Sab06242017

Aggiornamento:02:43:28

A Magenta una prima tappa da incorniciare per il Giro d'Italia Handbike

Giovanni Achenza, medaglia di bronzo a Rio per il triathlon paralimpico  si aggiudica la prima maglia rosa della stagione del Giro d’Italia di HandBike con un distacco di misura dal gruppo degli inseguitori. La città di Magenta, in provincia di Milano, ha ospitato la prima tappa del Giro d’Italia di HandBike con i suoi 85 atleti e gli staff tecnici al seguito. Il sindaco Marco Invernizzi e l’assessore Marzia Bastianelli hanno fatto gli onori di casa insieme a un ospite d’eccezione: Andrea Noè, ex ciclista professionista.
Il circuito era di 4 km e 600 metri pianeggiante, nel centro cittadino e dunque molto veloce.  Giovanni Achenza ha vinto la prima tappa percorrendo 41 km in 1 h, 7 minuti e 46 secondi. Ha percorso i 9 giri di circuito con una media di 36.6 km orari, toccando punte di 39 km orari.  Se Achenza, categoria MH4, è rimasto in fuga immediatamente dal primo giro, a distanza di un minuto si è disputato un vero testa a testa per aggiudicarsi il secondo e terzo gradino del podio della classifica assoluta: Diego Colombari, categoria MH5,  della Polisportiva Passo ha conquistato il secondo posto con un tempo di 1 h, 9 minuti e 35 secondi, mentre  Orazio Fagone, categoria MH4, con 1 h, 7 minuti e 36 secondi della Sportabili Alba si è classificato terzo.

“Sono contento del risultato di questa prima gara – ha commentato Giovanni Achenza, team Equa – volevo vedere e testare le mie condizioni di quest’anno, dopo Rio e ho deciso di iscrivermi al Giro d’Italia di Handbike, vengo dal triathlon paralimpico e pratico carrozzina olimpica, nuoto e handbike, e quest’ultima è sempre stata la mia passione”.


Il parterre delle autorità era gremito al momento delle premiazioni: Walter Ferrari, presidente del Giro d’Italia di Handbike, la famiglia Pedretti proprietaria di PMP sponsor ufficiale della Maglia Nera, Mauro Bassani in rappresentanza della Teleflex sponsor ufficiale della Maglia Bianca, Agata Mottola stilista delle maglie del Giro e le modelle che hanno incoronato i vincitori delle maglie rosa, bianca e nera.

Questa prima tappa ha visto l’ingresso della nuova categoria M7-H0, dove persone normodotate possono correre in handbike, al momento vi è un solo iscritto Alberto Glisoni, corridori per FTC Equipe.
“E’ fantastico correre sull’handbike - ha affermato Alberto Glisoni – è bellissimo sentire il vento sulle faccia e far mulinare le braccia per raggiungere velocità inaspettate sui 20 -30 km orari, aveva proprio ragione mia moglie Grazia Colosio, anche lei handbikers da più anni, ad essere entusiasta di questa disciplina ed è bello allenarsi insieme”

È stato proclamato Vincitore Assoluto di Tappa, per le categorie maschili, Giovanni Achenza (Team Equa), mentre per le categorie femminili la più veloce è stata Silke Pan (Team Active)
Queste le Maglie Rosa dopo la prima tappa: Alberto Glisoni (HO), Riccardo Cavallini (MH1), Omar Rizzato (MH2), Roberto Brigo (MH3), Giovanni Achenza (MH4), Diego Colombari (MH5), Roberta Amadeo (WH2), Francesca Fenocchio (WH3) e Silke Pan (WH4)
La Maglia Bianca TELEFLEX è stata assegnata a Maicon Chagas Da Conceiaco del Team Active
La Maglia Nera PMP è stata assegnata a Simone Ciervo della Sportabili Alba Onlus
Sono stati consegnati anche i 3 premi speciali firmati GATORADE a Uberti Giuseppe (MH2), Roxana Dobrica (WH3) e Sergio Balduchelli (MH1).

Le classifiche complete sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione all’indirizzo www.girohandbike.it/tappe

L’appuntamento con il Giro d’Italia di HandBike è rimandato al prossimo 18 giugno a Tirano (SO) per la seconda tappa.
Francesca Ronchi - Ufficio Stampa Giro d'Italia Handbike