (Alessandria) in programma, sabato dove punterà le sue chance sul velocista Alessio Brugna che sarà affiancato da Mirri, Riva e Sergiampietri. Domenica 12 agosto il team disputerà invece l'internazionale di Poggiana di Riese Pio X, nel Trevigiano, schierando sei under 23: Piccolo, Rigollet, Belletta, Molinari, Sergiampietri e Marouan.

 

VIRIS L&L SISAL

Oggi Briga Novarese, sabato Casalnoceto, domenica Poggiana di Riese Pio X. Questi i prossimi impegni della Viris L&L Sisal Matchpoint dove la formazione lombarda punta decisamente al risultato pieno. Marengo e Rocchi, ma anche Rivi, El Gouzi, Sartore, Micheletti e Bertone stamane saranno subito nella mischia nell'impegnativa gara di Briga Novarese (ore 13, chilometri 176) che si concluderà sul Muro di San Colombano. Gli stessi Rocchi e Marengo guideranno la squadra nel Circuito di Casalnoceto dove ci saranno anche i velocisti Davide Ferrari, Davide Donesana e Gianmarco Begnoni. Per l'internazionale di Poggiana è stata selezionata una pattuglia giovane che farà perno su El Gouzi, Rivi, Mantovani, Cesaro, Belleri e Daniele Donesana.

 

 

MATADOWN (DOWNHILL)

Il 5 agosto, a cento anni dalla fine della Grande Guerra, sul monte Matajur, nelle valli del Natisone alle porte di Cividale, gli eredi di coloro che un tempo si affrontarono in armi, si sfidano sportivamente in sella alle loro mountain bikes: italiani, austriaci, sloveni e croati, domenica hanno dato vita a una giornata di sport ed amicizia. La Matadown downhill marathon è una gara di mountain bike durante la quale gli atleti si cimentano nella discesa giù dalla cima del Monte con una spettacolare partenza di gruppo, per poi arrivare a San Pietro al Natisone, lungo un tracciato eccezionalmente lungo e provante sia dal punto di vista fisico che tecnico. Giunta ormai alla sesta edizione la Matadown di questo anno ha visto trionfare l’atleta austriaco Matthias Stonig reduce da un pregevole 30° posto assoluto alla EWS di Petzen. L’atleta transfrontaliero ha letteralmente polverizzato il precedente record del tracciato, appartenente allo sloveno Robi Kordez, abbassandolo di oltre un minuto, fermando l’orologio a 26 minuti e 14 secondi. Ottimi i risultati degli atleti italiani con un secondo ed un terzo posto guadagnati da Francesco Remoto (Fun Bike – Cussigh Bike) e Riccardo Nadalin (Asd Tecno Bike Team K2) Completano il podio assoluto Plesnicar Riccardo (Caprivesi) e Ruggero Iob (Team Maglia Nera). Il podio femminile sottolinea la portata internazionale dell’evento, confermando, come nella precedente edizione, la supremazia della croata Gorana Tezak (Adrenalina Giant MTB Team) seguita a breve distanza dall’austriaca Yana Dobnig (RLM Mondraker Racing Team) vincitrice dell’edizione 2016. Terzo gradino per la toscana Irene Savelli (Team DSB Comes Fristads Airoh Ion). Lo staff Matadown ringrazia tutti i partecipanti, dai più assidui a coloro che si sono avvicinati a questo evento per la prima volta, i numerosi collaboratori locali (Abetini Cicli, Birra Gjulia, Fondazione Friuli, Gist, Megabike, Regione FVG, SPS Soluzioni per Scavezzacollo) e Thok e bikes per il supporto fornito alla manifestazione e vi da appuntamento al prossimo anno. (MTB VCO)