Mar06182024

Aggiornamento:11:12:51

Back Archivio Vetrina - Eventi Presentato il Progetto E.O.S. per far rinascere il Velodromo dell'EUR

Presentato il Progetto E.O.S. per far rinascere il Velodromo dell'EUR

205De4f7 600F 4F5e 806E 7452Dc7e1ab1

 

 

"La Federazione guarda con interesse tutte quelle iniziative che mirano alla realizzazione di spazi per il ciclismo" ha detto il presidente Cordiano Dagnoni, intervenuto in occasione della presentazione, oggi al Senato presso la Sala Caduti di Nassirya del "Progetto E.O.S.", ovvero la realizzazione del Palazzo EurOmniSport a Roma. La proposta, promossa dalla senatrice di Azione Giusy Versace, vuole restituire all'area dell'ex Velodromo Olimpico dell'Eur, teatro delle imprese di Sante Gaiardoni e di tutta la pista italiana in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960, la destinazione originaria.

"Mi auguro - ha concluso il presidente Dagnoni - che il progetto si riesca a realizzare. Abbiamo bisogno di velodromi moderni, in grado di ospitare le nostre società, i tanti ragazzi e ragazze che vogliono provare questa disciplina ed anche le nostre Nazionali, che con i loro successi rappresentano, nel mondo, la faccia bella e vincente del nostro Paese come lo sono state, a suo tempo, le imprese del ciclismo italiano in occasione delle Olimpiadi di Roma."

Sono intervenuti, alla presentazione, oltre alla senatrice Giusy Versace, vicepresidente della 7^ Commissione del Senato, anche il capogruppo della Lista Calenda Sindaco Flavia De Gregorio, il Sindaco del IX Municipio di Roma (EUR) Marco Muro Pes e il presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera, Stefano Mei. L'impianto (dal costo di circa 70 milioni) dovrebbe essere interdisciplinare, ospitando una pista per il ciclismo e, all'interno della stessa, una di 200 metri per l'atletica indoor, come il Velodromo di Valencia in Spagna. L'auspicio degli intervenuti è che tale proposta possa trovare un ampio consenso, in grado di rendere possibile la realizzazione. Il mondo dello sport, nella persona dei presidente della FCI e della FIDAL ha dato il proprio sostegno, adesso la parola passa a politica, istituzioni ed enti locali interessati.