Mer08122020

Aggiornamento:09:34:27

Back Strada L'high teak Bianchi conquista la stampa internazionale

L'high teak Bianchi conquista la stampa internazionale

In un autentico paradiso come il Castello di Clanezzo, nella verdissima Valle Imagna vicino Bergamo, il “Bianchi Press Event” (14 e 15 giugno) si è concluso con pieno successo, gratificato dalla partecipazione di quasi 50 giornalisti provenienti da 13 nazioni in rappresentanza di Europa, Africa e Asia. L’attenzione che il marchio di Treviglio dedica ai mezzi di comunicazione è stata premiata dalla perfetta riuscita di questa due giorni, trascorsa peraltro in un clima ideale e in un’atmosfera di grande coinvolgimento da parte di tutti i presenti. “E’ particolarmente piacevole notare quanta attenzione e considerazione ci sia intorno al nostro marchio ma soprattutto al prodotto ed in particolare all'alta gamma in carbonio”, ha commentato l’Amministratore Delegato di Bianchi, Bob Ippolito nel suo saluto ai convenuti.

 

Nella prima giornata, è stata presentata un'anteprima della gamma dei modelli Road e MTB 2012 con un approfondimento sulle tecnologie utilizzate da Bianchi e sviluppate internamente (in particolare nell’utilizzo del carbonio). Ampio spazio è stato poi dedicato alla presentazione delle attività di comunicazione e marketing per il 2011 e 2012, all'interno delle quali figurano importanti collaborazioni con marchi della moda, operazioni di licensing, nuove campagne pubblicitarie, eventi internazionali e l'utilizzo di nuovi strumenti multimediali di comunicazione (applicazione I-phone, Facebook e Twitter) per essere sempre più "customer-oriented".

Sicuramente Bianchi sta esprimendo un lavoro di sviluppo tecnologico legato al carbonio di assoluta avanguardia, con interventi mirati per massimizzare la trasmissione di potenza attraverso il telaio, aumentandone la rigidità e allo stesso tempo la leggerezza grazie ad un ampio utilizzo della Nanotecnologia. Riscontri più che positivi hanno ricevuto in particolare Oltre, Sempre e Infinito, sulle quali si è lavorato con un processo di ottimizzazione del telaio abbinato ad una evoluzione della grafica e della combinazione di colori. Molto apprezzata anche la nuova Methanol SL2 (contraddistinta dalla T-Net technology: una finissima rete in titanio inglobata all'interno della fibra di carbonio nella parte inferiore del tubo obliquo, a protezione dello stesso) e l'assoluta novità, la Methanol 29". Nell'ambito del progetto "29 pollici", è stata presentata anche una nuova versione della Jab - anch'essa al centro delle attenzioni dei giornalisti presenti.

Accanto ai numerosi modelli di alta e altissima gamma in carbonio, Bianchi ha poi mostrato in anteprima un nuovo prodotto Road in alluminio: Impulso. La particolarità di questo telaio (parte della famiglia C2C - Coast to Coast) è l'utilizzo della Triple Hydroformed Technology (esclusiva Bianchi): il tubo orizzontale e quello obliquo vengono sottoposti ad un processo di idroformazione, quindi vengono saldati e fusi insieme per formare una struttura monoscocca ed infine sottoposti ad un ultimo processo di idroformazione. Il risultato è un miglioramento complessivo della rigidità del telaio, abbinato ad un up-grade estetico, in quanto viene eliminato l'effetto saldatura nell'area dello sterzo.

La collaborazione con i team professionistici su strada e offroad si sta rivelando molto importante per Bianchi nell’ottica di un continuo miglioramento dei modelli di punta. Quest’anno in particolare, l’esperienza del Giro d’Italia al fianco della Androni Giocattoli-CIPI (equipaggiata con il modello Oltre) ha avuto risvolti estremamente interessanti supportati dai risultati ottenuti (due  vittorie di tappa, quindici piazzamenti nei primi dieci e settimo posto finale di Rujano nella classifica generale). Lo stesso vale per la mountain bike, visti i successi ottenuti dal Team TX Active-Bianchi con la Methanol SL e SL2, tra cui spicca la vittoria di Kerschbaumer nella prima prova di Coppa del Mondo in Sudafrica.

Durante il Press Event, alcuni atleti del Team Androni-CIPI (Roberto Ferrari e Giairo Ermeti, accompagnati dal team manager Gianni Savio) e del team TX Active Bianchi (Gerhard Kerschbaumer e Christian Cominelli, con al seguito il direttore sportivo Massimo Ghirotto) hanno pedalato assieme ai giornalisti nella seconda giornata del programma, dedicata ai test dei diversi modelli sia corsa che MTB, insieme a tutto lo staff Bianchi, rigorosamente composto da “cycling people”: non è un caso che ben quattro ex-professionisti occupino ruoli-cardine all’interno dell’azienda.

 

 

Fonte: Ag. Vitesse Bianchi Press Office