Dom02252024

Aggiornamento:11:06:58

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale, pista e fuoristrada 26 novembre 2018

News da ciclismo su strada, amatoriale, pista e fuoristrada 26 novembre 2018

COPPA DEL MONDO PISTA

 

Dal 30 novembre al 2 dicembe 2018 si svolgerà Berlino, in Germania, la 3^ prova di Coppa del Mondo Pista. All’evento sono stati convocati dal Coordinatore delle Squadre Nazionali Davide Cassani, su indicazione dei Commissari Tecnici Edoardo Salvoldi e Marco Villa, i seguenti atleti:

NAZIONALE DONNE

Barbieri Rachele G.S. Fiamme Oro

Bissolati Elena G.S. Cicli Fiorin Cycling Team Asd

Confalonieri Maria Giulia G.S. Fiamme Oro

Fidanza Martina Eurotarget - Bianchi - Vitasana

Frapporti Simona G.S. Fiamme Azzurre

Manzoni Gloria Eurotarget - Bianchi - Vitasana

Paternoster Letizia G.S. Fiamme Azzurre

Vece Miriam Valcar Pbm

NAZIONALE UOMINI

Ceci Francesco G.S. Fiamme Azzurre

Lamon Francesco G.S. Fiamme Azzurre

Plebani Davide Team Colpack

Scartezzini Michele Sangemini - M.G. K Vis

Viviani Elia Quick Step-Floors

 

La Squadra sarà diretta dai Commissari Tecnici Edoardo Salvoldi e Marco Villa

PROGRAMMA GARE

VENERDÌ 30 NOVEMBRE (4 FINALI)

11.00: Inseguimento a squadre donne e uomini - Qualificazioni

16.39: Inseguimento a squadre donne e uomini – 1° round

18.30-21.16

Velocità a squadre donne e uomini – qualificazioni

Inseguimento a squadre donne finali 3-4 e 1-2

Velocità a squadre donne e uomini – 1° round

Inseguimento a squadre uomini finali 3-4 e 1-2

Velocità a squadre donne finali 3-4 e 1-2

Velocità a squadre uomini finali 3-4 e 1-2

 

SABATO 1 DICEMBRE (5 FINALI)

12.00-16.37: Velocità donne – qualificazioni 200 mt, 1/16 finale, 1/8 finale, 1/4 finale; Keirin uomini 1° round, recuperi; Omnium donne 1^ prova (scratch), 2^ prova (gara a tempo); Km da fermo uomini –qualificazioni

18.00-21.30: Velocità donne –semifinali; Velocità donne finali 3-4 e 1-2Madison uomini finale; Omnium donne 3^ prova (eliminazione), Omnium donne 4^ prova (gara a punti) finale; Keirin uomini 2° round, Keirin uomini finali 1-6 e 7-12Km da fermo uomini finale

DOMENICA 2 DICEMBRE (6 FINALI)

10.00-14.39 : Velocità uomini – Qualificazioni 200 mt, 1/16 finale, 1/8 finale, 1/4 finale; Omnium uomini 1^ prova (scratch), 2^ prova (gara a tempo); Keirin donne 1° round, recuperi; 500 mt donne –qualificazioni

15.30-18.59: Velocità uomini semifinali, Velocità uomini finali 3-4 e 1-2Madison donne finale; Omnium uomini 3* prova (eliminazione), Omnium uomini 4^ prova (gara a punti) finale; Keirin donne 2° round round, Keirin donne finali 1-6 e 7-12; 500 mt donne finale.

 

 

 

TROFEO FASOLBIKE CICLOCROSS

Eros Piras (Technobike A.S.D.) è stato il vero dominatore del 1° trofeo Fasolbike svoltosi a Sestu, 2° prova del calendario ciclocross FCI. Nelle prime fasi di corsa è stato un duello con il suo compagno di team, vale a dire il belga Jim Thjis (Technobike asd) che giro dopo giro ha dovuto cedere allo strapotere del giovane compagno di team.  Al terzo posto si è piazzato Antonio Musio (Donori MTB), all’esordio in questa disciplina ma subito competitivo. La gara si è svolta nella distanza di ora per le categoria Under23, ELMT, M1, M2, M3; mentre 40 minuti per le categoria Juniores, M4, M5, M6, M7. Nella gara dei 40′ la vittoria assoluta è andata allo Juniores Luca Pontis (Piscinas Irgas) che batte Stefano Pani (Mnreal Bike) e Adriano Testone (Progetto Sport).

Nelle categorie Allievi vittoria per il ciclista del Velo Club Sarroch Federico Spanu che precede il suo compagno di team Nicola Porcu e Matteo Sedda (Piscina Irgas). Tra gli esordienti vittoria per Gabriele Pili (Velo Club Sarroch) che precede Marco Salaris (SC Pattada) e Daniele Mereu (Velo Club Sarroch).

Tra le donne master vittoria per Maria Girone (Velo Club Sarroch) che precede Bianca Manca (Alghero Bike), tra le Juniores vittoria per Alice Faedda (Arkitano) che precede Stefania Porcu (SC Ozierese). Tra le Allieve la vittoria è andata a Giorgia Secchi (Ossidiana), mentre tra le Esordienti vittoria per Chiara Porta (UC Guspini).

Vincitori categorie Uomini:

ELMT: Nicholas Garau (Bike World)

M1: Eros Piras (Technobike)

M2: Jim Thijs (Technobike)

M3: Antonio Musio (Donori MTB)

M4: Adriano Testone (Progetto Sport)

M5: Stefano Pani (Monreal Bike)

M6: Antonio Zuddas (Piscinas Irgas)

Under 23: Ahmed Kasraouri (Ozierese)

Juniores: Gianluca Pontis (Piscinas Irgas)

Allievi2°anno: Federico Sapanu (Velo Club Sarroch)

Alliei1° anno: Matteo Sedda (Piscinas Irgas)

Esordienti: Gabriele Pili (Velo Club Sarroch)

Tra le donne:

WM2: Maria Girone (Velo Club Sarroch)

Juniores: Alice Faedda (Arkitano)

Allievi: Giorgia Secchi (Ossidiana)

Esordienti:Chiara Porta (UC Guspini)

Appuntamento per Domenica 2 Dicembre a Capoterra, Memorial Efisio Melis gara organizzata dal Velo Club Sarroch con la collaborazione di Cristian Melis.

 

 

 

GRUPPO SPORTIVO ALZATE BRIANZA

Il Gruppo Sportivo Alzate Brianza si è riunito, sabato sera, presso il Ristorante Rigamonti di Inverigo, per la consueta cena di fine stagione. Il presidente Angelo Consonni e i suoi collaboratori hanno organizzato una serata a cui hanno partecipato gli atleti con le proprie famiglie, i tecnici ma anche i rappresentanti delle istituzioni e degli sponsor.

Patron Consonni, nel suo intervento, ha ringraziato gli atleti ricordando le tante gare disputate e le belle soddisfazioni ottenute dai Giovanissimi e dagli Esordienti (questi ultimi capaci di inserirsi per più di venti volte tra i migliori dieci dell’ordine d’arrivo n.d.r.).

I rappresentanti della dirigenza del team alzatese hanno anche ringraziato i volontari e gli sponsor che hanno permesso al G.S. Alzate di impegnarsi molto anche a livello organizzativo, promuovendo 4 gare per Giovanissimi e il Trofeo BCC Brianza e Laghi, organizzato per la categoria Esordienti (seconda prova del 10° Criterium provincia di Lecco n.d.r.).

Proprio l’Ingegner Giovanni Pontiggia, presidente della BCC Brianza e Laghi, presente alla cena come ospite d’onore, ha applaudito tutti i componenti del “GS” spronandoli a dare sempre il meglio; ha ricordato ai ragazzi l’importanza del sacrificio e del risparmio e poi si è detto onorato di affiancare una realtà così importante sul territorio.

Anche Mario Anastasia, vicesindaco del comune di Alzate Brianza, (presente alla cena assieme al Consigliere Capogruppo Lorenzo Benzoni e al Comandante della Polizia Locale Mario Ronchetti n.d.r.) ha portato i saluti del Sindaco Gherbesi e ha rimarcato l’importanza del sacrificio e della passione nel ciclismo. Complimentandosi poi con i responsabili del team ha ufficializzato delle opere di manutenzione e miglioria della pista d’allenamento su cui pedalano in sicurezza i giovani ciclisti del Gruppo Sportivo Alzate Brianza.

Franco Bettoni, presidente del comitato provinciale della Federciclismo, ha applaudito l’impegno e la dedizione dei dirigenti alzatesi; ha ricordato la gloriosa storia del “G.S.” tornando con la memoria al 2010, anno in cui l’associazione vinse il Meeting Nazionale di Società per Giovanissimi a Roma, augurando infine a tutti di divertirsi ed ottenere tante soddisfazioni.

Complimenti e auguri per un buon 2019 sono arrivati alla società dal signor Bettio, rappresentante di Lattonediluno degli sponsor principali del team.

La parte centrale della serata ha visto i ragazzi della categoria Giovanissimi ed Esordienti premiati dai tecnici Christian Rigamonti e Marco Cappellini assieme a Stefano Corti, promettente atleta che ha difeso i colori del “G.S” e, nella sua prima stagione da Under23 ha ottenuto risultati di rilievo correndo per la Iseo Serrature Rime Carnovali.

La grande festa bianco – blu si è conclusa con la torta, accompagnata dal brindisi benaugurale, la tombola e gli auguri per le feste natalizie che si stanno avvicinando.

 

 

DP 66 GIANT (BRUGHERIO)

Grande successo a Brugherio nella prova di Master Cross per il Team DP66 Giant Selle Smp Rigoni di Asiago Paolo Leonardi Nuovi Investimenti. Una delle prove regina, quella degli juniores è stata vinta alla grande da Davide Toneatti, già azzurro in Coppa del mondo. Il corridore friulano, rimasto bloccato nel gruppone alla partenza, ha portato a termine un recupero strepitoso, macinando vantaggi su vantaggi e staccando gli avversari regalando alla folla accorsa a Brugherio un grandissimo spettacolo.

Toneatti è arrivato al traguardo a braccia alzate per la gioia del suo direttore tecnico Daniele Pontoni. Ottima anche la prova di Kevin Pezzo Rosola (decimo), che ha cominciato finalmente a prendere confidenza con i campi da ciclocross e a capire la differenza tra il fango e il campo da basket sul quale era abituato. Una nota di merito anche per Daniel Cassol, diciannovesimo al traguardo, rimasto arretrato a causa di una caduta.

Per le donne, tra le esordienti, quarto posto per Gaia Santin, uscita per un nonnulla dal podio, anche a causa del terreno pesante di Brugherio che le ha tolto velocità allo sprint. Sara Casasola, tra le donne open, mantiene la maglia di leader della classifica, ma si deve piegare all’avversaria Nadja Heigl in una gara anomala, corsa su una lunghezza differente rispetto al solito, 5 giri anziché 4 come solitamente viene fatto e sula distanza di 40 minuti anziché 50. La gara di Brugherio si è rivelata più difficile del previsto proprio a causa del tantissimo fango sul terreno, oltre alla durezza tecnica del percorso stesso, tanto che lo stesso Cassol ha fatto fatica, dicevamo, a rientrare a causa non solo della caduta ma anche del terreno impraticabile.

Diciannovesima sempre tra le open anche Asia Zontone che sembra sia in ripresa dopo un periodo altalenante e ventiseiesima Elena Leonardi. Alice Papo, che oggi era nella lista dei premiati assieme ad Asia Zontone alla festa del Comitato del Friuli Venezia Giulia, veste ancora la maglia di prima in classifica del Master Cross a pari punti con una avversaria. Matteo Vidoni ha invece perso per poco la maglia di leader in quanto arrivato al traguardo fuori dai dieci.

“Una nota di merito la devo fare assolutamente al mio staff di meccanici e accompagnatori – sottolinea Daniele Pontoni -. A Brugherio, in una giornata di fango impressionante, il loro supporto è stato fondamentale. Un grazie infinito a Franco Fior che dal mattino alle 9 sino alla sera ha lavato biciclette senza fermarsi un attimo, sotto la supervisione di Mauro Bandiziol. E un grazie anche a Alberto Cudicio che con il team DP66 è in doppia veste come corridore e meccanico”.

 

 

 

ADISPRO - GIANLUIGI STANGA TIMONE D'ORO

Si è concluso al Convento Santa Lucia La Castellina il convegno annuale Adispro, valevole come corso di aggiornamento per Direttori Sportivi Professionisti. Nel corso delle sessioni di lavoro sono emersi numerosi spunti di riflessione sui quali il consiglio direttivo e gli associati si misureranno nel corso della prossima stagione agonistica, nell'ottica di una continua crescita e aggiornamento del ruolo del direttore sportivo, figura chiave della struttura di un team.

Con l'occasione è stato inoltre consegnato il Timone d'OroA riceverlo quest'anno è stato Gianluigi Stanga,bergamasco classe 1949, tra i più autorevoli direttori sportivi che siano saliti in ammiraglia nella storia del ciclismo italiano. Nelle sue squadre hanno corso atleti di prim'ordine come Francesco Moser, Claudio Corti, Gianni Bugno, Tony Rominger, Luc Leblanc, Davide Rebellin, Axel Merckx, Alessandro Petacchi ed Erik Zabel, solo per nominarne alcuni. "Sono onorato di ricevere questo premio" ha dichiarato il direttore sportivo. "Questo riconoscimento ha per me un grande valore perchè mi è stato assegnato dall'Associazione di cui faccio parte e da persone competenti con le quali ho vissuto grandi momenti sulle strade del ciclismo e con le quali condivido una grande passione per questo sport. Ringrazio il Presidente Goetz e tutti gli associati ai quali auguri un grande 2019 "

Il premio è stato assegnato direttamente dal Presidente dell'Associazione, l'Avv. Davide Goetz il quale ha evidenziato l'importanza del premio "Il Timone d'Oro è un riconoscimento che assegniamo a uno dei nostri membri più autorevoli. Gianluigi con la sua autorevolezza e con la sua professionalità nobilita la nostra categoria e contribuisce alla crescita della stessa. Dev'essere di esempio per tutti noi."

 

 

 

 

TOP DOLOMITES GRANFONDO MADONNA DI CAMPIGLIO

Due fattori distintivi: la storia e il territorio. E un tratto decisivo: le vette delle Dolomiti di Brenta, le Alpi dell’Adamello e della Presanella che incorniciano la Val Rendena. Questo l’incantevole scenario in cui da venerdì 6 a domenica 8 settembre 2019 si terrà la seconda edizione della Top Dolomites Granfondo Madonna di Campiglio North Lake Garda.

La Granfondo con il Trentino dentro. La trentinità della Top Dolomites Granfondo è un altro elemento distintivo di questo evento, carattere tenace, orgoglioso, instancabile che si interseca con quello di coloro che sono abituati al duro lavoro della terra per produrre i prelibati vini e mele prodotti DOC della regione. L’incessante pioggia, che ha caratterizzato la prima edizione, non ha minimante scalfito la determinazione del comitato organizzatore che riparte con rinnovato vigore nell’opera organizzativa dell’evento.

Regala e regalati l’iscrizione alla Top Dolomites Granfondo. Recentemente sono state aperte le iscrizioni e il comitato organizzatore ha deciso di offrire l’opportunità di iscriversi all’ evento versando la quota promozionale di 35 euro invece dei 50 euro della quota regolare sino al 15 gennaio 2019.

“Il Natale si avvicina e abbiamo preparato una promozione per tutti coloro che vogliono regalare ad un familiare, un amico, l’iscrizione alla nostra manifestazione – sottolinea un organizzatore – e diverse proposte per l’ospitalità. La nostra segreteria è a disposizione degli appassionati ciclisti per offrire pacchetti vacanza standard o personalizzati in base alle richieste dei partecipanti”.

Le iscrizioni si effettuano online sul portale della società Endu. I team che vogliono effettuare iscrizioni multiple possono contattare la segreteria organizzativa dell’evento Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. attiva anche per l’assistenza e fornitura di servizi e accoglienza hotel.

 

 

 

TEAM WILIER BREGANZE - DONNE JUNIORES

È stata una stagione sicuramente complicata quella di quest'anno per le juniores del Team Wilier Breganze, ma il bilancio rimane comunque positivo, senza ombra di dubbio. 
Delle sei ragazze in organico, infatti, più di una è stata vittima di infortuni o problemi fisici, che hanno limitato le loro prestazioni.

Le parole del diesse ed ex professionista Davide Casarotto: "Nonostante tutte le evidenti difficoltà che il destino ci ha fatto incontrare nel nostro cammino, le mie atlete hanno saputo farsi valere su tutti i terreni, correndo da protagoniste in ogni occasione ed ottenendo ottimi risultati.
Giorgia Bariani si è saputa confermare e superare sui livelli previsti, mettendo il suo sigillo in quattro prove (Breganze, Cadorago e le cronometro di Romanengo e Revò) e cogliendo due splendidi argenti ai tricolori sia su strada che contro il tempo, oltre ad altri numerosissimi piazzamenti di grande valore e rilievo. Si è dimostrata anche quest'anno una delle atlete di riferimento nella categoria juniores e ha avuto l'onore di poter indossare la maglia azzurra ai campionati europei su strada di Brno e nella cronometro dei mondiali di Innsbruck: ha preso infatti parte a due delle più importanti competizioni del calendario internazionale, ma forse pagando un po' l'emozione."


Continua poi: "Dopo un inizio difficile è cresciuta molto anche Gaia Masetti, che da metà stagione si è ripetutamente piazzata tra le ruote migliori del gruppo in appuntamenti di diverso spessore. Da lei mi aspetto sicuramente molto nel 2019, dato il bagaglio di esperienze che è riuscita ad accumulare in questi mesi.
Aurora Gaio ha concluso a giugno il suo percorso nella categoria juniores, rimanendo con noi nella prima parte di stagione. È stata una spalla fondamentale per Giorgia e Gaia, e la sua grinta e determinazione le hanno permesso di approdare nella categoria regina delle elite con Servetto Stradalli Alurecycling. 
Per Vittoria Berta, Marina Guadagnin e Carlotta Zanin la stagione è sta complicata e piena di difficoltà, ma con il loro preziosissimo aiuto hanno contribuito ai buoni risultati della squadra."


Conclude infine: "Ringrazio tutti i dirigenti del Team Wilier Breganze. Non ci hanno mai fatto mancare nulla e, soprattutto, ci hanno sostenuto nei momenti difficili della stagione. Ringrazio anche il fantastico staff del gruppo juniores, perché senza di loro niente sarebbe possibile: Adriano Merlo, Alessandro De Peron, Gino Lunardon e Alessio Bertoncello. 
Per il 2019 pensiamo di aver costruito un gruppo di valore, partiremo sicuramente con molti stimoli per migliorare le prestazioni ottenute e ripagare la fiducia di tutti i dirigenti e gli sponsor che ci affiancano con grande passione."