Dom05222022

Aggiornamento:11:54:12

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, pista e fuoristrada 10 luglio 2021

News da ciclismo su strada, pista e fuoristrada 10 luglio 2021

 

 

CHALLENGE NAZIONALE BRESCIANA GIANCARLO OTELLI

Novantasei iscritti in rappresentanza di sedici formazioni, con Italia, Austria e Paesi Bassi rappresentati. Sono questi i numeri ufficiali della terza edizione della Challenge nazionale Bresciana “Giancarlo Otelli”, in programma domani (domenica) a Sarezzo (Brescia), con la località della Val Trompia (comune della società organizzatrice e dell’azienda Aspiratori Otelli) che ospiterà le due gare che compongono la Challenge riservata alla categoria Juniores maschile

Al mattino andrà in scena il Trofeo Big Mat Maflan, con l’azienda – anch’essa con sede a Sarezzo - che rientra nei fornitori storici dell’Aspiratori Otelli. La prova sarà di 90 chilometri e 650, partenza con la startline e la finishline in via Unità d’Italia a Ponte Zanano di Sarezzo, davanti alla sede dell’Aspiratori Otelli.

Il via alle 10, con i corridori che toccheranno Gardone Val Trompia, Marcheno e Brozzo per arrivare al primo Gran Premio della montagna di giornata, posizionato a Lodrino (736 metri di altitudine). Successivamente, verranno toccate Casto, Piani, Nozza, Barghe e Preseglie, quest’ultimo secondo Gpm (386 metri) che verrà affrontato un’altra volta quando mancheranno 38 chilometri e mezzo all’arrivo. Le ultime fatiche in ascesa saranno sul Colle Sant’Eusebio (574 metri), poi inizia la discesa verso Caino, Nave e Concesio, con una leggera risalita finale verso Villa Carcina prima di entrare a Sarezzo. Qui inizieranno gli ultimi tre chilometri, procedendo sulla strada provinciale in direzione Gardone Val Trompia raggiungendo l’ultimo chilometro dopo aver attraversato tre rotatorie. A 500 metri dall’arrivo, svolta a sinistra in via della Fonte, poi ai -200 si gira a destra in via Unità d’Italia, con semicurva a sinistra e finish line davanti allo stabilimento dell’Aspiratori Otelli a Ponte Zanano.

Da qui, a partire dalle 16, inizierà il secondo e ultimo appuntamento, “Ricordando Giancarlo”, una cronometro individuale di 7 chilometri 870 metri con arrivo in salita in via Cagnaghe a Sarezzo. Alla prova contro il tempo saranno ammessi i primi venti della prova in linea della mattinata. In questa seconda e ultima prova, il cartello dei 3 chilometri all’arrivo sarà posizionato all’ingresso del centro abitato di Sarezzo. Proseguendo per piazza Cesare Battisti (a 2 chilometri è situato l’intertempo), la strada si stringe e sale con una pendenza del 3% fino all’incirca all’ultimo chilometro, dove in corrispondenza di una rotatoria la pendenza aumenta al 5% fino ai -300 metri per poi imboccare il rettilineo d’arrivo su una strada quasi pianeggiante.

Capitolo-traguardi volanti (in palio la maglia dedicata) . Nella prova in linea, saranno posizionati davanti all’azienda Alchem e nei pressi della piazza di Caino, paese dove l’attuale sindaco Cesare Sambrici fu uno dei primi Esordienti dell’Aspiratori Otelli. Nella cronometro, viene considerato traguardo volante l’Intergiro.

Tra i protagonisti della terza edizione ci sarà il campione nazionale croato in forza al Team Giorgi, Nicolas Gojkovic, mentre dal recente podio tricolore arriva il reggiano Federico Biagini (bronzo), portacolori del Pedale Casalese Armofer Piacenza Cycling Academy. In gara anche il campione regionale lombardo Sebastiano Minoia e quello provinciale bresciano Giuseppe Aquila, entrambi in rappresentanza della Feralpi Group.

La formazione di casa, targata Aspiratori Otelli Alchem Carin Baiocchi, proverà a dar continuità al successo del 2020 (a imporsi fu Francesco Calì) schierando Andrea e Nicola Cocca, Daniele Anselmi, Mirko Bozzola, Michael Vanni, Gabriele Casalini e Lorenzo Ghirardi. Formazioni italiane ma non solo: dall’Austria arriverà la Rappresentativa Tirol con cinque atleti iscritti, mentre altrettanti difenderanno i colori della Wielervereniging de Ijsselstreek.

Questo l’elenco delle formazioni al via:

Aspiratori Otelli Alchem Carin Baiocchi

Feralpi Group

Giovani Giussanesi

Ghedi Ciclismo

Maserati Cadeo Carpaneto

Pedale Casalese Armofer Piacenza Cycling Academy

Rappresentativa Tirol

Rostese Giant

Sc Cene

Sc Capriolo

Sc Fagnano Nuova

Team Giorgi

Us Biassono

Uc Bustese Olonia Team Bike Tartaggia

Uc Pordenone

Wielervereniging de Ijsselstreek

 

 

NATION CUP SAN PIETROBURGO (PISTA)

Secondo giorno di gare a San Pietroburgo nella Nation Cup e ancora medaglie per la spedizione azzurra con Carloalberto Giordani che ha vinto l’Eliminazione e Davide Plebani terzo nell’inseguimento individuale. Il successo di Giordani è arrivato nella prova che ha chiuso il programma del secondo giorno, davanti al russo Smirnov e al greco Volikakis. Nella prova dell’inseguimento Davide Plebani è quarto nella qualificazione (4'15"080) e nella finale per il terzo posto supera lo svizzero Imhof con il tempo di 4’23”191. In pista anche Stefano Moro, sesto in 4'20"422. La gara è stata vinta dal russo Syritsa davanti al britannico Gordon. Nel chilometro da fermo, ottavo posto di Matteo Bianchi e nono di Davide Boscaro. Oggi in gara Matteo Bianchi nel keirin e la coppia Moro-Giordani nell’Americana.

 

 

BORGO MOLINO RINASCITA ORMELLE

La Borgo Molino Rinascita Ormelle ha centrato quest'oggi a Massa Finalese (Mo) la ventesima vittoria stagionale grazie ad un altro perfetto lavoro di squadra. Sul circuito di Massa Finalese (Mo), i ragazzi diretti da Cristian Pavanello e Carlo Merenti hanno controllato ogni tentativo di fuga lanciando uno sprint perfetto a Lorenzo Ursella che, scortato da Alessio Delle Vedove ha regalato un'altra bella soddisfazione al team del presidente Pietro Nardin. Primo Lorenzo Ursella, secondo Alessio Delle Vedove: questo il verdetto del traguardo di Massa Finalese (Mo) in attesa di vedere le casacche nero-verdi all'opera anche domani alla Vittorio Veneto - Passo San Boldo e sul circuito piatto di Corte di Piove di Sacco (Pd). Grande attesa c'è anche per il Campionato Italiano Allievi che, sempre domani, vedrà impegnati Renato Favero, Alessandro Gobbo e Luca Graziotto a Chianciano Terme (Si). "E' stata un'altra giornata perfetta per i nostri ragazzi che hanno corso in maniera impeccabile lanciando un'altra volata spettacolare a Ursella. Lorenzo ha confermato una volta di più le sue doti di velocista puro tagliando nettamente in prima posizione la linea del traguardo. A renderci particolarmente felici, però, è anche il secondo posto di un Alessio Delle Vedove finalmente ritrovato dopo l'infortunio che lo aveva fermato al Gp Liberazione di Roma. Anche lui è un elemento fondamentale della nostra squadra sul quale potremo fare affidamento nella seconda parte di questo bellissimo 2021" ha commentato il ds Cristian Pavanello.

 

 

MYTHOS PRIMIERO DOLOMITI

L’11 settembre sarà una giornata storica per la Mtb italiana: quel giorno infatti inizierà il suo cammino la Mythos Primiero Dolomiti, neonata fra le lunghe distanze del ciclismo fuoristrada. Inventare di sana pianta una gara così complessa in questo periodo di ripartenza è una grande scommessa, ma sfidare il destino fa parte dell’animo del suo organizzatore Massimo Panighel. A parlare per lui è il suo curriculum, con l’allestimento di 5 Campionati Italiani, un Europeo nel 2010 e addirittura due Mondiali Marathon, a Montebelluna (TV) nel 2011 e ad Auronzo di Cadore (BL) nel 2018. Non è difficile presumere che il lontano obiettivo della Primiero Dolomiti Marathon possa anche avere i colori dell’iride, ma è davvero presto per dirlo quando ancora bisogna iniziare… L’epicentro della corsa sarà a Fiera di Primiero, da dove partirà il percorso lungo di 84 km per ben 3.140 metri di dislivello, mentre il medio di 54 km per 1.660 metri scatterà da San Martino di Castrozza. A garantire sulla bontà e sul valore dei tracciati è il nome di chi li ha disegnati, il campione del mondo del 2004 Massimo De Bertolis che conosce quei sentieri e quelle salite come le sue tasche. E di salite ce ne saranno tante, ben 5 sul tracciato lungo con il Col dei Cistri di ben 12 km. Insieme ai due percorsi ne è previsto un terzo, di 56 km riservato alle E-bike e con partenza sempre da Fiera di Primiero. Le iscrizioni sono già aperte e fino al 31 agosto saranno ancora al costo base di 60 euro, poi è previsto un aumento di 15 euro. L’organizzazione sta predisponendo un vasto programma di eventi di contorno, commisurati alle disposizioni sanitarie che saranno ancora in vigore al momento della disputa della manifestazione. Un occhio di riguardo sarà comunque riservato all’aspetto turistico, perché siamo nel cuore delle Dolomiti, capaci di riservare grandi emozioni con i loro panorami, i colori, i profumi naturali, ma anche un sano divertimento girando per i suoi centri a cominciare proprio da Fiera di Primiero che raccoglie anche luoghi di grande interesse culturale come la Chiesa arcipretale della Madonna dell’Assunta o il Palazzo delle Miniere. Non per niente, la posizione della gara al sabato permette di vivere un intero weekend all’insegna dello sport ma non solo… Per informazioni: ACD Pedali di Marca, www.mythosprimiero.com

 

 

 

 

CYCLING TEAM FRIULI

Continua il tour mondiale del Cycling Team Friuli che, appena rientrato dal Sibiu Tour disputato in Romania, si prepara già ad affrontare un'altra trasferta internazionale che porterà Matteo Donegà a San Pietroburgo in Russia per la prova di Coppa delle Nazioni su pista. Staff e atleti sono rientrati da poche ore in Friuli dalla Romania dove per 5 giorni si è tenuto il Sibiu Tour, la gara a tappe internazionale che ha visto prevalere l'ex bianco-nero Giovanni Aleotti, oggi portacolori della Bora Hansgrohe. Ottima la prestazione di tutto il Cycling Team Friuli che ha animato diverse fughe a lunga gittata con Gabriele Petrelli e ha centrato il quarto ed il quinto posto nella classifica dei giovani rispettivamente con Fran Miholjevic e Edoardo Sandri. Nel frattempo il pistard Matteo Donegà ha già raggiunto, con la spedizione azzurra, San Pietroburgo dove domenica pomeriggio scenderà in pista nella prova dell’omnium per difendere i colori della nazionale. Il ferrarese sta attraversando un buon periodo di forma, dopo la 6 Giorni di Fiorenzuola dove, al cospetto dei migliori atleti mondiali in forma olimpica ha ottenuto un 5° posto nello scratch e un 9° nell’omnium. Per il bianconero, ormai in pianta stabile nella rosa della nazionale della pista, si tratta di un’occasione per centrare un risultato di prestigio su una pista velocissima in larice siberiano da 250 mt. che saprà esaltare la sua combattività. Infine un ultimo gruppo del Cycling Team Friuli domenica raggiungerà la Toscana per il 9° Trofeo Chianti Sensi che si correrà a Mastromarco, 145 Km sul classico percorso collinare che, con il clima torrido di questi giorni, offrirà sicuramente una gara spettacolare e selettiva. Per i bianconeri in gara ci saranno Pietro Aimonetto, Elia Alessio, Riccardo Carretta, Davide De Cassan e le ruote veloci Mattia Garzara e Nicolo Buratti. A metà della prossima settimana sarà poi la volta del Giro della Valle D’Aosta che sarà composto da 3 tappe molto impegnative. "E’ un periodo particolarmente intenso per tutti noi. Non solo i corridori sono sotto pressione ma tutta la struttura, dalla segreteria, alla logistica, alla parte tecnica di servizio agli atleti come DS, massaggiatori e meccanici. Tutto il team è messo a dura prova tra trasferte e appuntamenti in serie in tutto il mondo, ma tutti i bianconeri lo sentono come un periodo di prova che ci consentirà di misurarci a livelli sempre più competitivi e di dare maggior risalto e visibilità ai nostri supporter. Per gli atleti si tratta di un ulteriore step di crescita che potrà arricchire il loro bagaglio tecnico: sono certo che i ragazzi sapranno cogliere questa grande opportunità per mettersi in luce e dimostrare il proprio valore" ha commentato il ds Renzo Boscolo.

 

 

PEDALE CASTELNOVESE

La ripartenza organizzativa del Pedale Castelnovese ha la data di domenica 18 luglio. Un’intera giornata dedicata al mondo giovanile delle due ruote che vedrà protagonisti esordienti ed allievi. Il sodalizio che fa capo a Renato Moreni infatti proporrà il Trofeo Comune di Casaloldo GR Caldaie riservato agli esordienti nella mattinata di domenica 18 luglio, sdoppiando e separando la gara riservata ai ragazzi di primo anno rispetto a quella degli atleti di secondo anno. Nel pomeriggio i riflettori si accenderanno sulla categoria allievi con il Trofeo Città di Asola intitolato alla memoria di Nerino Donini, che prenderà il via e si concluderà nel cuore dell’abitato di Castelnuovo. “Siamo davvero felici e soddisfatti di poter ripartire con le nostre organizzazioni – ha dichiarato Renato Moreni, presidente del Pedale Castelnovese – ed un ringraziamento speciale lo dobbiamo alle due amministrazioni comunali di Asola e Casaloldo che ancora una volta hanno sposato il nostro progetto e ci sostengono”. Il Trofeo Comune di Casaloldo Gr Caldaie si svilupperà su un circuito cittadino di 3,800 chilometri che i ragazzi di primo anno ripeteranno per otto volte (totale 30,4 chilometri) e quelli di secondo per undici volte (totale 41,8 chilometri). A Casaloldo la partenza dei ragazzi di primo anno è fissata alle ore 9,00. Ed a seguire prenderanno il via gli esordienti di secondo anno. Più impegnativa la prova di Castelnuovo con gli allievi che avranno a disposizione 77 chilometri spalmati su un circuito di 7,700 chilometri da ripetere per 10 volte. Con partenza alle ore 16. Il service televisivo delle gare ciclistiche di domenica 18 luglio sarà a cura del Team Rodella 2000 che diffonderà la sintesi su Teletutto (canale 12 del digitale terrestre) il giovedì a partire dalle ore 20,30 all’interno di Ciclismo Oggi, contenitore settimanale dedicato al mondo delle due ruote.