Sab05262018

Aggiornamento:12:00:00

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 16 maggio 2018

News da ciclismo su strada, amatoriale, giovanile e fuoristrada 16 maggio 2018

 

 

Buongiorno dalla undicesima tappa del centunesimo Giro d'Italia, in programma dal 4 al 27 maggio e organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, Assisi-Osimo di 156 km. È una tappa corta, dura e con un finale in salita nel centro storico di Osimo.

La corsa ha passato il km 0 alle ore 13:18 con il gruppo forte di 169 corridori.

Nella tappa di oggi, la lista dei corridori dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon può essere scaricata da questo link.

METEO
Assisi (13:05 - Partenza): Parzialmente nuvoloso, 16°C. Vento: debole – 8 km/h SE.
Osimo (17.15 - Arrivo): Parzialmente nuvoloso, 18°C. Vento: debole – 11 km/h SO.

DOWNLOAD

Questa mattina è stata inaugurata la nuova sede del “Museo della Memoria-Assisi 1943-1944”, dove si trova la Cappellina dedicata alla Santa Teresina del Bambin Gesù, cara a Gino Bartali. L’inaugurazione è avvenuta alla Presenza del Direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni e delle nipoti di Gino Bartali, Gioia e Stella.
PUNTI E ABBUONI IN PALIO
Durante la tappa ci saranno 13 secondi di abbuono massimo in palio per la classifica generale, 3 al secondo traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato. Vi sono inoltre 45 punti in palio per la classifica della Maglia Ciclamino (classifica a punti - 567 punti rimasti) e 17 punti per la Maglia Azzurra di miglior scalatore (398 punti rimasti).

CLASSIFICA GENERALE
1 - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 41"
3 - Thibaut Pinot (Groupama - FDJ) a 46"

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Elia Viviani (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Simon Yates (Mitchelton - Scott), indossata da Esteban Chaves (Mitchelton - Scott)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Richard Carapaz (Movistar Team)


PERCORSO
Tappa 11 – Assisi-Osimo 156 km - dislivello 2.800 m
Tappa appenninica che valica la parte Umbro-Marchigiana attraverso il Passo del Cornello per portarsi oltre Cingoli e affrontare alcuni Muri tipici della zona. In particolare, verrà scalato il Muro di Filottrano e nel finale le strade interne di Osimo. La tappa si svolge su strade di media dimensione e con manto stradale a tratti usurato.

Ultimi km
Ultimi 5 km molto impegnativi. Giunti a Osimo si affronta il muro di via del Borgo in pavé grossolano lungo 300 m al 16% e, dopo una breve picchiata, si scala via Olimpia per la lunghezza di circa 1 km, con lunghi tratti al 16% prima di entrare nel centro storico in leggera ascesa su pavé di porfido. Rettilineo finale di 300 m largo 7 m.

 

 

 

 

 

CIRCOLO DI ATRIPALDA - FONDO MOLISANA

Domenica scorsa è andata in scena la Gf Molisana a Termoli. La corsa ha visto competere, tra circa 500 atleti, tre ciclisti del Circolo Amatori della Bici di Atripalda. Gerardo Cavuoto ha colto un ottimo piazzamento tra i primi 90 classificati. Poche posizioni più dietro si sono invece piazzati Alfonso Pescatore e Luigi De Mattia. Un cenno di merito a quest’ultimo che, nuovo delle competizioni agonistiche, ha fatto subito capire di che pasta è fatto riuscendo a ben figurare sia nei circuiti veloci che nelle granfondo. Venendo ai circuiti, nello stesse ore, nel Vallo di Diano, si svolgeva il Trofeo Bowliing Atena Lucana, a cui prendevano parte due atleti in giallo fluo: Celestino Basile ed Antonio De Pascale. La gara a circuito prevedeva il doppio attraversamento del centro collinare e tre giri del circuito del Tanagro. Un nubifragio ha colpito il transito del gruppo creando non poche difficoltà ai ciclisti in gara, contribuendo, insieme alle salite, ad una notevole selezione del gruppo. Sono giunti sul traguardo una quarantina di unità (tra cui l’atripaldese De Pascale) che si sono giocati la vittoria in volata. Alla fine il ciclista atripaldese si è classificato 11° assoluto, raccogliendo ancora una volta la medaglia di legno per la categoria e confermando il buono stato di forma dopo Ischia. Lo scorso fine settimana è stato anche quello dell’attraversamento da parte del Giro d’Italia della nostra regione. Il Circolo del presidente Amatucci si è fatto notare per il caloroso supporto ai girini sia sull’arrivo di Montevergine di Mercogliano che durante la partenza da Pesco Sannita. Nel prossimo fine settimana gli instancabili atleti del sodalizio atripladese saranno impegnati nel Memorial La Grasta a Foggia, mediofondo valida come Campionato Regionale CSAIN. Infine, un mega in bocca al lupo va ai numerosi ciclisti atripaldesi che anche quest’anno saranno presenti alla regina delle granfondo, la Gf Novecolli di Cesenatico: manifestazione ciclistica ricca di fascino e portatrice di valori che in quella particolare terra assumono sempre un significato particolare!

 

 

TEAM BIEMME GARDA SPORT

Una corsa infiammata quella che si è vista domenica 13 maggio a Cividale del Friuli (Ud), in occasione della granfondo Corsa per Haiti. La prima fuga di giornata vede tre corridori tra cui il trentino Francesco Avanzo. Ad inseguire un gruppetto di otto atleti, controllati dal bellunese Andrea Mazzucco. Al bivio dei percorsi, a 300 metri dall'arrivo della mediofondo, sono in cinque a svoltare lanciandosi nella volata, dove Avanzo si piazza in terza posizione. Quinta piazza, e secondo gradino di categoria, per Andrea Mazzucco sul percorso lungo. Sul percorso corto termina la propria prova anche Filippo Cogo (14° ASS, 2° JU).

 

 

GRANFONDO MTB DI MONTEFOGLIANO

E’ Alfredo Balloni il vincitore della XIII Granfondo Montefogliano Trofeo Andrea Manca disputata domenica 13 maggio a Cura di Vetralla (VT). Il ciclista di Blera, dell’Asd Custom4.it Cycling Team (cat. Elmt), ha preceduto Giovanni Gatti (Team Castello Bike Race Mountain, cat M1) di poco più di un secondo, in un finale da brivido che ha visto entrambi gli atleti sfrecciare sul traguardo al termine di 47 chilometri di percorso. Dopo le abbondanti piogge delle ultime settimane, Giove Pluvio ha risparmiato corridori ed escursionisti, regalando una giornata perfetta ed una gara spettacolare, degna conclusione di un’attenta preparazione da parte degli organizzatori del Consorzio Asd Vetralla Ciclismo, coadiuvati nell’occasione dagli uomini della Polizia Locale e dai volontari della Protezione Civile. “Siamo tutti e due ragazzi che, oltre al lavoro, dedichiamo parecchio tempo all’attività ciclistica, all’allenamento – le parole del vincitore, ex pro - Niente va lasciato al caso. Mi aspettavo sensazioni migliori, non è stata una giornata ottimale. Il percorso già lo conoscevo, ma mi preoccupava un po’ la pioggia visto che sul viscido , venendo dalle gare su strada, non sono proprio tecnico, però mi sono difeso bene”. Grande prova anche per Moreno Giannini (Team Castello Bike Race Mountain), giunto terzo assoluto, secondo nella cat. M1. Menzione speciale per la romana Francesca Buonfiglio del team Bike Garage Racing Team, prima classificata tra le donne ed appassionata di bici da appena due anni e mezzo, ma già super competitiva oltre che attenta a non gettare gli scarti di gel ed integratori nello splendido bosco teatro della competizione (per lei la barretta della Pro Action, ndr). Subito dietro Fabia Romana Costantini del Team Bike Palombara Sabina e Claudia Cantoni del Team Bike Civitavecchia. A premiare i migliori gli assessori allo Sport del Comune di Vetralla Enrico Pasquinelli e al Bilancio Sandro Costantini, mentre il sindaco Francesco Coppari era presente alla partenza, oltre ai genitori di Andrea Manca , Giovanni e Graziella. Immancabile e graditissimo il pasta party al termine delle premiazioni, momento di relax dopo le fatiche della mattinata per staff ed atleti. Il prossimo appuntamento per il Circuito Mtb Maremma Tosco Laziale è per domenica 3 giugno con la Granfondo Mare e Monti di Civitavecchia.

 

 

PROSECCO CYCLING

Vi ricordate di Cesare Einaudi? E’ l’alpino piemontese che l’anno scorso subì il furto di una bici da collezione con cui aveva pedalato da Cuneo a Treviso per partecipare all’Adunata del Piave. La sua storia aveva particolarmente colpito Massimo Stefani, organizzatore della Prosecco Cycling, che decise di regalare una nuova bici all’alpino derubato. Con la bici della Prosecco Cycling – una splendida De Rosa da collezione degli anni ’80, perfettamente restaurata – Einaudi aveva pedalato da Cuneo a Valdobbiadene per presentarsi al via, il 10 settembre, della Prosecco Cycling. E abbracciare i tanti amici che l’avevano idealmente accompagnato durante il lungo viaggio dal Piemonte al Veneto. I bei gesti non si dimenticano, e così, la scorsa settimana, Cesare Einaudi è nuovamente salito in sella alla sua De Rosa. Partendo da Cuneo, ha pedalato per altri 500 chilometri per raggiungere Trento, sede della 91^ edizione dell’Adunata degli Alpini. Tappa intermedia, proprio a Valdobbiadene, dove Cesare ha incontrato gli organizzatori della Prosecco Cycling, dando loro appuntamento per l’evento del 9 settembre. A Trento, Einaudi ha poi riunito per un brindisi e una foto ricordo gli alpini trevigiani. Molti gruppi hanno apprezzato il gesto della Prosecco Cycling a favore dell’alpino Cesare, rendendosi disponibili, con la consueta generosità, a collaborare con l’evento di Valdobbiadene. “Non ci aspettavamo una reazione del genere – sottolinea Massimo Stefani -. Per la Prosecco Cycling è un onore poter contare anche sulla collaborazione degli alpini. Ringraziamo le sezioni di Miane, Falzè di Piave, Pieve di Soligo, Ponte della Priula, Revine Lago, Sernaglia della Battaglia, Soligo, Tarzo e Valdobbiadene, che andranno ad aggiungersi alle forze messe in campo dalla Protezione Civile, oltre 300 uomini, per garantire la sicurezza lungo il percorso di gara”. Il coinvolgimento degli alpini è stato anche particolarmente apprezzato dal sindaco di Valdobbiadene, Luciano Fregonese, egli stesso volontario della Protezione Civile: “Prosecco Cycling è un evento sempre più internazionale, ma resta saldamente radicato nel territorio. La collaborazione degli alpini va in questa direzione: il loro apporto sarà di fondamentale importanza per garantire il felice esito di una corsa che attraverserà ben 13 Comuni, coinvolgendo oltre duemila ciclisti provenienti da tutto il mondo. Una grande vetrina per Valdobbiadene e per l’intera realtà del Prosecco, grazie anche ad un’organizzazione d’altissimo livello”. Prosecco Cycling, con i propri sponsor e partner, contribuirà anche al completamento della nuova sede degli alpini di Ponte della Priula, bruciata nel marzo del 2014 a causa di un incendio causato da un corto circuito. Un segno di vicinanza e apprezzamento da parte della Prosecco Cycling, che si concretizzerà in un aiuto alla ricostruzione di un punto d’incontro destinato a rappresentare l’identità degli alpini anche per le future generazioni.

 

 

TOUR DE POLOGNE

Si alza ufficialmente il sipario sull’ edizione numero 75 del Tour de Pologne UCI World Tour: la corsa prevede 7 tappe dal 4 al 10 agosto. Tanti gli eventi in programma nel week-end, tra venerdì 18 e domenica 20 maggio, attraverso i quali verrà introdotta la nuova edizione della corsa a tappe polacca che si annuncia densa di significato e fascino oltre che di elevato profilo sportivo. Nel 2018 la corsa festeggia infatti i suoi 90 anni di storia. Inoltre il Tour de Pologne si unirà nelle celebrazioni nazionali per i 100 anni dell’Indipendenza della Polonia. Traguardi significativi ai quali il Tour de Pologne, evento sportivo annuale più importante della Polonia e gara ciclistica numero uno di tutto l’est Europa, renderà omaggio nel migliore dei modi. La cerimonia ufficiale avrà luogo venerdì sera a Varsavia, a partire dalle ore 20.00, nella suggestiva cornice offerta dallo storico Palazzo di Wilanów, la "Versailles polacca" seconda residenza di molti re della Polonia. A tenere a battesimo l’evento chiaramente ci sarà il Direttore Generale del Tour de Pologne Czeslaw Lang che, con il suo Lang Team, per il 25° anno consecutivo è l’organizzatore della corsa. Tanti gli ospiti del mondo dello sport, delle istituzioni e dello spettacolo che interverranno all’evento. Inoltre, bella novità, la cerimonia di Wilanów sarà aperta anche a tutto il pubblico degli appassionati che vorrà essere presente. “L’affetto e il calore del pubblico è uno degli aspetti che caratterizza maggiormente la nostra corsa. Questo è un anno speciale non solo per il Tour de Pologne ma per la Polonia tutta, quindi l’obiettivo principale è quello di coinvolgere la gente, trasmettendo loro valori e sentimenti importanti attraverso la bicicletta e la bellissima storia della nostra corsa e soprattutto della nostra grande nazione” dice Czeslaw Lang. A Wilanów sarà presente anche il museo mobile del Tour de Pologne, e tutto il villagio di stand e attività ad esso collegato, che in queste settimane ha iniziato il suo road show che lo porterà, fino ad ottobre, a fare tappa attraverso molte città della Polonia, presso i centri commerciali Carrefour (brand partner dell’iniziativa oltre che sponsor della maglia gialla del TDP), proprio con lo scopo di promuovere e divulgare questo messagio espresso da Czeslaw Lang. Bicicletta ma non solo, venerdì infatti sarà una vera festa per tutta la città di Varsavia con i musei della città che resteranno aperti per tutta la notte. Un’occasione da non perdere per turisti e cittadini per vivere la capitale. A seguire il programma del week-end firmato Tour de Pologne continuerà poi con le gare riservate agli amatori organizzate dal Lang Team: sabato 19 maggio la marathon in mountain bike (http://www.viennalifemaraton.pl/), con partenza dal giardino della reggia di Wilanów, e domenica 20 maggio la corsa su strada (http://langteamrace.pl/).