Ven05242024

Aggiornamento:09:52:37

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada e fuoristrada 13 settembre 2023

News da ciclismo su strada e fuoristrada 13 settembre 2023

 

 

IL BUON MOMENTO DI ARIES CYCLING TEAM: PROTAGONISTI IN TOSCANA, PUGLIA E ALL'ESTERO

Il decimo e il dodicesimo posto ottenuti da Simone Carrò e Simone Impellizzeri nella gara nella “Coppa Ciuffenna” disputata martedì in Toscana sono solo gli ultimi piazzamenti conquistati in ordine di tempo dagli atleti di Aries Cycling Team. I ragazzi della formazione ciclistica di Gargallo, infatti, in questo periodo sono stati protagonisti su più fronti: dalla Puglia, al Kosovo e appunto in Toscana. Nella prima prova della Challenge del Giro di Puglia, che ha portato i ciclisti a sfidarsi tra Modugno e Locorotondo, a prendersi la luce dei riflettori è stato l’ossolano Fabio Garzi che, dopo aver animato la fuga decisiva, ha concluso al sesto posto la gara vinta dal bergamasco Alessandro Romele. Il secondo giorno di gara ha impegnato il gruppo nella prova di 151 chilometri conclusasi sul traguardo di Ceglie Messapica con l’acquese Simone Carrò ottavo classificato e Simone Impellizzeri è entrato in top20. La Challenge del Giro di Puglia si è conclusa con la prova di Polignano a Mare e l’undicesimo posto in classifica generale di Simone Carrò nella classifica di rendimento finale ha concluso a pari punti (29) con il decimo classificato Pier Elis Belletta. In concomitanza col Giro di Puglia si è svolto il Tour of Kosovo, competizione in tre tappe a cui ha preso parte, con la Nazionale di Grecia, anche Nikolaos Drakos. Il 21enne che da questa stagione difende i colori di Aries Cycling Team ha sfiorato la vittoria nella prima tappa battuto solo da Piergiorgio Cozzani del Gragnano Sporting Club; ha terminato settimo la seconda frazione e terzo la terza. Questa continuità di risultati ha permesso a Drakos di classificarsi terzo nella classifica generale finale a soli 7” dal vincitore Nicolò Garibbo. TOUR DU MAROC – Pur avendo annunciato la partecipazione al Tour del Marocco, a seguito del recente sisma che ha colpito la zona, i dirigenti di Aries Cycling Team hanno deciso di rinunciare alla trasferta.

 

 

 

 

FCI Marche: gli esordienti Grimaldi e Fiorini tra i migliori marchigiani alla Coppa di Sera, pollice su per il Trofeo Pistilli per giovanissimi

BORGO VALSUGANA - Alla Coppa di Sera per esordienti di primo e secondo anno, tradizionale palcoscenico di fine stagione per i migliori atleti di tutta Italia, due atleti marchigiani sono riusciti a dimostrare tutto il proprio valore. I protagonisti di questa impresa sono stati Leonardo Grimaldi della Potentia Rinascita ed Edoardo Fiorini del Pedale Chiaravallese. Per Grimaldi la soddisfazione di aver colto il secondo posto dopo essersi trovato con i migliori sull’ultima salita prima del traguardo arrenendosi sulla linea di arrivo a Lorenzo Soldarini del Pedale Ossolano. Fiorini, invece, è stato nel drappello con altri sei fuggitivi approfittando dell’ultima curva in cui l’atleta chiaravallese è entrato per primo guadagnando un piccolo margine utile per arrivare primo. La soddisfazione del vincitore a fine gara è stata enorme: “Dopo una gara combattuta. Poco prima dell’ultimo strappo sono riuscito a gestirmi ed in discesa sono rientrato. E’ stato bello ripetermi. Dedico la vittoria alla mia famiglia, al mio allenatore Roberto Pesaresi, alla società del Pedale Chiaravallese”.

PORTO SANT’ELPIDIO – Si son dati appuntamento sul lungomare centro di Porto Sant’Elpidio, completamente chiuso al traffico, un centinaio di giovanissimi dai 7 ai 12 anni in vista delle ultime pedalate di fine stagione. L’occasione si è presentata con lo svolgimento del Trofeo Pistilli Lab. La manifestazione organizzata dall’associazione GC MTB Porto S. Elpidio guidata dalla presidentessa Luigina Bernabei e voluta da Sauro Mazzante, ha dato vita anche al challenge Fertesino Cup Giovanissimi. La classifica che premia la società con il maggior numero di partecipanti ha visto il successo dell’Alma Juventus Fano, secondo posto per il Gruppo Sportivo Pianello. Mentre quella a punteggio ha premiato la Potentia Rinascita davanti all’abruzzese Pedale Teate.

G1 maschile: Vittorio Biancini (Gruppo Sportivo Pianello)

G1 femminile: Ginevra Agostini (Alma Juventus Fano)

G2 maschile: Lorenzo Savoretti (Potentia Rinascita)

G2 femminile: Giorgia Sabbatini (Potentia Rinascita)

G3 maschile: Marco Ringhini Marco (Alma Juventus Fano)

G3 femminile: Sofia Manna Sofia (Gruppo Sportivo Pianello)

G4 maschile: Lorenzo Carlini (Potentia Rinascita)

G4 femminile: Alice Pierangelini (La Montagnola)

G5 Maschile: Francesco Coletta (Pedale Teate)

G5 femminile: Isabel Buldorini (Potentia Rinascita)

G6 maschile: Riccardo D’Andrea (Pedale Teate)

G6 femminile: Sofia Foscari (La Montagnola)

 

 

 

 

ALMA JUVENTUS FANO

Ben 450 iscritti in rappresentanza di 96 società, per una delle gare forse più competitive del calendario giovanile italiano coi suoi 87 chilometri di lunghezza e 1300 metri di dislivello con partenza ed arrivo a Borgo Valsugana (TN). A questo complicato esame di caratura internazionale si sono sottoposti gli Allievi della SCD Alma Juventus Fano, al via dell’edizione numero 55 della Coppa d’Oro Gran Premio d’Italia dei Direttori Sportivi con Andrea Antonioni, Tommaso Arduini, Alessandro Baldelli, Tommaso Buscaglia, Luca Nicoloso, Giacomo Sgherri, Mirko Sgherri e Diego Tinti. Il miglior piazzamento della formazione dei DS Filippo Beltrami e Samuele Mancinelli lo ha ottenuto piazzandosi 25° Giacomo Sgherri, che complice anche la stretta carreggiata non è stato in grado di inserirsi nell’ultimo e decisivo attacco. Hanno completato la missione pure il fratello minore Mirko, 106°, Antonioni, 131° e Tinti, 144°. Arduini è stato purtroppo penalizzato da una sbandata di gruppo all’imbocco della prima vera salita, ma come il resto dei compagni non giunti in fondo ha comunque svolto il lavoro richiesto per la squadra. La corsa è stata da subito connotata da un ritmo forsennato, dettato in particolare dai trentini della Forti E Veloci e dai veneti della Borgo Molino. A tagliare il traguardo per primo è stato proprio uno dei portacolori della Forti E Veloci, ovvero il favorito di giornata Alessio Magagnotti. Lo stesso scenario il giorno precedente aveva fatto da cornice alla 16^ Coppa di Sera, con suddivisione tra Esordienti 1° e 2° Anno. Tra i 1° Anno Kevin Piccioli è stato purtroppo costretto al ritiro da una foratura, mentre tra i 2° Anno Youssef Dahani è stato obbligato ad abbandonare per le conseguenze di una caduta in cui è stato coinvolto. Per entrambi i ragazzi del DS Gabriele Gorini non è stata insomma un’uscita fortunata, a dispetto delle positive sensazioni sin lì suscitate dai due arancio-aragosta. Ritorno a casa col sorriso invece per i Giovanissimi del DS Giovanni Ambrosini, divertitisi gareggiando sul bel lungomare di Porto Sant’Elpidio (FM). La solita Ginevra Agostini si è imposta fra le femmine della categoria G1, dove fra i maschi Nicholas Vegliò si è classificato 2° e Mattia Cassiani 5°, fra le femmine G2 eccellente argento al debutto per Gaia Farabini, tra i G3 vittoria per Marco Ringhini, tra i G4 bronzo per Sami Dahani, tra i G6 terzo gradino del podio anche per Riccardo Agostini, 4° Simone Ringhini e 5° Diego Giannetti. Grazie ai suoi 14 corridori presenti, la SCD Alma Juventus si è inoltre aggiudicata la classifica per numero di partecipanti.

 

 

CAMPIONATO ITALIANO GRAVEL FCI A FUBINE

L’organizzazione dell’evento comunica che, a causa di viabilità all’interno del Comune di Vignale Monferrato, ci sarà una variazione di percorso: dalla SP 50 si entrerà in strada Comunale Ca Molino e in strada comunale Valle Grana entrambe interamente sterrate, fino a ricongiungersi con la SP 72 come nel precedentemente percorso. Così modificato, il circuito scende da 43 km a 41.7 km (con 520 metri di dislivello), cui si aggiungono 1 Km alla partenza e 1 km per raggiungere l’arrivo. Il link komoot del nuovo circuito è https://www.komoot.it/tour/1295934353?ref=aso La categoria agonistica maschile (Open) e quelle amatoriali master fino a 55 anni (M5) dovranno affrontare 3 giri del circuito, mentre tutte le categorie femminili e le maschili amatoriali over 55 anni (M6, M7, M8) dovranno affrontare 2 giri. L’arrivo è posto al di fuori del circuito, su un tratto di 678 metri in salita che porta al centro di Fubine, nella piazza del Municipio: il link komoot del tratto finale di arrivo è https://www.komoot.it/tour/1295942291?ref=aso Ad ogni passaggio, in corrispondenza di Località Franchini e Fubine (circa ogni 20 km del circuito) saranno garantiti due punti di assistenza meccanica e rifornimento (feed and technical zone). L’organizzazione provvederà a fornire acqua ai corridori, mentre eventuali borracce di integratori potranno essere consegnate da assistenti personali posti su questi due punti specifici. Per partecipare, bisogna iscriversi tramite il “fattore K” della FCI www.federciclismo.it Le categorie amatoriali Master M/F, utilizzando il link di endu.net https://api.endu.net/r/i/85142 potranno poi completare l’iscrizione pagando la quota prevista di 30 Euro. E’ possibile partecipare con ogni tipo di bicicletta, anche se sono consigliati i modelli gravel o ciclocross. Le premiazioni riguarderanno tutte le categorie in gara, 2 agonistiche (M/F) e 9 amatoriali (M/F): ognuna avrà una propria classifica, il cui vincitore indosserà la maglia di Campione Italiano Gravel FCI, per un totale quindi di 20 maglie in palio