Mar03282023

Aggiornamento:12:47:21

Back Aziende informano Biciclette Olympia lancia la all mountain Karbo

Olympia lancia la all mountain Karbo

 

 

Rivoluzione nelle geometrie e riprogettazione di motore e batterie sono gli ingredienti della nuova all mountain di Olympia, che ha inserito nella gamma 2023 la biammortizzata Karbo: una e-mtb che, proprio per la rivisitazione delle sue geometrie e delle dotazioni tecnologiche, è versatile e facile da guidare

Nel design del telaio non c’è nulla di standard: il monoscocca in carbonio T800 è stato disegnato in modo da rispondere alle specificità di una bici a pedalata assistita adatta a chi predilige un approccio all mountain. Per la realizzazione del telaio è stata impiegata la tecnologia EPS a doppio stampo, che rende più rigida e leggera la struttura uniformando le superfici interne. Il triangolo posteriore è invece in alluminio 6061, sovradimensionato per la massima stabilità e robustezza.

Nella progettazione di Karbo si è data priorità alla praticità di utilizzo, che si traduce in sensazione di sicurezza nei tratti più impegnativi e in performance più elevate. Lo standover, ovvero la distanza da terra del tubo superiore, è stato diminuito. La sagomatura stessa di questo elemento del telaio è stata modificata per abbassare il baricentro e dare la massima libertà al movimento delle gambe, così da rendere la bici perfettamente gestibile in ogni situazione. La geometria ottimizzata in ogni taglia e il carro posteriore ridotto a 438 mm (443 mm nella misura L/XL) vanno nella direzione di una posizione in sella bilanciata e di una grande facilità di guida, un punto di forza per nulla trascurabile in una e-mtb.

La sospensione posteriore con escursione 160 mm è dotata di un ammortizzatore trunnion (205x65mm di corsa) che si inserisce nel top tube. Questa soluzione, già sperimentata con successo da Olympia nel modello Bullet, contribuisce a rendere più protetta la sospensione, che scompare parzialmente alla vista e, sotto il profilo estetico, diventa elemento di continuità fra i foderi del carro e il tubo superiore. La collocazione dei punti di fulcro della cinematica determinano una curva di compressione con una progressività maggiore rispetto al modello precedente, determinando un buon bilanciamento per l’utilizzo di ammortizzatori ad aria, ma anche per l’upgrade con quelli a molla.

L’antisquat è stato leggermente alzato nella zona di SAG per evitare un eccessivo affondamento della sospensione in pedalata, più evidente durante l’aumento di trazione in salita, rendendo più lineare l’avanzamento.

Karbo diventa più rigida e precisa nella guida anche grazie al raddoppio dei cuscinetti sia nel giunto Horst, sia nel fulcro del main pivot del carro posteriore. Le tolleranze vengono ridotte a zero. A rendere il carro con standard Boost 148 più solido e reattivo è anche il nuovo perno in acciaio ad espansione da 17 mm di diametro, che va ad agganciare in modo stabile il posteriore al telaio.

L’equipaggiamento di serie comprende Ext Era V2 S con steli da 36mm, una forcella anteriore dalle alte prestazioni. L’escursione delle sospensioni è di 160 mm, 10mm in più rispetto alla versione precedente. Il particolare sistema costruttivo della forcella, che fonde la testata e la base del cannotto in un corpo unico, aumenta la stabilità dell’avantreno e il perno ruota flottante migliora l’allineamento degli steli rendendo la sospensione più fluida.

Lo sterzo è da 1.5/1.5, uno standard di comprovata efficacia per ottenere il giusto compromesso fra manovrabilità e robustezza. Un doppio ingresso laterale ospita i cablaggi, proteggendoli dall’usura e garantendo la fluidità dei comandi.

La dotazione di Karbo prevede ruote mullet (27.5’’ posteriore, 29’’ anteriore). Le colorazioni disponibili sono nero lucido/opaco e bianco cangiante lucido/nero opaco.

MOTORE OLI EDGE: più compatto, più potente

Il nuovo motore OLI Edge, compatto e più potente, esprime 90 Newton/metro, 5 in più rispetto al motore OLI Sport. La forza impressa sui pedali dal ciclista viene quadruplicata.

La curva di erogazione dell’assistenza è stata migliorata sia a basso numero di pedalate, sotto le 50rpm, sia oltre le 90rpm per garantire un’ottima coppia a tutti i regimi. Il raddoppio dei sensori di coppia (4 anziché 2) permette a OLI Edge di fornire un’erogazione fluida e puntuale sulle specificità delle varie modalità di utilizzo, per aiutare il ciclista anche nei tratti più tecnici e ottimizzare i consumi. Il sistema Vectorial Logic controlla il comportamento del motore con estrema precisione e lo adatta tempestivamente al tipo di utilizzo con un’ampia varietà di settaggi. I 6 livelli di serie messi a punto da Olympia sono tutti ulteriormente configurabili tramite un apposito software fornito al concessionario.

POWERNINE 900: più capacità, più autonomia, più longevità

Il nuovo motore OLI trova la sua spalla ideale nella batteria PowerNine 900 da 900 W/h, impercettibile all’occhio nella sua perfetta integrazione nella sagoma del tubo obliquo. Si tratta di un prodotto di eccellenza, che Olympia ha progettato per consentire agli e-biker di affrontare escursioni più lunghe e altimetrie più impegnative. I vantaggi di questa “superbatteria”, ai vertici del mercato per il suo rapporto capacità/peso, non si limitano alla qualità dell’assistenza. La sua autonomia, nettamente superiore alla media, riduce il numero dei cicli di ricarica necessari, allungando di fatto la durata del periodo di efficienza delle celle. Una batteria ricaricata meno volte dura di più, ed ecco spiegato perché PowerNine 900 è un prodotto dotato di una straordinaria longevità, oltre che autonomia. Particolare non trascurabile, bastano sei ore per «fare il pieno» di energia. La sua impermeabilizzazione, inoltre, ne garantisce la piena efficienza anche nelle condizioni climatiche più estreme.

 

www.bicitv.it