Gio08162018

Aggiornamento:09:00:54

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 15 maggio 2018

News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 15 maggio 2018

BUONGIORNO DALLA TAPPA 10 DEL GIRO D'ITALIA

Buongiorno dalla decima tappa del centunesimo Giro d'Italia, in programma dal 4 al 27 maggio e organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, Penne-Gualdo Tadino di 244 km. La Corsa Rosa riparte con la tappa più lunga del Giro, caratterizzata da molti saliscendi.


La Corsa passerà accanto al luogo della tragedia di Rigopiano, dove una slavina causò la morte di 29 persone il 18 gennaio 2017.

La corsa ha passato il km 0 alle ore 11:06 con il gruppo forte di 170 corridori.

Nella tappa di oggi, la lista dei corridori dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon può essere scaricata da questo link.

METEO
Penne (10:55 - Partenza): Parzialmente nuvoloso, 16°C. Vento: debole – 9 km/h SE.
Gualdo Tadino (17.15 - Arrivo): Variabile, 13°C. Vento: moderato – 16 km/h SE.

DOWNLOAD


PUNTI E ABBUONI IN PALIO
Durante la tappa ci saranno 13 secondi di abbuono massimo in palio per la classifica generale, 3 al secondo traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato. Vi sono inoltre 45 punti in palio per la classifica della Maglia Ciclamino (classifica a punti - 612 punti rimasti) e 25 punti per la Maglia Azzurra di miglior scalatore (423 punti rimasti).

CLASSIFICA GENERALE
1 - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Esteban Chaves (Mitchelton - Scott) a 32"
3 - Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 38"

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Elia Viviani (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Simon Yates (Mitchelton - Scott), indossata da Esteban Chaves (Mitchelton - Scott)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Richard Carapaz (Movistar Team)

PERCORSO
Tappa 10 – Penne-Gualdo Tadino 244 km - dislivello 3.000 m
È la tappa più lunga del Giro. Attraversa l’Appennino da sud verso nord con un percorso tortuoso costellato prevalentemente di brevi salite pedalabili e con tre classificate GPM di cui la prima (lunga quasi 20 km) scollina un versante inedito del Gran Sasso. Nella prima parte le strade sono di carreggiata ristretta e con manto usurato, nella seconda si percorrono strade di dimensioni e condizioni normali. Finale pianeggiante.

Ultimi km
Ultimi chilometri prevalentemente rettilinei su ampia strada fino a 1.500 m dall’arrivo dove la corsa compie alcune curve ad angolo retto per portarsi a 750 m dall’arrivo nel rettilineo finale (leggermente curvo fino ai 500 m), in asfalto di larghezza 7,5 m.


COPERTURA TV
I palinsesti della Tappa 10 del Giro d'Italia sono disponibili a questo link.

GIRO D’ITALIA – RIDE GREEN
Nella tappa di domenica raccolti oltre 2.670 kg di rifiuti, di cui l'87% sarà riciclato.
ASPROMARATHON MTB
“Un circuito fantastico con viste mozzafiato. Non mi aspettavo una gara così intensa e varia.”
Sono le parole di Mino Ceci, vincitore della terza edizione della Aspromarathon, la gara MTB che ha animato le vie della città tra il Lungomare Falcomatà fino al Parco Nazionale dell’Aspromonte.
A soli 20 anni, Girolamo, detto Mino, atleta pugliese del prestigioso team Scott Racing di Bergamo, conquista la Aspromarathon 2018, il suo primo trofeo in riva allo Stretto.
“La gara è stata organizzata benissimo. Mi ha stupito la cura dei dettagli sin dal sabato del pre gara. È una tappa che presenta mille variabili, il percorso è molto tecnico con tratti sabbiosi e fangosi. Un circuito molto duro. Mi auguro che l’Aspromarathon possa crescere nei prossimi anni. Ha enormi potenzialità e chi la vive in sella alla mountain bike non può che innamorarsene – dichiara Mino Ceci – Mi sono goduto ogni chilometro perché ho avuto l’abilità e la fortuna di staccarmi insieme al mio compagno di team Paolo Colonna. Si è creato così un bel distacco già a metà del tragitto. Il tratto che mi ha emozionato di più? A 1400 metri quando davanti a me è apparso l’imponente Aspromonte. Adesso andremo alla Vesuvio mountanbike Race. Ci attende un’altra emozionante sfida“.
La terza edizione dell’Aspromarathon, organizzata dai ragazzi della A.S.D Rolling Bike il cui presidente Roberto Mucciola ha fatto gli onori di casa a tutti gli atleti approdati in riva allo Stretto, in collaborazione con la Federazione Ciclistica Italiana e MTBonline, conferma anche quest’anno il suo fascino e la passione dei numerosi partecipanti, amanti del ciclismo fuoristrada che hanno visto alternarsi paesaggi unici al mondo dalle acque cristalline dello Stretto al verde intenso dei boschi d’Aspromonte.
Alla Aspromarathon 2018 ha partecipato un altro fuoriclasse pugliese sempre della Scott Racing Team, Paolo Colonna che, nella classica tenuta giallo – nera, ha conquistato il secondo posto. 
Sul podio anche Giuseppe Capogreco della ASD Team Bike Vallegrecanica.
L’Aspromarathon si è svolta su tre percorsi, due agonistici (Marathon da 74 km e con un dislivello di 2700 mt; Granfondo da 48 km e un dislivello di 1600 mt) e uno escursionistico (da 25 km e con un dislivello di circa 700 metri).
Per la prima volta quest’anno la manifestazione ha ospitato anche la 3^ tappa del prestigioso Circuito de “I fiori dei parchi” e la 1^ tappa del “Trofeo MTB Calabria Challenge”. Due riconoscimenti che qualificano ulteriormente la manifestazione come evento di rilievo nel panorama ciclistico, in particolare del centro-sud.
QUI RISULTATI E CLASSIFICA DELLA ASPROMARATHON 2018

 

 

STEMAX TEAM

Ancora un fine settimana di grandi soddisfazioni per la società modenese, che ha saputo mettersi in mostra dalla Lombardia alle Marche, passando per il Veneto. Sabato 12 maggio, a Trigolo (Cr), è andata in scena la gara su strada “Trofeo ADIEMME 4° Memorial Franco Scotti”, a cui ha preso parte Giandomenico Cicerano, classificatosi 7° della propria batteria e di categoria. Domenica 13 maggio a Trevenzuolo (Vr), ha preso il via il "Gran Premio Scatolificio Pozzi", cronometro a quattro a cui ha preso parte la formazione dello Stemax Team (Sperati, Ghilardi, Pignone e Moschini), che registrano il 9° tempo assoluto, cogliendo il 5° posto nella Fascia B. Il grosso del team si stava impegnando tra Cattolica (Rn) e Gabicce Monte (Pu), sui due percorsi della Granfondo Squali. Il miglior risultato lo ha ottenuto la modenese Sonia Passuti, giunta terza tra le donne sul percorso di granfondo. Una menzione particolare va a Diego Frignani (5° ASS, 2° JUN) e Daniele Terzi (9° ASS, 4° JUN) per avere svolto una gara impeccabile, sempre nel gruppo di testa con un tasso di azione veramente alto, senza mai preoccupandosi di limare le forze, ma sempre mettendosi in gioco. Sul percorso lungo sono giunti anche Carlo Muraro (36° ASS, 8° SE2), Claudio Fiorini (41° ASS, 5° VE2), Paolo Ponzo (123° ASS, 22° SE1),Sonia Passuti (3° ASS, 2° DNA), Romano Guizzardi (348° ASS, 56° GE1), Serafino Bruni (359° ASS, 2° SGB) e Adolfo Corsi (742° ASS, 91° GE2). Sul percorso di mediofondo, invece, vittoria di categoria per il “capitano” Stefano Nicoletti, giunto nono assoluto. Ottime prestazioni per tutti gli altri componenti: Alessia Bortoli (7° ASS, 5° DNA), Valentina Zini (27° ASS, 13° DNA), Sonia Calzoni (47° ASS, 21° DNA), Maurizio Lodi (125° ASS, 8° GE1), Luca Nobili (128° ASS, 30° SE2), Marco Bassoli (143° ASS, 28° VE2), Enrico Nobili (165° ASS, 25° SE1), Riccardo Baldassarri (185° ASS, 38° SE2), Piero Roda (243° ASS, 25° GE1),Carlo Pavarotti (244° ASS, 26° GE1), Fabio Taroni (251° ASS, 45° VE2), Renato Sergio (267° ASS, 44° SE1),Paolo Berselli (301° ASS, 19° GE2),Andrea Lusvardi (332° ASS, 58° VE1),Cesare Gammi (395° ASS, 31° GE2), Federico Pacchiarini (442° ASS, 73° SE2), Ardo Guidetti (453° ASS, 14° SGB), Nicola Gianni (533° ASS, 79° GE1), Norberto Branchini (555° ASS, 20° SGB), Stefano Baiesi (559° ASS, 85° GE1) e Alessandro Morabito (660° ASS, 98° SE2).

 

 

GRUPPO SPORTIVO ALZATE BRIANZA

I ragazzini della categoria Giovanissimi del Gruppo Sportivo Alzate Brianza hanno partecipato, domenica 13 maggio, al “13° Trofeo Costruzioni Edili Pagani” di Gorla Minore ottenendo dei buoni risultati. Nella prima gara di giornata, quella riservata, ai “G1” Davide Cappelletti ha diviso il podio con il vincitore Andrea Pierobon (U.S. Carbonate Lisar) e con il secondo classificato Stefano Rovere del Gruppo Sportivo Prealpino. In G5, categoria in cui hanno corso molti atleti, Filippo Cappelletti è giunto secondo battuto, nella sua batteria, da Gabriele Sist (S.C. Orinese); nella medesima batteria Simone Castelli ha terminato quinto. Nella seconda batteria della “G5” è brillata la stella di Valentina Sangiorgio, terza assoluta (seconda nella classifica “rosa”); alle spalle di Valentina ha tagliato il traguardo il suo compagno di squadra Andrea Roda. Bravo anche Mattia Gaffuri che ha concluso ottavo in graduatoria. La parte sportiva della giornata si è conclusa con la categoria “G6” in cui Luca Cassina ha terminato in terza posizione. La giornata di domenica si è chiusa con i sorrisi dei ragazzi del G.S. Alzate Brianza che hanno vinto il trofeo riservato alla squadra con il maggior numero di punti nella classifica di rendimento per team. La felicità per il risultato sportivo non attenua però lo sconforto che ha colpito i responsabili della squadra quando hanno scoperto il furto della bicicletta di un loro tesserato “G1”. La passione per il ciclismo non si ferma: la dirigenza e i volontari del “GS” sono già pronti per organizzare la nona edizione del “Trofeo Angelo e Antonio Consonni” che, domenica 20 maggio vedrà tanti piccoli atleti pedalare per le vie di Brenna, in provincia di Como. Il ritrovo è fissato per le 13.00 in Via Venezia, alle 15.00 la partenza della prima gara.

 

 

BEPINK

BePink è lieta di annunciare l'arrivo tra le proprie fila di una nuova atleta, Eyerusalem Dino Kelil. Etiope di Awassa, Kelil - classe 1992 – è tra le atlete più rappresentative del suo Paese. Campionessa Nazionale sia in linea (2015) che contro il tempo (2015, 2016), quest'anno, si è laureata Campionessa Continentale Africana nella cronometro a squadre. "Per prima cosa, voglio ringraziare Walter Zini per tutto quello che ha fatto per me. Ho corso in una squadra italiana per qualche anno, ma ho avuto dei problemi di salute e sono tornata al mio Paese. La mia carriera ciclistica ha subito uno stop di due anni e, nel frattempo, ho provato a contattare altre squadre. Walter ha voluto credere in me, darmi fiducia e questa grande opportunità. E' un privilegio, per me, essere entrata a far parte di BePink e, con l'aiuto di Dio, spero di poter soddisfare le aspettative con buoni risultati. L'accoglienza è stata molto calorosa. Qui mi sento già in famiglia e come a casa!" ha commentato Kelil. "Siamo felici di dare il benvenuto in squadra a Eyerusalem, una ragazza motivata, seria e che ha tanta voglia di rimettersi in gioco. Già in passato ha dimostrato di avere buone qualità e uno spirito da attaccante che ben si adatta alla filosofia del nostro team. Non vediamo l'ora di vederla all'opera," ha aggiunto il Team Manager Walter Zini. Kelil debutterà in Spagna, alla Durango-Durango Emakumeen Saria in programma il 17 maggio, partecipando anche alla Emakumeen XXXI. Bira dal 19 al 22 maggio.

 

SCOTT TEAM GRANFONDO

Domenica 13 maggio, a SaliceTerme (Pv), è andata in scena la Granfondo Valli d'Oltrepò, prova valida per il circuito Coppa Piemonte. A prendervi parte i due piemontesi del Team Scott Granfondo: il cuneese Guido Paolo Dracone e il torinese Enrico Dogliotti. Una gara che ha visto la scalata al Monte Penice, che ha frazionato il gruppo, portando in testa gli scalatori puri, mentre i passisti scalatori sono rimasti poco dietro a inseguire sperando in ascese con pendenze più abbordabili. E' la volata del gruppetto dei quattro inseguitori, che porta a Dracone e a Dogliotti rispettivamente l'8° e il 9° posto assoluto. Posizioni che permettono loro di salire sul podio di categoria, con Dracone sul secondo gradino e Dogliotti su quello più alto.

 

 

 

US BIASSONO

Basta uno sguardo all’ordine d’arrivo della gara disputata a Cardano al Campo, per capire che anche in questa occasione gli Allievi dell’Unione Sportiva Biassono sono stati tra gli attori principali della competizione. A una settimana esatta dalla vittoria sfuggita per un nulla a Comerio, Giacomo Villa si è ripetuto combattendo, scappando al controllo del gruppo insieme ad altri quattro concorrenti (tutti appartenenti alla formazione del Team Giorgi n.d.r.) e infine giungendo sul traguardo in seconda posizione, alle spalle di Giorgio Cometti (Team Giorgi) ma davanti a Mathias Vacek, anch’egli tesserato per la formazione di patron Giorgi. “L’8° Trofeo Astra Antinfortunistica”, manifestazione di 58 chilometri organizzata dal Club Ciclistico Cardanese e valevole come seconda prova della Ciclovarese Challenge 2018, ha premiato anche altri due atleti dell’U.S. Biassono: Davide Magro, quarto sul traguardo, ha regolato un gruppo nelle cui posizioni di testa era presente anche Daniel Ippona giunto ottavo assoluto. La classifica generale della Challenge, a due prove dal termine vede i ragazzi di Brugali occupare la seconda posizione con Ippona accreditato di 11 punti, uno in meno rispetto al leader Cometti. In quarta posizione con 9 punti Giacomo Villa mentre settimo troviamo Magro che può amministrare sette punti. Gli Juniores impegnati nella gara Brescia – Monte Magno, competizione di 95 chilometri selettiva e con arrivo in salita resa ancor più difficile dalle condizioni meteo, hanno concluso le loro fatiche con il 23° posto di Colombo, miglior piazzato della formazione brianzola. Per i ragazzi dell’“U.S.” martedì è in programma il “4° Memorial Fusetti – Leva dell’Inseguitore”, una gara al Velodromo Battaglia di Busto Garolfo a cui parteciperanno alcuni atleti della categoria Allievi. GARA ALLIEVI CARDANO AL CAMPO 13 MAG 1. Giorgio Cometti (Team Giorgi) km 58 in 1h25’ media 40,941 km/h 2. Giacomo Villa (U.S. Biassono) 3. Mathias Vacek (Team Giorgi) 4. Davide Magro (U.S.Biassono) a 37” 8. Daniel Ippona (U.S. Biassono)