Lun10262020

Aggiornamento:04:17:08

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, pista, amatoriale e fuoristrada 23 settembre 2020

News da ciclismo su strada, pista, amatoriale e fuoristrada 23 settembre 2020

 

 

100 KM DEI FORTI

Non sempre volere è potere. Gli organizzatori della 100 Km dei Forti, in programma a Lavarone sull’Alpe Cimbra in Trentino sabato 3 e domenica 4 ottobre, dopo aver posticipato da giugno l’evento a causa della pandemia, hanno messo in campo tutte le forze possibili per proporre la 25.a edizione. Purtroppo però, per problemi tecnici inerenti il rispetto delle norme per il contenimento del virus e il distanziamento sociale, gli organizzatori devono arrendersi ed annullare definitivamente la manifestazione di mountain bike. Le iscrizioni saranno quindi ‘congelate’ per l’edizione 2021, la cui data sarà comunicata a breve.

Info: www.100kmdeiforti.it

 

 

ASTANA WOMEN'S TEAM

Sono quattro le atlete dell'Astana Women's Team che sono state convocate dalle rispettive squadre nazionali per disputare i Campionati del Mondo di Imola 2020. Il programma della rassegna iridata si aprirà domani giovedì 24 settembre con la cronometro individuale che si disputerà su un percorso di 31.7 chilometri con partenza e arrivo all'interno dell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari. In gara per l'Ucraina ci sarà la 26enne Olga Shekel, campionessa nazionale della specialista e alla sua sesta partecipazione consecutiva al Mondiale a cronometro; a rappresentare Cuba ci sarà invece Arlenis Sierra che invece sarà alla sua prima volta in questa gara dopo aver già disputato la prova in linea sia nel 2018 che nel 2019. Sabato 26 settembre, invece, Imola ospiterà la prova in linea dei Campionati del Mondo su un circuito di 28.8 chilometri che le donne dovranno ripetere 5 volte per un totale di 144 chilometri: il percorso sarà caratterizzato dalle salite di Mazzolano e Cima Gallisterna, strappi che non arrivano ai tre chilometri di lunghezza ma che toccano pendenze superiori al 10% in alcuni tratti. Oltre ad Olga Shekel ed Arlenis Sierra, che raddoppieranno l'impegno dopo la cronometro, saranno in gara anche altre due cicliste dell'Astana Women's Team, entrambe al primo Mondiale su strada in carriera: l'Italia si affiderà infatti alla 23enne Katia Ragusa che è reduce da ottime prestazioni al Giro Rosa, nella Lituania ci sarà invece la 22enne Olivija Baleisyte.

 

 

T° RED FACTORY TEAM

Dopo i successi ottenuti nel velodromo di Praga nel GP Framar il T° Red Factory Team – Hardskin correrà a Brno il GP Favorit Brno affrontando sia la Madison che l’Omnium. In campo maschile la coppia sarà Facundo Lezica e Mattia Corrocher mentre in campo femminile la coppia sarà formata da Francesca Selva e Rachele Barbieri, coppia già rodata in un inizio 2020 che sembra lontanissimo, quando le due ragazze hanno dato ottima prova d'intesa e di prestazioni alla 6 Giorni di Berlino. “Andiamo in Repubblica Ceca sapendo di poter far bene” ha dichiarato Romolo Stanco Team Principal di T°RED FACTORY RACING - HARDSKIN TEAM. Arriviamo da vittorie importanti sia su pista che nelle prove contro il tempo su strada. Risultati questi che oltre a darci morale ci hanno dato conferma che la strada è quella giusta sia per gli allenamenti che per la scelta delle gare in funzione alle caratteristiche dei nostri atleti. Siamo abituati a progettare le nostre bici in maniera maniacale e cerchiamo di trasferire questa nostra peculiarità anche sul Team dando loro il massimo. Nella Madison Lezica in coppia con Corrocher potrà ben figurare ed insieme potranno trovare la giusta sintonia, in quella femminile la coppia Selva-Barbieri sarà una delle pretendenti al podio, in entrambe le gare, così come nell’ Omnium il livello sarà alto ma sono certo che faremo bene. ”

 

 

DELIO GALLINA COLOSIO EUROFEED

Direzione Veneto e Toscana per la formazione della Delio Gallina Colosio Eurofeed di Cesare Turchetti. Archiviata la trasferta in Polonia (Tour Malopolska), e l'internazionale Trofeo città di San Vendemiano in cui Luca Paladin ha raccolto una significativa nona posizione, la squadra diretta da Simone Bertoletti si prepara ad affrontare il Memorial Polese e la Coppa Burci. Per quanto riguarda il "Polese", gara del calendario nazionale (1.12) in programma, a San Michele di Piave nel Trevigiano sabato 26 settembre con partenza alle ore 12.30 (km 156), saranno ai nastri di partenza Bauce, Menegale, Porta, l'ungherese Szollosi, Paladin e Baroni quest'ultimo di ritorno dall'esperienza sul campo dei Professionisti avendo disputato in maglia azzurra sia il Giro della Toscana che a la Coppa Sabatini a Peccioli. In merito alla "Burci" classica toscana giunta alla 76sima edizione, che si svolgerà a Poggio a Caiano in provincia di Prato domenica 27, il diesse Bertoletti avrà a disposizione Pongiluppi, Arioli, Innocenti, Sali e il cubano Sosa Dal Sol.

 

ALE' BTC LJUBLJANA

Sono cinque le atlete di Alé BTC Ljubljana che, con le rispettive Nazionali si apprestano ad affrontare i Campionati del Mondo di ciclismo su strada assegnati in extremis ad Imola dopo la rinuncia della Svizzera. Domani, giovedì 24 settembre, con partenza alle 14.40, è in programma la prova a cronometro per le Donne Elite, mentre sabato 26 settembre, con partenza alle 12.45, si svolgerà la prova in linea femminile.

Tatiana Guderzo (Italia) | prova in linea
Mavi Garcia (Spagna) | prova in linea
Eugenia Bujak (Slovenia) | cronometro + prova in linea
Ursa Pintar (Slovenia) | prova in linea
Ery Yonamine (Giappone) | cronometro + prova in linea

La prova a cronometro si svolgerà su un percorso di 31,7 km. La gara in linea si svolgerà su un circuito che misura 28,8 km per 550 metri di dislivello da ripetere 5 volte per 143 km e 2.750 metri di dislivello, con le salite Mazzolano (punte al 13%) e Cima Gallisterna (14%).

 

 

NEW MOLINI DOLO TEAM GRANFONDO

Il primo diario del viaggio lungo la rotta Francigena di cui abbiamo testimonianza è quello che ci ha lasciato l’arcivescovo di Canterbury Sigerico (950-994), che nel 990 si era recato a Roma per ricevere dalle mani di papa Giovanni XV il pallio, simbolo della propria dignità ecclesiastica. Sigerico annotò minuziosamente i 79 punti di sosta del suo viaggio di ritorno da Roma a Canterbury: 1600 chilometri percorsi appunto in 79 giorni. Tre di questi “posti tappa” in cui sostò l’antico arcivescovo si trovano in territorio pavese: sono Tromello (Tremel), Pavia (Pamphica) e Santa Cristina e Bissone (Sce Cristine), rispettivamente la quarantesima, la quarantunesima e la quarantaduesima delle 79 tappe totali del percorso europeo. E proprio nella quarantaduesima tappa del percorso europeo della Via Francigena, Igor Zanetti ha conquistato domenica il successo nella terza prova del 1° Memorial Daniele Rovida regolando in volata Andrea Natali (Sanetti Sport) e Alessio Gasparini (Role Rider). Dopo il secondo posto assoluto conquistato alla Granfondo del Po, il capitano del neonato team veneziano si impone con autorità in volata dimostrando di aver raggiunto un ottimo stato di forma che gli permetterà di affrontare con fiducia ciò che resta di questa seconda parte della stagione. Tra le donne, Federica Giacometti conquista il secondo posto assoluto nella prova che vedeva protagonista le donne.

 

 

EUROTARGET BIANCHI VITTORIA

Bilancio in chiaroscuro per il team Eurotarget Bianchi Vittoria che si era presentato al via DEL Giro d’Italia con l’obiettivo di ottenere qualche buon risultato. Non può di certo lamentarsi il team manager Giovanni Fidanza, che ha guidato la squadra femminile con modestia e impegno fino al traguardo finale di Motta Montecorvino. Quantomeno per impegno la formazione bergamasca non è stata da meno in un contesto di alto spessore come quella della Corsa Rosa di quest’anno: “Abbiamo cercato di fare del nostro meglio, Alice Gasparini e Martina Fidanza sono state messe fuori gioco fin dalla prima tappa e il loro ritiro ci ha un pò danneggiato-afferma Fidanza-. E’ stata semplice sfortuna: stavano bene entrambe, e sono sicuro che avrebbero disputato un buon Giro. Ma non si può comandare la fortuna e le cadute. Riguardo a Elena Franchi ha dimostrato di avere grandi doti per le gare a tappe. Dopo sette tappe corse da protagonista (non dimentichiamo che ha fatto parte delle prime 15 in classifica) ha perso un pò di smalto nelle due giornate conclusive, complice anche il forte vento nella frazione di San Marco la Catola, che l’ha vista perdere posizioni negli ultimi chilometri. Ma è stata comunque forte in salita, presente per la squadra, una leader per tutte le altre. Direi bene anche Beatrice Rossato e Arianna Sessi, che si sono meritate la sufficenza per aver dato tanto e aver portato a termine un Giro così impegnativo”. Elena Franchi, classe ’96 piacentina di Fiorenzuola d’Arda, ha chiuso il Giro d’Italia in 28sima posizione ottava delle italiane. Ora le attenzioni della squadra si concentreranno sulle gare del calendario nazionale. Domenica 27 settembre, le ragazze di Fidanza saranno sulla scena agonistica di San Vito al Tagliamento, in Friuli, per la 25sima edizione del Giro della Provincia di Pordenone (km 72, partenza ore 10) che lo scorso anno è stato vinto da Martina Fidanza.