Dom04142024

Aggiornamento:09:19:45

MTB

La spadista Francesca Quondamcarlo sarà madrina della 24h Roma Sport

Francesca Quondamcarlo, vicecampionessa europea di spada femminile ai recenti Europei di scherma che si sono svolti a Zagabria, sarà la madrina dell’ottava edizione della 24 ore di Roma di mountain bike.

La presenza di un’atleta che proviene dal mondo della scherma vuole simboleggiare la filosofia della 24 ore di quest’anno, che è inserita all’interno della 24h Roma Sport. Tantissime sono infatti le attività collaterali che graviteranno attorno alla prova di endurance in mountain bike: tra tutte queste ci sarà anche la scherma, coordinata dal Comitato Regionale FIS-Lazio che sarà presente con propri istruttori in uno spazio dove verrà allestita una piccola pedana per far provare ai bambini questa prestigiosa disciplina.

La passione per la scherma non esclude quella per la bicicletta, come esprima Francesca Quondamcarlo: “Mi piace molto andare in bici, quando posso esco molto volentieri. Soprattutto da piccola amavo molto la mountain bike, adesso non la uso da un po’ di tempo ma non mancherà occasione per tornare a pedalare anche su questo mezzo. E’ un vero piacere per me essere madrina della 24h Roma Sport”.

Francesca Quondamcarlo darà il via alla gara di mountain bike sabato 14 settembre alle ore 12 e si intratterrà con i bambini che si cimenteranno con la scherma.

Il villaggio della 24h Roma Sport sarà aperto da venerdì 13 settembre con tutte le altre attività collaterali di fitness, gestite dallo Sporting Club Paradise, di rugby e di calcio a tre.

 

 

Ufficio Stampa 24H Roma Sport Lorenza Santangelo&Carlo Gugliotta



NUOVA LOGISTICA ALL’ANDORA BIKE MIRKO CELESTINO

Il 6 ottobre l’Andora Bike tornerà per la sua terza edizione e le sorprese sono appena cominciate. Si comincia da una logistica completamente rivista con partenza e arrivo dal lungomare di Andora, sulla strada della Milano-San Remo. Ancora pochi posti disponibili per le iscrizioni che chiuderanno al raggiungimento delle 1000 adesioni.

TRENTINO MTB SEMPRE PIÙ CALDO: PALLHUBER E MENAPACE ANCORA DAVANTI

La Val di Fassa Bike dello scorso 8 settembre era la quinta e penultima prova di Trentino MTB e le classifiche parziali del circuito hanno subìto qualche scossone. Non tutte però, partendo dalla Open infatti, i due precedenti leader, l’altoatesino Johann Pallhuber e la trentina Lorenza Menapace, hanno mantenuto la testa delle rispettive, riuscendo con bravura ed esperienza a tenersi alle spalle tutti i principali avversari. Nella gara maschile, vinta sul tracciato marathon da Juri Ragnoli davanti a Leonardo Paez e Tony Longo, Pallhuber è risultato decisamente più brillante del collega Johannes Schweiggl e lo ha preceduto sul traguardo di oltre 3’30”. Ora Pallhuber conduce sul compagno di team e primo antagonista di quasi 400 punti, mentre dalle retrovie sono tornati sotto sia Longo che Ragnoli, i quali però hanno fino ad oggi gareggiato in solo tre delle quattro gare “minime” necessarie per entrare in classifica finale.

MARATHON VALLE DEL FARFA: A SEGNO ROBERTO CRISI, CLAUDIA CANTONI, SABRINA DI LORENZO ED EMILIANO DOMINICI

L’Inkospor Mtb Marathon Lazio e la XCP Cup Point to Point hanno fatto convogliare a Castelnuovo di Farfa un discreto numero di biker da tutta la regione, oltre a quelli di Abruzzo, Molise, Umbria e Trentino, per la quinta edizione della Marathon Valle del Farfa.

Ragnoli e Fay dolomitici a Moena

Ragnoli-Fay è la nuova coppia d’oro alla Val di Fassa Bike di Moena, in Trentino, sulle Dolomiti. Sia il bresciano che l’irlandese non avevano mai vinto la prova marathon sulle Dolomiti, che oggi ha celebrato anche i successi di Ivan Degasperi e Debora Coslop nel percorso Classic di circa 45 km e di Eleonora Serafin e Massimo D’Antonio nello Short di poco superiore a 30 km. La mattinata si era aperta con il cielo coperto di Moena e 1400 bikers raccolti in zona campo sportivo. Tra le punte di diamante convocate oggi c’erano un ex campione olimpico come Miguel Martinez, gli ex iridati marathon Paulissen, Ilias e Debertolis, un ex campione europeo come Alexey Medvedev, i temibili colombiani Paez, Botero Salazar e Arias Cuervo, e tanti primi della classe nostrani come Celestino, Deho, Mensi, Longo, Cominelli, Franzoi, Pallhuber e Costa. Oltre a questi, anche alcuni protagonisti della UCI Mtb Marathon Series, ovvero la Coppa del Mondo Marathon, si leggano Steffen Thum, Soren Nissen, Simon Gegenheimer e Matthias Leisling tra i tanti.