Lun11182019

Aggiornamento:10:23:08

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 2 luglio 2019

News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 2 luglio 2019

 

 

GRANFONDO NEL PARCO - SARTO

L'umbro (di Amelia, in provincia di Terni) Simone Lanzillo è il vincitore della 4a edizione della "Gran Fondo Nel Parco Sarto", manifestazione nazionale riservata ai cicloturisti ed organizzata, ieri mattina a Villetta Barrea e dintorni, dall'omonima società capitolina Asd Gran Fondo nel Parco di Simone Carbutti e Nicolangiolo Zoppo. Circa 400 i partecipanti, 321 dei quali si sono dati battaglia lungo i 116,2 km. della gara principale, il cui arrivo era previsto a Scanno, in località Passo Godi. Il 36enne atleta della Di Gioia Cycling Team ha impiegato 3h23'13" per coprire l'intero tratto, tagliando il traguardo in splendida solitudine, visto che il secondo classificato, Federico Costarelli, ha accumulato un ritardo di oltre 6' rispetto al suo corregionale, battendo allo sprint il reatino Giorgio Anselmicchio, che ha così completato il podio. Il primo degli abruzzesi, invece, è risultato il pescarese (di Nocciano) Giacomo Canale, mentre tra le donne, la migliore di tutte è stata la frusinate Laura Di Palma, piazzatasi al 76° posto nella classifica generale, davanti alla capitolina Valentina Pezzano, 91a. A corollario della Gran Fondo, si è inoltre svolto anche il "Giro Gourmet nel Parco", gara non agonistica di 44 km. riservata a chi, pur pedalando, ha preferito invece soffermarsi sulle bellezze paesaggistiche e culinarie della zona, approfittando dei numerosi punti di ristoro (dov'era possibile gustare i prodotti tipici locali) allestiti per l'occasione dagli organizzatori. Che hanno inoltre lanciato una raccolta fondi in favore della Dynamo Camp, il primo camp di terapia ricreativa esistente in Italia appositamente strutturato per ospitare, in maniera assolutamente gratuita e per periodi di vacanza e svago, bambini e ragazzi malati, in terapia o alle prese col periodo post ospedaliero. Il tutto all'interno dell’incontaminata oasi naturalistica (affiliata WWF) esistente tra le montagne dell’Appenino pistoiese. "Un modo per sensibilizzare gli sportivi", sottolinea Nicolangiolo Zoppo, "nei confronti di una struttura che necessita di importanti contributi per poter svolgere appieno la propria missione". Alla fine, comunque, tutti, agonisti e non, si sono ritrovati assieme per un gustoso pasta party e l'immancabile, quanto ricca, cerimonia di premiazione.ORDINE D'ARRIVO FINALE GRAN FONDO NEL PARCO SARTO: 1) Simone Lanzillo (Di Gioia Cycling Team); 2) Federico Costarelli (Cycling for All); 3) Giorgio Anselmicchio (Colnago MG K Vis); 4) Raffaele Cinque (Team Ciclismo Sorrentino); 5) Samuele Scala (Team Levante); 6) Stefano Simoneschi (ITA); 7) Giacomo Canale (MKG Cycling Team); 8) Cesare Pesciaroli (ITA); 9) Luciano Marino (MTB Caserta); 10) Marco Corelli (Erreclima Professional Cycling); 11) Davide Tedesco (Cicli Rebike); 12) Gaspare Cappiello (Team Ciclistico Sorrentino); 13) Luigi Fiori (Appodia Team Bicimania); 14) Renzo Mele (Team Go Fast); 15) Pierpaolo Chialastri (Ifi - Giant Store Roma); 16) Dominic Giampaolo (USA); 17) Federico Pignalberi (Team Go Fast); 18) Dario Di Ianni (Ifi - Giant Store Roma); 19) Mohamed Yahya Abdel Sadek Shalaby (Extreme Team); 20) Alessio Pignalberi (Team Go Fast); 21) Fabrizio Orsini (Gruppo Sportivo Ciclotech); 22) Domenico Savino (Asd Ciclo Tech); 23) Fabio D'Amico (Extreme Team); 24) Giacinto Primiani (Molise Tour Bike); 25) Gabriele Masciulli (ITA); 26) Matteo Cecconi (Ifi - Giant Store Roma); 27) Gianluca Colucci (Asd Ciclo Tech); 28) Damiano Genovesi (Piesse Cycling Team); 29) Loreto Vizzaccaro (Bikextreme Racing Team); 30) Amedeo Nonni (Appodia Team Bicimania).

 

 

IN RICORDO DI NONNO BRUNO

Va agli Amici della bici Junior la 3a edizione del Trofeo "In ricordo di nonno Bruno", gara ciclistica di crosscountry giovanile organizzata ieri pomeriggio a Palena dalla Sangro Bike di Altino. Alla bella e vivace manifestazione, riservata ai Giovanissimi, hanno preso parte una settantina di ragazzi (tra i 6 ed i 12 anni) provenienti da svariate parti d'Abruzzo, oltre che dal vicino Molise. Con la presenza alle premiazioni dell'azzurro del paraciclismo Pierpaolo Addesi, la società pescarese (con sede a Spoltore) ha totalizzato 106 punti, precedendo in classifica i seguenti nove club: 2) D'Ascenzo Bike (86 punti); 3) Pedale Teate (51 punti); 4) Pedale Sulmonese (25 punti); 5) Sangro Bike (12 punti); 6) GS Cicli Fiorin (10 punti); 7) Team Cesidio La Ruspa Avezzano (9 punti); 8) Becilacqua Sport - Ferretti (7 punti); 9) Rampiclub Barrea e Isernia Bike Team (un punto). Questi, invece, divisi per categorie, i principali piazzamenti fatti registrare a livello individuale. Categoria G1M: 1) Andrea Plevano (Amici della bici Junior); 2) Christian De Angelis (Pedale Teate). Cat. G1F: 1) Anita Ciampani (D'Ascenzo Bike); 2) Ivana Di Clemente (Pedale Sulmonese). Cat. G2M: 1) Riccardo D'Andrea (Amici della bici Junior); 2) Matteo D'Alessio (Pedale Teate). Cat. G2F: 1) Marianna Marcozzi (D'Ascenzo Bike). Cat. G3M: 1) Aaron La Cioppa (Pedale Teate); 2) Riccardo Esposito (Amici della bici Junior). Cat. G3F: 1) Noemy Ferrusi (Pedale Sulmonese); 2) Chaira Serpentini (Amici della bici Junior). Cat. G4M: 1) Nicolò Arena (Amici della bici Junior); 2) Francesco De Santis (D'Ascenzo Bike). Cat. G4F: 1) Sofia Anna Caterini (D'Ascenzo Bike). Cat. G5M: 1) Federico Di Giuseppe (D'Ascenzo Bike); 2) Elia Marcozzi (idem). Cat. G5F: 1) Marta D'Incecco (Amici della bici Junior). Cat. G6M: 1) Filippo Cerasi (Amici della bici Junior); 2) Vincenzo De Angelis (Pedale Teate). Cat. G6F: 1) Giada La Cioppa (GS Cicli Fiorin); 2) Alice Testone (Team Cesidio La Ruspa Avezzano).

 

 

BMX FREE STYLE

Grazie all’impegno messo in campo direttamente della FCI, nel doppio appuntamento organizzato con il Kobra BMX Team di Alessandro Barbero, gli atleti azzurri hanno fatto incetta di punti UCI utili per la qualificazione per Tokyo 2020. In palio, infatti, nel doppio appuntamento, sabato il 1° Zoo BMX Pro Challenge e, domenica, il Campionato Italiano. In particolare Alessandro Barbero è riuscito nell’intento di vincere, non solo per la seconda volta consecutiva il Campionato Italiano BMX Free Style Park, per il quale era ampiamente favorito ma anche la gara Internazionale C1, davanti al forte rider francese Maxime Bringer e al tedesco Michael Meisel, quest’ultimo, nel tentativo di superare il nostro Barbero, è incappato in due cadute, in tutte e due le run di finale. Grazie spettacolo anche dagli altri azzurri che si sono dati battaglia in tutti e due le giornata di gara. Podio C1 Podio Italiano Super prestazione di Emanuele Bettassa nella gara C1 che sale sul terzo gradino del podio ma che nelle qualifiche dell’italiano cade e riporta purtroppo la frattura di un polso, vanificando la doppietta sul podio. Da segnalare la prestazione del giovanissimo (Junior 1^ anno) Gabriele Pala, che arriva ai piedi del podio in tutte e due le gare, dimostrando il grande livello acquisito nell’ultimo anno, nonostante la sua giovane età.

 

 

 

SOMEC MGK VIS - GRANFONDO PINARELLO

Appunti per un’idea fissa è l’unico album realizzato dal gruppo rock progressivo italiano Capsicum Red, di cui il cantante trevigiano Bruno Red Canzian ne era la voce. Appunti per un’idea fissa sono quelli che ha studiato e applicato la ventitreenne slovena, Erika Jesenco, portacolori della Somec MG.K Vis LGL che ieri si è aggiudicata sul traguardo trevigiano la prestigiosa Granfondo Pinarello 2019 Nevegal. L’esile figura della giovane atleta di Žiri inarcata sul manubrio della sua scintillante Somec ha caratterizzato la prova femminile della Granfondo Pinarello. 173,5 chilometri percorsi, 2500 metri di dislivello superati affrontando le impegnative salite di Passo San Boldo, Nevegal e il Muro di Cà del Poggio. Erika Jesenco non ha sbagliato nulla. Ha messo in pratica gli appunti per un’idea fissa, la vittoria in questa gara, non ha ceduto un metro alle sue avversarie continuando a far girare le lunghe leve per incrementare il vantaggio accumulato. Una vittoria cercata e conquistata con determinazione dalla ciclista di Žiri, una piccola città della Slovenia, che lo scorso anno si aggiudicò due successi a Pordenone e Trieste. Un prestigioso successo che aveva sfiorata tre domeniche fa a Verona, quando chiuse la Granfondo Alé La Merckx dietro a Chiara Ciuffini e davanti a Simona Parente.

 

 

 

GIRO DEL MEDIO BRENTA

I rappresentanti di 25 top-team, italiani e stranieri, parteciperanno domenica 14 luglio alla 34^ edizione della celeberrima classica estiva denominata Giro del Medio Brenta e valida per la 2^ prova del Trofeo Internazionale Gran Prix Città Murata. La competizione, appartenente alla classe 1.2 Elite-Under 23 Open e aperta ai Team Continental e Professional della nazione organizzatrice, è stata presentata ufficialmente il 28 giugno nel giardino dell'Agriturismo "La Palazzina" di Curtarolo (Padova). La manifestazione, promossa dal Veloce Club Villa del Conte presieduto da Michele Michielon, dopo il raduno alla "Ballan spa" di Abbazia Pisani, partirà da Villa del Conte e dopo aver interessato il rinnovato e ampio tragitto comprendente l'alta padovana - le Mura di Cittadella e il Ponte Nuovo di Bassano del Grappa, nel vicentino - quindi il circuito sull’Altopiano di Asiago, si concluderà in quota, a Gallio. La presentazione è stata condotta da Mario Guerretta di "Telechiara-Teleciclismo" coadiuvato dalla miss Ilaria Reato. Alla cerimonia sono intervenuti, tra gli altri, il presidente Michele Michielon, il sindaco di San Giorgio in Bosco (località dove è stato predisposto il traguardo volante), Nicola Pettenuzzo, il consigiere allo sport di Villa del Conte, Lorenza De Franceschi, il consigliere della Regione Veneto, Luciano Sandonà e quello della Provincia di Padova, Fabio Miotti. A rappresentare la Federciclismo del Veneto, Riccardo Donato. Durante gli interventi delle varie autorità sono state rivolte parole di elogio nei confronti degli organizzatori della manifestazione che rappresenta uno dei fiori all'occhiello del ciclsmo italiano. Presenti numerose autorità e tra loro i sindaci Martina Rocchio di Curtarolo e Daniele Canella di San Gorgio delle Pertiche, i rappresentanti delle forze dell’ordine, i dirigenti e i personaggi del mondo dello sport e tra loro gli ex campioni Mario Beccia, Bruno Fantinato e Flavio Martini. Beccia, che è anche presidente dell'Associazione Glorie del Ciclismo Triveneto, ha ricordato gli importanti successi ed i consensi ricevuti negli anni dalla prestigiosa corsa fondata da Mario Lago e da Emilio Ballan e quindi la storia e l'Albo d'Oro che l'accompagnano. Presenti il direttore di corsa, Carlo Endrizzi e il presidente della Commissione Regionale Giudici di Gara del Veneto, Sandro Checchin (giudice d'arrivo della corsa), l'ex professionista e direttore sportivo. Flavio Miozzo. Quest'ultimo, che ha curato i rapporti con l'Amministrazione Comunale di Gallio (il sindaco Emanuele Munari e il vice Denis Lunardi), con l'aiuto del filmato realizzato da "Teleciclismo", ha illustrato nei dettagli tutto il percorso. Al 34° Giro Internazionale del Medio Brenta sono iscritte le maggiori squadre italiane e straniere di categoria. Il raduno è stato programmato dalle ore 8.30 alle 12.45 alla Ballan di Abbazia Pisani; il trasferimento e la partenza-ufficiale alle ore 13 da Villa del Conte. Il rinnovato percorso interesserà un circuito iniziale di tre giri (due grandi di 26 km e uno piccolo di 17 km) comprendente Santa Giustina in Colle, San Giorgio delle Pertiche, Arsego e quindi Marsango-Pieve di Curtarolo-Marsango-Campo San Martino-Paviola-San Giorgio in Bosco. Subito dopo la Provinciale e la Statale 47 Valsugana fino a Cittadella (Cinta Murata) e Bassano del Grappa (Ponte Nuovo sul Fiume Brenta); l’Altopiano di Asiago lungo Marostica, Crosara, bivio Quattro Strade, Fontanelle, Conco, Bocchetta Galgi, svolta-bivio Sasso, Stoccareddo, Campanella e Gallio. I corridori affronteranno poi un altro giro di 25 km (Rotonda Turcio, Sasso, Stoccareddo, Campanella, bivio-Sambugari e Gallio) dove è stato posto il Gran Premio della Montagna alla Chiesa di Stoccareddo per complessivi 178 km. Per l'occasione il direttore di corsa internazionale Pierluigi Basso ha ricordato le altre tre gare che comprendono il Trofeo Internazionale Grand Prix (Alta Padovana Tour svoltasi l'11 maggio; il 44° Gp Sportivi di Poggiana a Riese Pio X l'11 agosto, il 50° Trofeo Gianfranco Bianchin a Paderno di Ponzano Veneto il 22 settembre che concluderà l'internazionale). A rappresentarle gli organizzatori delle altre tappe i dirigenti Amedeo Pilotto e Sergio Pivato, Giampietro Bonin, Stellio Pizzolato e Antonella D'Incà.

 

 

ALE' CIPOLLINI TEAM

Arriva la seconda doppietta ai Campionati Nazionali per i colori #YellowFluoOrange: in Serbia Jelena Eric vince anche la prova in linea dopo essersi aggiudicata la cronometro individuale, ripetendo la doppia impresa di Eri Yonamine in Giappone. In totale nella categoria Elite Jelena ha ottenuto quattro titoli in linea e altrettanti a crono. Il suo migliore piazzamento prima dei campionati nazionali durante la stagione 2019 è stato il secondo posto nell'ultima tappa della Vuelta a Burgos, in Spagna, lo scorso 19 maggio.

 

 

 

 

BIKE CADORAGO

Beatrice Roda torna sul podio. Dopo la vittoria ottenuta a Volvera agli inizi di maggio e il secondo posto di Telgate, oggi la comasca di Brenna ha ottenuto nuovamente una “medaglia d’argento” e lo ha fatto al termine della terza edizione del “Trofeo Ju Green” corso a Gorla Minore da sessanta atlete nate nel 2005 e nel 2006. La velocista di Bike Cadorago è stata brava a regolare il gruppo di avversarie in volata ma non è riuscita a contrastare Federica Venturelli (Cicli Fiorin) che ha tagliato il traguardo in solitaria con un vantaggio di 1’45” sul plotone. A Beatrice, comunque essere soddisfatta del piazzamento, sono arrivati i complimenti dei tecnici e dei dirigenti di Bike Cadorago che hanno applaudito il risultato di oggi e la grinta che Roda dimostra di mettere sui pedali tutte le domeniche.