Sab07202019

Aggiornamento:08:11:07

Back Aziende informano Abbigliamento Wakan e Word Master Game 2013: per vincere insieme

Wakan e Word Master Game 2013: per vincere insieme

Le medie imprese sono la grande ricchezza del nostro paese, gli atleti masters e la loro passione sono il patrimonio dei World Masters Games, ideale dunque il ‘matrimonio’ tra l’evento di Torino ed Elleffe, azienda toscana di abbigliamento sportivo, Official Sporting Wear dei World Masters Games 2013. Wakàn Sports, marchio di Elleffe, fornirà le welcome bags agli atleti, ai team personnel e agli accompagnatori, così come le uniformi dello staff e del management, le divise dei volontari e, naturalmente, tutto il merchandising ufficiale della manifestazione.

La Elleffe nasce nel 1999, ma solo nel 2005 diventa un marchio proprio. Luca Falorni è il titolare dell’azienda pisana (L e F sono infatti le sue iniziali, n.d.r.).  Un’azienda che con il marchio Wakàn Sports, veste oltre 1400 gruppi sportivi distribuiti in tutte le regioni d’Italia e all’estero, tra Francia, Spagna, Slovenia, Croazia, Olanda e Svizzera. Una delle tante aziende italiane che porta il ‘made in Italy’ all’estero e che ha scelto di essere un prezioso partner ai prossimi World Masters Games. Luca Falorni ha gentilmente risposto ad alcune domande “sull’operazione” che la sua azienda ha deciso di intraprendere al fianco dei World Masters Games.

Elleffe ha presenziato già ad altri eventi di questo tipo?

“Nel 2009 siamo stati Gold Sponsor dei Giochi del Mediterraneo che si sono svolti a Pescara. Un’esperienza importante nel percorso di sviluppo della nostra attività e direi che proprio quell’anno può essere definito quello della svolta.  Da lì altri eventi e sponsorizzazioni tecniche in diverse discipline e nel 2011, la nascita di una linea di abbigliamento dedicata al golf, la Wakàn Sports”.

Quali sono le motivazioni che l’hanno portata a ‘sposare’ un evento come i WMG?

“I World Masters Games sono un evento ad ampio respiro internazionale e in un mercato, come quello italiano, nel quale in questo momento non è davvero facile operare, avere la possibilità di ottenere un’interessante esposizione a livello mondiale, per noi, è molto importante. Inoltre Elleffe vuole essere presente dove c’è sport, al fianco di chi fa sport”.

Cosa ci può dire sulla mascotte dei World Masters Games?

“Siamo ancora in una prima fase, anche se qualche idea ce l’abbiamo già. Il nome potrebbe anche esserci, ma dobbiamo verificarlo con il Comitato organizzatore, anche se, viene da sé, che s’identificherà moltissimo con la città che ospita l’evento. L’altra cosa su cui puntiamo è la ‘giocosità’ di questo personaggio, che vuole rappresentare, magari con un po’ d’ironia, il popolo degli atleti master”.

Che cosa farà Wakàn Sports a livello di merchandising e come attività promozionale?

“Sarà un merchandising molto ricco, con oltre 60 referenze. Puntiamo anche a creare dei punti ‘happening’, una sorta di ‘casa Toscana’, senza nulla togliere ai padroni di casa del Piemonte, ma con l’idea di offrire insieme al nostro marchio e ai nostri prodotti anche un po’ di ospitalità toscana.  Crediamo moltissimo in questo evento e vogliamo partecipare il più possibile alla sua comunicazione e promozione, creando dei piccoli corner anche sul territorio. Il nostro obiettivo è quello di rafforzare la nostra presenza nelle regioni settentrionali”.

World Masters Games significa anche un ricco panorama di atleti stranieri avete pensato a una strategia di espansione sui mercati internazionali?

“L’occasione è di quelle da sfruttare completamente. Siamo interessati al mercato dei clienti americani, canadesi, australiani, che sono quelli che fino ad ora guidano le classifiche per numero d’iscrizioni. Vogliamo coinvolgere questi atleti il più possibile e insieme al Comitato organizzatore vogliamo cercare di ideare situazioni ed eventi che li coinvolgano il più possibile. Un esempio: quello di organizzare dei clinics con alcuni nomi famosi del golf. L’idea è quella di non fermarsi alle gare, ma andare oltre e come Wakàn Sports vogliamo esserci”.

Luca Falorni è un uomo con le idee molto chiare e con obiettivi molto concreti. Allo stesso tempo, avendo un passato da sportivo, uno sportivo appassionato come tutti coloro che saranno a Torino, nel prossimo mese di agosto, ha scelto di essere al loro fianco, con i suoi prodotti e con la sua filosofia imprenditoriale.