Ven05242024

Aggiornamento:12:12:22

Back Strada Tutti i protagonisti della 1°edizione della PesGara per la Legalità

Tutti i protagonisti della 1°edizione della PesGara per la Legalità

Immagine

 

 

Una festa dello sport e dell’atletica, oltre che agonistica, quella vissuta a Pescara domenica 23 ottobre con la 1^ edizione della PesGara per la Legalità, manifestazione podistica del calendario nazionale FIDAL che prevedeva una gara di Km 10. 200 sono stati i podisti al via. Luogo di ritrovo e arrivo, la centralissima Piazza della Rinascita (Piazza Salotto). La gara è stata nobilitata da due atleti azzurri: Yassin Bouih (Fiamme Gialle), che ha vinto in 30’18”, e Yassine Rachik (Fiamme Oro), secondo in 30’42”, dopo che quest'ultimo aveva condotto la gara all'inizio. Terzo è arrivato il portacolori dell’Atletica Vomano Luca Ursano, 31’04”, l’anno scorso nazionale under 23 agli Europei di categoria. Tra le donne, primo posto dell’Allieva Serena Quintiliani (Tethys Chieti), ottima ottocentista, 35^ nell’ordine d’arrivo generale in 39’30”. La manifestazione è stata organizzata dalla società Passologico in collaborazione con il Comune e con la Regione, su iniziativa della Prefettura di Pescara insieme ai corpi delle Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale) e delle Forze Armate (Esercito, Guardia Costiera e Aeronautica).Testimonial d’eccezione è stato Stefano Tilli, che ha dato simbolicamente il via alla gara in assetto di partenza dai blocchi. Il messaggio sociale dell’evento era rivolto alla sensibilizzazione sui temi della prevenzione per la legalità, ma anche per la salute. Oltre agli atleti che hanno vivacizzato la gara per i primi tre posti, si sono messi in luce Francesco Cacciatore (Unione Atletica Abruzzo), quarto in 33’14”, e lo Junior Riccardo Di Lizio (Aterno Pescara), quinto in 33’18”, sesto Alessio Bisogno (Passologico) 33’51”, davanti al veterano Alberico Di Cecco (Vini Fantini) 34’03”, ottavo Samuel Borraccino (Passologico). Tra le donne, seconda Sara Di Prinzio (Runners Chieti) 40’12”, terza Elena Trivellone (Tethys Chieti) 41’22