Lun08102020

Aggiornamento:09:55:35

Back Strada Successo mediatico e di valori per la pedalata simbolica da Codogno a Vò

Successo mediatico e di valori per la pedalata simbolica da Codogno a Vò

 

 

“Sono felice di aver visto questi atleti delle 8 squadre Continental Italiane arrivare fino a Vo’. Voglio fin da ora dire che ci impegneremo per far diventare questo itinerario Codogno – Vo’ una classica del ciclismo giovanile italiano”.
Con queste parole Giuliano Martini, sindaco di Vo’, ha accolto il gruppo dei 24 corridori  giunti nella piazza del Municipio e che hanno idealmente unito i territori del Covid con una pedalata che ha visto anche le tappe di Terranova de Passerini, Cremona e Noventa Vicentina.

Il mattino, alle 10:15 in piazza Cairoli, anche il sindaco di Codogno, Francesco Passerini, aveva mandato il primo messaggio ideale consegnando un gagliardetto che ha attraversato Lombardia e Veneto prima di arrivare a Vo’. ”Siamo venuti fuori da una situazione difficilissima e non abbiamo mai mollato. Lo sport è vita e la pedalata odierna rappresenta un ritorno alla normalità”.

Questo in sintesi il pensiero dei primi cittadini delle 2 città unite dalla Codogno-Vo’. L’importanza del messaggio è stata sottolineata dalla presenza di molte emittenti televisive nazionali, locali e di settore. L’iniziativa ha goduto di un servizio su TG1 delle 13:30 (a cura si Alberto Ambrogi), Rai Sport alle 18:00 e i passaggi su TGR Lombardia, Veneto e Marche.

Un evento che è stato patrocinato dall’Associazione I Colori per la Pace presieduta da Antonio Giannelli che ad ogni tappa ha consegnato la maglia realizzata appositamente per la manifestazione .

 

 

“Il ciclismo ancora una volta si è dimostrato un grande veicolo di comunicazione e di unione. Siamo veramente felici di aver dato il via ad un percorso importante. Rappresentiamo i valori della pace che ben si sposano a quelli dello sport. In questa giornata di grande sole abbiamo fatto un nuovo passo per lasciarci alle spalle un periodo buio”.

TERRANOVA E CREMONA: Lungo il percorso gli atleti hanno trovato i bimbi Terranova dei Passerini con il sindaco Alda Resemini. I bimbi hanno ballato sulle note dell’inno di Mameli.
“Mi sono commossa. Grazie per la vostra iniziativa”.

La seconda visita è stata fatta all’ospedale di Cremona dove una delegazione composta da infermieri e medici ha salutato i team. “Voi siete il messaggio più bello – le parole di Samin Zadeh medico di direzione – siamo in una fase della Pandemia che a livello Mondiale è nel suo picco, mentre in Italia, grazie alle misure prese è in una buona situazione anche se registriamo ancora numeri di positività che ci fanno stare in allerta”.

NOVENTA VICENTINA. Nella cittadina veneta al gruppo si è unita la società ciclistica di Vo’ del Presidente Graziano Lovo e della ciclista professionista Francesca Pattaro.

I TEAM: “Un ringraziamento – ha commentato Rossella Di Leo, anima dell’evento con Massimo Rabbaglio, Angelo Baldini e Daniele Calosso – va ai 24 ciclisti rappresentanti le società Continental italiane (Biesse Arvedi, Colpack Ballan, , Cycling Team Friuli, Casillo Hoppla petroli Firenze Sangemini Trevigiani MgkVis Vpm , Iseo serrature Rime Carnovali, General Store Essegibi , Area Zero D’Amico)”.

www.teamcolpack.it