Ven05242024

Aggiornamento:09:52:37

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada e fuoristrada 18 marzo 2024

News da ciclismo su strada e fuoristrada 18 marzo 2024

 

 

ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR

E' stata una domenica baciata dal sole quella che ha visto i ragazzi della Zalf Euromobil Désirée Fior tornare in top ten: nella Popolarissima di Treviso, primo appuntamento internazionale della stagione 2024, Giovanni Zordan ha chiuso al sesto posto la volata a ranghi compatti che ha deciso una prova scivolata via ad altissima velocità. Gli alfieri dei patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior sono stati presenti in tutte le principali azioni di giornata e, nel finale, hanno pilotato al meglio il vicentino Giovanni Zordan che, però, sul rettifilo d'arrivo di Viale D'Alviano è stato costretto ad inchinarsi alle ruote veloci più in forma del momento. Scalatori protagonisti, invece, a Montecassiano (Mc): sulle strade marchigiane il migliore degli atleti in casacca bianco-rosso-verde è stato il danese Dennis Lock che ha chiuso in ottava piazza al termine di una prova generosa. Piazzamenti che segnalano una condizione in crescita per la rosa seguita da vicino dai DS Gianni Faresin, Michele Corrocher e Renato Caramel che già domani tornerà in gruppo per un altro appuntamento internazionale: tra Italia e Slovenia, infatti, si corre il Gp Brda Collio, inserito nel calendario dell'UCI Europe Tour. Circuito ondulato di 15,4 chilometri da ripetere 10 volte, con partenza e arrivo a Dobrovo, per quella che rappresenta una bella occasione per accumulare esperienza internazionale e anche per provare ad andare a caccia del primo successo stagionale.

 

 

LUGAGNANO OFF ROAD

La Lugagnano Off Road si è presentata in massa alla due giorni di cross country, disputata in provincia di Verona, nel contesto agonistico della prima tappa del circuito degli Internazionali d’Italia Series, ed in abbinata, alle gare nazionali riservata alle categorie agonistiche Giovanili e Master. Una trasferta impegnativa. Per quanto concerne gli Internazionali d’Italia Series, ed entriamo nella categoria Junior (17/18 anni) tanta sofferenza per il nostro Alberto Cavalieri (59^), sicuramente in una giornata no, con Rayan El Meksali costretto al ritiro per rottura del pedale. Per quanto concerne le categorie agonistiche giovanili. Anche in questo caso, i “nostri” bikers, hanno trovato qualche difficoltà. In campo femminile, Emanuela Cavalieri (è tredicesima), dopo una buona partenza, è andata in calando nella prova riservata alle Allieve del I anno (15 anni). In campo maschile. Tanta attesa per i due Esordienti del I anno (13 anni) che hanno gareggiato su un percorso tecnico. Tanta grinta per Nicolò Castellana (66^ su 124 atleti al via) e Lorenzo Sesenna sempre tenace. In fascia II (14 anni) ha gareggiato Mathieu Longinotti, mentre tra gli Allievi del I anno (15 anni) Filippo Cavalieri (trentesimo) deve ancora trovare la sua migliore condizione. Chiudono le loro prove anche Federico Mulazzi e Luca Cabrini. Negli Allievi del II anno (16 anni) Federico Tonoli è 57^ (su 120 atleti al via) precedendo al traguardo, di qualche posizione, il compagno di squadra Matteo Mazza. Finestra aperta anche sui nostri Master, con Francesco Ferrari e Carlo Zuccolini, che regalano due medaglie al team di Lugagnano Val D’Arda. Ferrari sale sul gradino più alto del podio nella gara riservata ai Master 8 (65/69) con Zuccolini medaglia di bronzo nella gara riservata ai Master 6 (55/59). In gara anche Massimo Ghisoni: è diciottesimo tra i master 4 (45/49).

 

 

TEAM ECOTEK

Gli impegnativi strappi delle Bregonze hanno tenuto a battesimo il debutto degli juniores del Team Ecotek in una prova di livello nazionale. I ragazzi del presidente Luigi Braghini hanno partecipato alla seconda edizione della Piccola Liegi delle Bregonze, prova di 119 km a cui hanno partecipato 196 atleti, facendo altri passi in avanti rispetto alle prime apparizioni a Volta Mantovana e Prevalle. Michele BonomettiNiccolò CastelliMatteo Faustinelli hanno tagliato il traguardo nel primo gruppo inseguitore, chiudendo la loro prova in 30°, 31° e 39° posizione. Ma, ordine d’arrivo a parte, a confortare il direttore sportivo Marco Zanotti è stato lo spirito con cui l’intera squadra ha approcciato la competizione. “Era un bel test per i nostri ragazzi, il primo di caratura nazionale”, conferma l’ex professionista bresciano. “Al via c’erano tutti i migliori atleti e le migliori formazioni del Paese, pronte a sfidarsi sin dai primi chilometri su un percorso impegnativo, tanto che la prima ora di gara è volata a una media superiore ai 44 all’ora. E nei vari passaggi sulle Bregonze ho visto i ragazzi dare tutto quello che avevano, stringendo i denti quando c’era da resistere, limando le posizioni quando la gara lo permetteva; insomma, i ragazzi non hanno subito la gara, ma hanno provato a farla; un approccio non scontato, visto che sei di loro sono al primo anno nella categoria”.

I primi a tagliare il traguardo sono stati tre atleti classe 2006, come Bonometti, Castelli e Faustinelli.

“Hanno perso le ruote del gruppo che si è giocato il successo solo nel finale, segno che la loro condizione sta crescendo; con loro ci sarebbe stato sicuramente anche Paolo Nica, che purtroppo ha sofferto dei postumi della caduta di Prevalle e non è riuscito a rendere al massimo; ma acciacchi a parte siamo sulla strada buona e sono convinto che con questo spirito potremo prenderci delle belle soddisfazioni”.