Mer11132019

Aggiornamento:02:10:37

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 14 ottobre 2019

News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 14 ottobre 2019

 

 

MARCHE MARATHON

Dal 13 ottobre alla mezzanotte del 15 ottobre quota promozionale di 150 euro, che poi sarà di 170 euro dal 16 ottobre al 31 dicembre e di 195 euro dal 1° gennaio 2020 al 23 febbraio 2020Sette prove in abbonamento più una in omaggio comporranno il calendario della prossima stagione.

CALENDARIO 2020
1° marzo – Granfondo Città di Ancona – Ancona
19 aprile – Granfondo Michele Scarponi – Filottrano (An)
17 maggio – Granfondo Squali – Cattolica (Rn) e Gabicce (Pu)
31 maggio – Granfondo San Benedetto del Tronto-Ciù Ciù – San Benedetto del Tronto (Ap)
21 giugno – Granfondo Straducale – Urbino (Pu)
28 giugno – Granfondo dei Sibillini-La Cicloturistica – Caldarola (Mc) PROVA IN OMAGGIO
12 luglio – Granfondo Terre dei Varano – Camerino (Mc)
6 settembre – Gran Fondo Leopardiana – Recanati (Mc)

 

 

COPPA DEL MOBILIO

Non ci sarà purtroppo al via della 67^ Coppa del Mobilio, la classica per dilettanti élite e under 23 che si corre domani a Ponsacco con il patrocinio del Comune, il Campione del Mondo Under 23 in linea Samuele Battistella. Nei giorni scorsi il team Dimension Data For Qhubeka del quale fa parte l’iridato, è stato protagonista di una brutta caduta durante la cronosquadre tricolore di Treviglio. “Sobrero è fermo dopo l’incidente – dice il ds Daniele Nieri – e la squadra non è in grado di poter schierare al via il numero minimo degli atleti previsti ovvero quattro, motivo per il quale non siamo stati presenti nemmeno domenica a Montecatini nel Gran Premio Del Rosso”. Amareggiati gli organizzatori della Mobilieri Ponsacco per questa defezione importante anche se non mancano tra i circa 94 iscritti nomi di spicco. Le squadre in gara nella prova in linea del mattino, saranno 15 delle quali 10 toscane. Dopo il ritrovo presso la Ecofor Service nella zona industriale di Pontedera, la partenza ufficiale verrà data alle ore 9 da via Vanni a Ponsacco. La distanza è di 124 Km con due ampi giri pianeggianti nella prima parte e le salite di Terricciola e Peccioli nella seconda. L’arrivo previsto poco prima di mezzogiorno. Nel pomeriggio la crono per i primi quindici della gara in linea, con partenza del primo concorrente dalla pedana di via Vanni alle ore 15, e 33 i chilometri sulle strade della Valdera, toccando Pontedera (zona terzo ponte), Val di Cava, Rotatoria I Fabbri, via La Fila, Peccioli basso, La Rosa, Selvatelle, Capannoli. L’anno scorso vinse la prova in linea Filippo Bertone, mentre la crono e la classifica finale della Coppa del Mobilio, il sudafricano Stefan De Bod nel tempo record di 39’22”, alla media di Km 50,296

I PRINCIPALI ISCRITTI: Fiorelli, Corradini, Bikanov, Parashchak, Marchesini, Pesci, Allori, Cianetti, Ferri, Masi, Magli, Sali, Friscia, Tarozzi, Tortomasi, Fiaschi, Baroncini, Zandri, Pietrini, Cataldo.

 

 

GIRO DI LOMBARDIA - CHALLENGE SYSTEM CARS

Tappa finale del 9° Giro di Lombardia-Challenge System Cars-Claudio Chiappucci- Mem Londoni a Gorgonzola (MI), a cura della società cittadina Gorgonzola Ciclismo del Presidente Gigi Villa e del vulcanico Davide Marchisio che ha così voluto ricordare l’amico ed ex presidente Walter Guzzi recentemente scomparso e per la 4° volta Bruno Giussani.

La manifestazione milanese si è svolta sul collaudato percorso attorno alo stadio Comunale, base della Erminio Giana squadra del girone B della serie C di calcio.

La professionalità di Marchisio,Villa & C. era già garanzia di successo in partenza, e il risultato finale è stato solo la conferma, al termine di una bella giornata di ciclismo amatoriale, dove tutti i presenti sono stati accolti del consueto e sontuoso rinfresco finale a base del famoso formaggio che prende il nome dalla cittadina Milanese.

Alle 8.30 prende il via la gara degli atleti più maturi, caratterizzata come sempre dall’elevata andatura e dai continui attacchi che hanno portato al traguardo vincitore Davide Cantù (Ruotamania Cicli) un Master 5 che precede sul traguardo Andrea Locatelli (Probike) e Alberto Destro (Asnaghi Cucine).

Nelle altre categorie al via, la vittoria andava a Giuliano Stucchi (Team Marco Bontempi) nei Master 6 e a Roberto Carrain (VC Cadorago) nei Master 7/8/Donne.

Appena terminata la prima gara, si avviano gli atleti appartenenti alle categorie più giovani, che viaggiando ad andature degne delle categorie agonistiche, giungono al traguardo alla spicciolata con Angelo Morganti ( Trabattoni Calzature) un Master 3 che precede al traguardo Antonio Triggiani (Team Jolly Wear) vincitore fra i Master 2 e Luca
Magagnin (Cicli Di Lorenzo) primo fra i Master 4.

Nell’altra categoria, quella degli EliteMasterSport+Master 1 la vittoria è andata a Manuel Scerbo (Team Breviario).

In totale la manifestazione di Gorgonzola (MI) ha visto ai nastri di partenza circa centoventi atleti, ribadendo il trend di partecipazione in netta crescita per le manifestazioni targate FCI Lombardia, a conferma che la professionalità e la qualità delle organizzazioni Federali stanno riscuotendo sempre maggior successo nella platea dei partecipanti.

Al termine della giornata alla presenza del Presidente Provinciale di Milano Valter Cozzaglio, dell’Assessore allo Sport del Comune di Gorgonzola nonché vice-Sindaco Ilarua Scaccabarozzi, dell’intero staff organizzativo con a capo Gigi Villa e Davide Marchisio, del main sponsor del Giro di Lombardia Ambrogio Romanò titolare System Cars Meda e della Commissione Amatoriale Lombarda con il presidente Gianluca Londoni, il responsabile strada Gianluca Piazzai e quello della logistica Cristian Coladangelo, sono stati consegnati ai vincitori i riconoscimenti di giornata, e sono state effettuate le premiazioni finali del 9° Giro di Lombardia-Challenge System Cars-Claudio Chiappucci- Mem Londoni, che ha visto al termine delle otto prove in programma l’assegnazione di un montepremi di circa 5000€.

In particolare ai vincitori è stato assegnato un collier del valore di € 100 più il classico cesto alimentare, ai secondi classificati un collier del valore di € 90 più cesto, ai terzi classificati un collier del valore di € 80 più cesto, ed al quarto e quinto arrivati una borsa contenente generi alimentari, il tutto offerto come detto da System Cars Meda di Ambrogio Romanò con la partecipazione di Caffè Amary.

Al termine delle otto prove in programma, sono risultati vincitori del 9° Giro di Lombardia-Challenge System Cars-Claudio Chiappucci- Mem Londoni Manuel Scerbo (Team Breviario) fra gli JuniorMasterSport+EliteMasterSport+Master 1, Daniele Riccardo (System Cars) nei Master 2, Angelo Sposito (System Cars) nei Master 3, Alberto Barzetti (Trabattoni) nei Master4, Alberto Destro (Asnaghi) nei Master 5, Ferrante Galmozzi(System Cars) nei Master 6 e Ruggero Gialdini (77 Guidizzolo) nei Master7/8/Donne.

Il 7° Memorial Londoni che viene assegnato ad una personalità, ad una società o ad un atleta che caratterizza o ha caratterizzato negli ultimi anni l’attività amatoriale in Lombardia, è stato consegnato dalla Famiglia Londoni a Valter Cozzaglio, presidente Provinciale di Milano per la Federciclismo, con la motivazione di essere stato, una decina di anni fa, il primo dirigente Federale del presente a credere nel rilancio dell’attività amatoriale in ambito Federciclismo, facendosi promotore della prima Consulta Territoriale Provinciale a Milano, ai tempi la dizione era questa, che si è poi presto trasformata in Consulta Territoriale Lombarda per poi prendere la denominazione attuale di Assise Lombarda, ovvero di quel tavolo di lavoro comune Enti/Fci che ha messo a diretto confronto i dirigenti Regionali degli organismi che si occupano di ciclismo, e che sta portando ad ottimi risultati in termini di collaborazione e confronto: il tavolo si è poi allargato a buona parte del Piemonte dando vita alla costituzione della classificazione di 2° serie, in maniera uniforme fra tutti gli aderenti.

La seconda motivazione non è da meno della prima: Valter Cozzaglio in un passato non proprio remoto è stato un grande atleta, vincitore di numerose manifestazioni dilettantistiche e diretto per qualche anno da Papà Londoni, che lo portava spesso ad esempio per le generazioni seguenti, per le sue doti di atleta vincente.

La stagione Federale vedrà nel weekend del 20 Ottobre la chiusura stagionale sia su strada che in salita con ben due manifestazioni in programma: a Vignate (MI) si chiuderà il capitolo strada a cura di Thoro Bicycles con il 1° Trofeo Errebi, mentre la stagione degli scalatori avrà il suo epilogo a Berzo Demo (BS) con il recupero della Demo-Fabrezza a cura di Enzo Gnani e della sua Gnani Bike Team.

 

 

UAE TEAM EMIRATES

La stagione 2019 dell’UAE Team Emirates si chiuderà in Cina con la 3^edizione del Tour of Guangxi, corsa a tappe di categoria World Tour che si disputerà da 17 al 22 ottobre.

Per affrontare le sei frazioni in programma, i tecnici Bruno Vicino (Ita) e Paolo Tiralongo (Ita) avranno a disposizione:
– Roberto Ferrari (Ita)
– Fernando Gaviria (Col)
– Sebastian Molano (Col)
– Ivo Oliveira (Por)
– Simone Petilli (Ita)
– Aleksandr Riabushenko (Blr)
– Oliviero Troia (Ita)

Queste le prospettive di Aleksandr Riabushenko: “Concluderemo in Cina una lunga stagione: nella seconda parte dell’anno ho trovato ottime sensazioni, spero riuscire ad avere ancora una buona riserva di energie da sfruttare nelle tappe più mosse della corsa cinese.
La squadra è inoltre ben equipaggiata per le frazioni riservate ai velocisti
“.

 

 

MASTROMARCO SENSI NIBALI

La stagione 2019 non finisce più di regalare soddisfazioni e podi alla Mastromarco Sensi Nibali. Nel GP Ezio del Rosso a Montecatini Terme (Pistoia), corsa di km 179, Niccolò Ferri ha colto un ottimo terzo posto alle spalle della forte coppia del Cycling Team Friuli arrivata in parata con Mattia Bais, primo, e Giovanni Aleotti, secondo.

“Ci tengo a complimentarmi con Niccolò per il podio odierno, per la stagione che ha fatto e soprattutto per il carattere che ha dimostrato in questi giorni. Venerdì eravamo tutti a Prato per l’ultimo saluto al povero Giovanni Iannelli. Una tragedia che ha toccato tutti e in particolare il nostro Niccolò. Loro due erano molto amici, gli allenamenti e le uscite insieme ma anche la grande amicizia fuori dalla bicicletta. Non era facile, ma Niccolò ha saputo reagire nel migliore dei modi. E’ in queste situazioni che si vede il valore del vero uomo oltre a quello dell’atleta. Per Ferri è stata una buona stagione, la vittoria a La California in aprile poi purtroppo ci sono stati i problemi al ginocchio che lo hanno penalizzato e impedito di correre al Giro d’Italia, ma è un ragazzo forte e serio, ha saputo recuperare e tornare ad alti livelli per un buon finale di stagione come dimostrato con la bella prova odierna. Il prossimo anno sarà ancora con noi e sono certo che potrà crescere e migliorarsi ancora” spiega il direttore sportivo Gabriele Balducci.

In questo ultimo mese di gare la squadra under23 toscana del presidente Carlo Franceschi si è letteralmente superata tra vittorie, podi e piazzamenti di rilievo nella top5.

“Una continuità di risultati che ci fa piacere ma che va ben oltre l’ultimo mese di gare. Se guardiamo bene è da inizio stagione che con diversi corridori cito in particolare Benedetti, Masi, Magli, lo stesso Ferri ma anche altri, siamo sempre li davanti a lottare raccogliendo risultati importanti. Adesso ormai siamo al 13 ottobre, questo dimostra che abbiamo lavorato in tutte le fasi della stagione nel modo giusto” conclude il diesse Balducci.

 

 

TEAM FRANCO BALLERINI

Si è chiusa con un 2° posto in quel di Castelgomberto l'avventura con i nostri colori del Campione del Mondo a cronometro Antonio Tiberi.

23'34" il tempo fatto segnare dal corridore laziale, 35" più lento del suo rivale Andrea Piccolo.

17 vittorie, 11 secondi posti, 8 terzi posti, il già citato titolo Mondiale conquistato ad Harrogate, due titoli toscani a cronometro e uno in linea, due vittorie con la maglia della Nazionale nella Course de la Paix.

Questo lo score con cui Antonio Tiberi lascia un team Franco Ballerini - Due C che in questo 2019 ha raccolto ben 13 successi, 8 secondi posti e 5 terzi, un bilancio tutto sommato in crescita rispetto alla scorsa stagione.

E' già tempo di vacanze per i nostri ragazzi e di lavoro per lo staff alla ricerca di nuovi talenti da lanciare nell'universo del ciclismo nazionale e mondiale

 

 

 

ALTA VALTELLINA BIKE MARATHON

Anche per l’edizione 2020 sono previsti i due tradizionali e super spettacolari percorsi: il marathon di 100 km – 3260 m. di dislivello – e l’ endurance di 76 km – 2400 m. di dislivello. Per chi invece non vuole “faticare troppo”, ma vuole comunque godere di una pedalata indimenticabile, ci sarà un terzo percorso: il classic di 44 km con 1485 m. di dislivello. Nella scenografica cornice del Parco Nazionale dello Stelvio , fra vette e ghiacciai, laghetti alpini e verdi pascoli, flora e fauna tipiche delle alte quote, una giornata davvero leggendaria attende tutti gli amanti delle ruote grasse, che il prossimo 25 luglio sceglieranno di essere presenti alla 12 ª edizione dell’Alta Valtellina Bike Marathon. Dalle ore 9.00 di lunedì 28 ottobre , con la tua iscrizione, potrai essere protagonista della Marathon valtellinese, una vera e propria impresa d’alta quota. La macchina organizzativa, archiviata l’amarezza di una edizione annullata a causa dell’allerta meteo, sta ora lavorando sodo per un evento che ripropone ogni anno nuove emozionanti sfide. A breve tutte le informazioni sul sito altavaltellinabike.it, incluse le modalità d’iscrizione agevolata e noleggio gratuito del chip per gli iscritti dell’edizione 2019.

 

 

ANDRONI SIDERMEC

Non si ferma l’Androni Giocattoli Sidermec. Dopo il bel Giro di Lombardia con la fuga e il primo posto sul Ghisallo di Fausto Masnada, sono arrivate le buone notizie di giornata dall’Oriente per i campioni d’Italia. Al Tour of Taihu Lake, infatti, ha vinto Matteo Pelucchi davanti al compagno Marco Benfatto. L’uno-due è arrivato nella quarta tappa della corsa cinese, la Suzhou-Suzhou di 116 chilometri. Terzo Raim (Israel Cycling Academy), poi Bevilacqua e Kennet.

Non è la prima volta in stagione che i due velocisti dell’Androni Giocattoli Sidermec chiudono una corsa al primo e secondo posto: in maggio era già successo alla Vuelta a Aragon in Spagna. Per Pelucchi è il sesto successo stagionale, per l’Androni Giocattoli Sidermec, in Cina guidata dal direttore sportivo Giampaolo Cheula, il 31° successo del 2019.