Lun05162022

Aggiornamento:07:41:02

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 23 settembre 2021

News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 23 settembre 2021

San Stino XC19 Press 129

 

 

VENETO CUP 2021 - TEMPO DI FINALI A SAN STINO DI LIVENZA E POI VIDOR

E’ stata una stagione particolare, questa della ripresa della Veneto Cup & Kids ancora in ambiente Covid con le necessarie limitazioni cui ci siamo tutti abituati ma che hanno per forza di cose portato a variazioni di calendario e soluzioni legate al luogo gara che però hanno consentito uno svolgimento dei campionati in qualche modo regolare. Siamo ora all’epilogo, con qualche ovvia differenza rispetto al normale: sono diventate 3 le conclusioni con relative premiazioni finali che andiamo ad elencare.

Per la Veneto Cup Kids, la serie iniziata appena i giovanissimi hanno potuto correre, si è conclusa con la prova di Conegliano, ben riuscita come di consueto e partecipatissima, seguita appunto dalle premiazioni di campionato. Ci attende il prossimo fine settimana la seconda finale Veneto Cup: quella cui parteciperanno tutte le categorie ma che sarà la finale per le categorie agonistiche dagli Junior “in su” e tutti i Master. E’ il 20° Trofeo tra Livenza e Malgher a San Stino di Livenza.

Al di là delle consuete info gara che leggerete a seguire, la comunicazione odierna concerne la premiazione finale Veneto Cup che appunto riguarda le categorie agonistiche (escluse le giovanili) e tutti i Master. Saranno consegnate maglie e riconoscimenti a fine gara, nell’area dello Stadio di Via Vivaldi, con l’avvertenza che premiati ed addetti dovranno esibire Green Pass o tampone negativo recente per accedere all’impianto in cui le premiazioni si svolgono, secondo attuale normativa.

L’ultimo appuntamento con le sole categorie giovanili, Esordienti ed Allievi m/f sarà a Vidor il 10 ottobre, con il recupero della gara prevista ad inizio stagione e le relative premiazioni finali. Veniamo quindi alle consuete info gara puntuali: domenica 26 settembre 2021 20° Trofeo tra Livenza e Malgher a cura di MTB Club La Perla Verde. Iscrizioni su FCI “Fattore K” con ID gara 157041 fino al 26/09/2021, per gli Enti la consueta mail  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Controlli preliminari presso lo Stadio di via A. Vivaldi dalle ore 7.00

Partenze: 1^ Gara Ore 9.00 - Donne (Tutte) - Master 5/6/7/8+ 2^ Gara Ore 10.30 - Open Maschile - Junior M - Elite Master - Master 1/2/3/4 3^ Gara Ore 12.00 - Allievi M - Esordienti M - Allieve F - Esordienti F

Le premiazioni di giornata avverranno man mano, quelle finali di Veneto Cup, come sopra esposto, a fine gara all’interno dello Stadio.

 

Sannazzaro

 

67° GP CICLISTICO DI SANNAZZARO DE BURGONDI

Dopo la vittoria di sabato scorso nel Medio Po Andrea D’Amato (Iseo Carnovali Rime) concede subito il bis conquistando anche la 67° edizione del GP di Sannazzaro con uno sprint di potenza, lanciato ai duecento metri dalla linea bianca uno sprint un po’ da lontano anche perché il gruppo stava recuperando su noi tre fuggitivi in modo troppo vertiginoso. Nello sprint ho pensato anche al famoso detto latino che recitava ; “Nemo Profeta in Patria est”, un pensiero che mi ha spin to, mi ha spronato a dare il massimo perché ripetevo a me stesso, che dovevo sfatare quel detto. E ci sono riuscito perché sono nato a Pavia il 14 novembre 2002, abito a Stradella e mi sono diplomato al Liceo Scientifico di Broni sempre in provincia di Pavia. Un pavese doc dunque che ha fatto felice anche l’Organizzatore della gara nonché Presidente del CP FCI di Pavia Gianbattista Deantoni che premia così il primo pavese ad iscrivere il suo nome nell’Albo d’Oro della corsa. La cronaca. Sono 97 i corridori scattati al via dato dal Sindaco Ing. Zucca in sintonia col Parroco Don Luca che ha impartito la Benedizione del Cristiano a tutto il gruppo che è subito scattato col terzetto formato da Rigatti (Petroli Firenze), Cali’ e Quaranta (Colpack-Ballan) che sono andati a conquistare nell’ordine il TV dedicato alla memoria di Maria Teresa e Pierangelo Luccardini (quest’ultimo è stato per 29 anni presidente del GC Sannazzaro). I giri da percorrere sono 23 su di un circuito disegnato intorno al territorio comunale di km 5.3. Ed è subito Andrea Gatti (Gallina Ecotek Colosio) ad accendere la miccia con una fuga solitaria a partire dal 3° giro. Gatti vince il secondo TV a premi di giornata e prosegue in solitaria prima di essere raggiunto nel corso del quarto giro da La Terra (Northwave), D’Amato (Iseo Rime Carnovali) e Pietrogalli (VC Mendrisio-Immoprogramm); Questo corridore alzerà bandiera bianca dopo una settantina di km lasciando al comando gli ex compagni di fuga che proseguono nel loro tentativo con determinazione e, soprattutto, collaborando senza furbizie o risparmi di energie mantenendo un vantaggio costantemente intorno ai 2 minuti sul gruppo inseguitore che nonostante l’impegno della Colpack, della Petroli Firenze e della Zalf non mollano la presa e proseguono nella loro avventura conquistando con Andrea Gatti anche la classifica generale a punti dei TV in palio ad ogni passaggio dal 6° al 20° giro con punteggio doppio al 12° passaggio (Gatti Andrea). Poi il finale al cardiopalmo ma….come si dice, chi la dura la vince ma anche chi ha il coraggio di osare senza timori riverenziali come questi tre atleti D’Amato pavese della Iseo-Rime-Carnovali, Gatti bresciano della Gallina-Ecotek. Colosio e La Terra siciliano della Northwave sul podio del 67° GP Ciclistico di Sannazzaro de Burgondi-9° Trofeo Comune di Sannazzaro. In fine un saluto al Giudice di gara Fci Mario Frutti che con oggi finisce la sua attività federale per raggiunti limiti di età e dopo avere conquistato per 8 volte la maglia di Campione d’Italia negli speciali Campionati Italiani riservati ai Giudici di Gara FCI. Ordine d’arrivo, 1)Andrea D’Amato (Iseo Rime Carnovali) km 121 in 2h48’25” media kmh 43,107; 2)Andrea Gatti (Gallina Ecotek Colosio); 3)Pierre Samuele La Terra (Team Northwave Siatek Olmo); 4)Michael Minali (Team Iseo Rime Carnovali) a 4”; 5)Davide Boscaro (Team Colpack Ballan); 6)Matteo Pongiluppi (Delio Gallina Ecotek Colosio); 7)Mattia Pinazzi (Biesse Arvedi Asd); 8)Simone Buda (Italian Cycling Team); 9)Samuel Quaranta (Team Colpack Ballan); 10)Andrea Berzi (Team Gallina Ecotek Colosio). Corridori Iscritti 125; partiti 97; Classificati 64; Ritirati 33.

 

Schermata 2021 09 16 Alle 13

 

ANNULLATO IL CAMPIONATO ITALIANO DELLA MONTAGNA MASTER

Con grande rammarico da parte della società organizzatrice, la ASD Carnia Bike, e della Federazione Ciclistica Italiana, per espressione del settore competente, si comunica l'annullamento del Campionato Italiano della Montagna per le categorie Master, originariamente in programma domenica 26 settembre p.v. nel comune di Lauco (Ud), in occasione della “Altipiani di Lauco Classic”. La prova non potrà essere disputata a causa delle criticità realizzative dell'evento sul tracciato di gara disegnato. Il comitato organizzatore si scusa per il disagio con tutti i partecipanti che si erano pre-iscritti. Stante l'impossibilità di ricollocare la prova tricolore, ormai in chiusura di stagione, la Federazione Ciclistica Italiana non assegnerà il titolo di specialità per l'anno 2021. I Comitati Regionali e Provinciali sono pregati della massima diffusione tra le Società territorialmente di competenza.

 

 

Alessandro Prato In Fuga Nella Vivet Cup Di Ittiri

 

GRANDE SUCCESSO PER LA VIVET CUP A ITTIRI

Con l’organizzazione della attivissima ASD Cannedu Ittiri “A. Manca” si è svolta a Ittiri la Vivet Cup di ciclismo su strada, riservata alle categorie giovanili. Due le gare. In quella della mattina, riservata agli Esordienti di primo e secondo anno, il successo è andato a Francesco Mereu del Veloclub Sarroch (2° anno). Tra gli Esordienti di 1° anno, invece, vittoria per Giovanni Bertone (Terranova Fancello di Olbia). Tra le donne si è imposta Aurora Marrocu (Uc Guspini), capace di stare nel gruppo con i ragazzi sino alle battute finali della gara. Nel pomeriggio, invece, dominio incontrastato dell’ allievo Alessandro Prato (SC Ozierese) che ha chiuso da vincitore assoluto la gara per la categoria promiscua Allievi-Juniores, riuscendo pure a doppiare gran parte degli avversari nei 20 giri da 2,95 km di tracciato cittadino realizzato all’interno del paese.

 

 

 

SARDINIA CUP NEL SEGNO DI ANDREA LOVICU

La 7° tappa della Sardinia Cup, tappa unica di campionato Sardo Marathon, ha regalato spettacolo. Come accaduto nel 2020 a Donori, a spuntarla è stato anche questa volta Andrea Lovicu (cicli Demurtas Nuoro), che si è imposto sui durissimi 64 km con oltre 2000 m di dislivello, su Nicola Saba (UC Guspini) e Luca Dessì (Karel). Applausi anche per quest’ultimo, capace di superare in una volata mozzafiato per la maglia di categoria, Luca Pillai (2000 RICAMBI) ed Eros Piras (Technobike). La gara, nel suo complesso, è stata incerta fino ai 20km dalla fine, quando il portacolori della Cicli Demurtas Nuoro ha piazzato il colpo decisivo chiudendo con 1’40’’ di vantaggio sugli avversari. Il successo vale come ottimo viatico per il bi-campione sardo che sarà impegnato sabato nei campionati mondiali Marathon in Toscana. Sorpresa tra le donne, con la padrona di casa Erika Pinna brava a superare la favorita Raffaela Saravo (Ciclisti Turritani) e Silvia Putzolu (Leoni Sant’Antioco).I Campioni Regionali di Categoria. Nicholas GARAU (S.C. Cagliari, Open); Michael Francesco GIUA (G.S. Fancello Cicli Terranova, Elite Master); Nicola SABA (U.C. Guspini, Master 1); Luca DESSÌ (Karel Sport SSD, Master 2); Andrea LOVICU (Bike Team Demurtas Nuoro, Master 3; Filippo ORTU (Aquascan Bike ASD, Master 4); Paolo BADUENA (Ajo-Ergen Team, Master 5); Mauro VALENTE (Arborea Bike ASD, Master 6); Renato MORO MERELLA (Alghero Bike ASD, Master 7); Salvatore D’URSO (S.C. Cagliari, Master 8+); Erika PINNA (Arkitano Mtb Club, Elite Sport Woman); Raffaela SARAVO (Ciclisti Turritani ASD, Master Woman 1); Silvia PUTZOLU (I Due Leoni Isola di Sant’Antioco ASD, Donne Master Over 40).

 

 

GRANFONDO DELL'ETNA IL 26 SETTEMBRE

Pedara, centro pedemontano alle falde dell’Etna e città di tappa del Giro d’Italia 100, ospiterà la “Granfondo Giro dell’Etna” valida come prova unica del Campionato regionale amatori granfondo Sicilia FCI. Il Giro dell’Etna è stato gara professionistica sin dal 1980, poi gara amatoriale a tappe e infine nel 2021 viene riproposto nella formula della Granfondo di un giorno per complessivi 120 km e circa 2.000 m di dislivello e con l’organizzazione della ASD Ciclistica catanese. La partenza avverrà da Pedara, i partecipanti lasciate le griglie di partenza proseguiranno per tutti i più suggestivi e caratteristici paesi etnei: Trecastagni, Zafferana Etnea, Linguaglossa, Randazzo, Maletto, Bronte, Biancavilla, Nicolosi e rientro a Pedara. Un ricco ristoro con tipicità siciliane sarà allestito all’arrivo in piazza Don Bosco e tre saranno quelli lungo il percorso forniti di gel, barrette e acqua. In piazza Don Giovanni Bosco sarà allestito da sabato 25 settembre il villaggio accoglienza dove si svolgeranno tutte le operazioni di accredito e consegna dei pacchi gara e la cerimonia di premiazione che avverrà alle 16.30 del 26 settembre. Fitto il calendario degli eventi collaterali con attività di animazione e musica che animeranno Pedara e che si svolgeranno a partire da sabato 25 settembre per culminerare con la Granfondo Giro dell’Etna di domenica 26, in entrambe le giornate sarà presente il campione siciliano Damiano Caruso. Tutti gli atleti iscritti riceveranno, compresa nella quota di iscrizione, la maglia originale celebrativa dell’evento e uno zainetto con il logo della Granfondo che fungerà da pacco gara. All’interno ci saranno i dorsali di gara, i chip elettronici di rilevamento dei passaggi nei vari punti di controllo e gli integratori tecnici per il ciclismo da sfruttare lungo il percorso. Informazioni sulla gara, su come iscriversi esu strutture alberghiere convenzionate: www.gfetnalibertas.it

 

 

 

 

SUCCESSO PER LA PEDALATA DELL'AMICIZIA

Nonostante le incerte condizioni atmosferiche ha riscosso grande successo la 28^ edizione della Pedalata dell'Amicizia che ha visto impegnati giornalisti e ciclisti professionisti svoltasi in provincia di Verona e partenza dal capoluogo scaligero. A dare il via all'attesissimo e immancabile appuntamento, organizzato dal Gs Sport Service presieduto da Agostino Contin con la collaborazione di un gruppo di amici sponsor, è stato il Vicesindaco Luca Zanotti dalla celeberrima Piazza Bra di Verona. All'abbassarsi della bandiera a scacchi la carovana multicolore si è diretta verso Corso Porta Nuova e proseguire quindi per Caselle, Sommacampagna, la Cantina di Custoza e Villafranca dove in località Quaderni era stato stabilito il ristoro con la regia gastronomica dei collaboratori della Alé Cycling. La carovana è stata scortata dalle Moto Tecniche capitanate da Maurizio Zurma con il personale della Protezione Civile di Verona guidato da Mario Bertoli. Tra la degustazione di un risotto (immancabile il tipico all'Isolana) e l'altro, il Vice Sindaco di Isola della Scala, Michele Gruppo, affiancato dal Direttore Generale e dall'Amministratore Unico dell'Ente Fiera del Riso, Mirco Caliari e Michele Filippi, hanno rivolto il saluto di benvenuto ai partecipanti della Pedalata dell'Amicizia che, è stato sottolineato: "Rappresenta una bellissima idea" e "vedere transitare tutti insieme sotto l'arco d'arrivo griffato dalla Alé Cycling, è stato sensazionale. L'obiettivo era quello di trascorrere delle ore tutti insieme in allegria e spensieratezza e così è stato". Tanti i campioni dello sport del pedale che hanno preso parte e tra loro Martinello, Roncaglia, Guerra e Andreoli. Impegnati anche gli onnipresenti Castelletti, Rossignoli, Minali, De Marchi e Talamioli. Tra i giornalisti le firme illustri di Gabriele Colleoni ("Il Giornale di Brescia"), Luca Mantovani, Renzo Puliero, Luciano Purgato e Mario Poli di "Telenuovo". La manifestazione è proseguita quindi con l'estrazione dei premi messi in palio dalla stessa Alè. "E' stata bellissima ed è risultata una delle edizioni più sentite degli ultimi anni - ha raccontato Agostino Contin - . Non lo volevamo, perché stavamo benissimo tutti insieme ma, purtroppo, il tempo è volato via in un baleno ed abbiamo avuto l'occasione di trascorrere una giornata straordinaria che ha avuto come tema fondamentale l'amicizia e la passione comune per il nostro amato sport. Io non finirò mai di ringraziare tutti gli amici sponsor che ci hanno consentito di raggiungere il classico obiettivo di fine stagione". A salutare i protagonisti il saggio Prof. Giuseppe Degani, ex presidente della Federciclismo di Verona e grande amico del ciclismo, che ha ricordato, con un pizzico di emozione, tutte le passate edizioni della Pedalata dell'Amicizia ricevendo ripetuti applausi. Parole di ringraziamento sono state rivolte da l'irriducibile regista organizzativo Contin che, insieme agli infaticabili collaboratori, che ha fatto in modo che tutto riuscisse nel migliore dei modi meritandosi apprezzamenti da parte di tutti. Il tecnico ha promesso che si metterà ben presto al lavoro per preparare l'edizione 2022 della Pedalata dell'Amicizia, la numero 29 e ha rivolto un sentito ringraziamento ai partecipanti, a quanti hanno collaborato e al Vc Isolano che aveva messo a disposizione dei componenti la carovana i pulmini per fare ritorno a Verona, nella stupenda nella località di partenza.

 

 

TEAM LOGISTICA AMBIENTALE

Sarà un week end impegnativo per gli esordienti, gli allievi e gli Juniores del Team Logistica Ambientale che saranno impegnati sia sabato che domenica in cose impegnative. Sabato gli esordienti e gli allievi correranno a Caserta una Cronoscalata e il giorno seguente invece saranno impegnati nel 36/o Memorial S.Ten Francesco Vanore una classica del calendario del Centro-Sud Italia . Gli juniores invece saranno impegnati nella Ciociarissima, la due giorni che si svolgerà a Sora, che vedrà i ragazzi impegnati sabato e domenica in due gare. ‘ Saranno due giorni importanti per i nostri ragazzi – ha commentato Marco Caruso – cimentarsi il sabato in una cronometro e la domenica in una gara in linea mette a dura prova i nostri ragazzi, ma siamo nel finale di stagione e questo tipo di esperienze li farà crescere sia sotto l'aspetto fisico che mentale. Sono sicuro che faranno bene e porteremo a casa risultati importanti. ’