Gio07182019

Aggiornamento:06:31:44

Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 18 giugno 2019

News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 18 giugno 2019

 

 

AUSONIA PESCANTINA

Kevin Pezzo Rosola torna sui sentieri sterrati e vince alla grande la settima edizione della "Mesa Bike" di Cross Country per la categoria Juniores che si è svolta a Rivoli Veronese. Il giovane veronese, della Ausonia Csi Pescantina, conquista dunque il successo al termine di una prova impegnativa che lo ha visto al comando fin dalle primissime battute di gare. Pezzo Rosola ha preceduto sul traguardo Elia Andriollo e Georg Kofler. Per quanto riguarda l'attività su strada del team, da sottolineare il quinto posto di Matteo Consolini a Baldaria di Cologna Veneta nel Gp Maglierie FDB per la categoria degli Allievi. Festeggia invece il successo Fabio Zantedeschi che a Castel d'Azzano (Vr) si è imposto nella gara per Giovanissimi riservata alla categoria G3.

 

 

ANDRONI SIDERMEC - GIRO DELL'UNGHERIA

Quello che si è chiuso ieri con la quinta e ultima tappa è stato un Giro d’Ungheria di buoni risultati per l’Androni Giocattoli Sidermec. I campioni d’Italia, che un anno fa avevano letteralmente dominato la corsa magiara con Manuel Belletti, anche quest’anno sono stati tra gli assoluti protagonisti. A cominciare dallo stesso Belletti, che si è ripetuto andando a vincere la prima tappa in linea. Poi per il velocista romagnolo anche un terzo e un quarto posto (proprio nella frazione di chiusura di ieri). Belletti ha fatto sua pure la maglia verde del primo della classifica a punti davanti al lettone Neilands che ha vinto la classifica generale. Proprio in generale per l’Androni Giocattoli Sidermec è arrivato il bell’ottavo posto di Daniel Munoz, il colombiano reduce dalla vittoria di Bihor in Romania di pochi giorni fa. Il 22enne Munoz aveva ottenuto un settimo posto parziale nella penultima tappa. Terzo, invece, era stato Marco Frapporti nella seconda frazione con arrivo a Miskolc, dove appena fuori dai dieci aveva finito Alessandro Bisolti. Buono, dunque, nel complesso il dispiegarsi di questo Giro d’Ungheria per un’Androni Giocattoli Sidermec che si è vista spesso in testa al gruppo. A guidare i corridori dall’ammiraglia per la corsa magiara è stato il direttore sportivo Alessandro Spezialetti, con il team manager Gianni Savio arrivato per seguire i suoi ragazzi nelle ultime tre tappe. La settimana appena chiusa per l’Androni Giocattoli Sidermec, va ricordato, aveva fatto segnare anche il 5° posto di Andrea Vendrame giovedì scorso al Gp Canton d’Argovie in Svizzera. Il 24enne corridore veneto dei campioni d’Italia a Gippingen (dove a guidare la squadra c’era il direttore sportivo Giovanni Ellena) aveva ottenuto la quinta piazza nella volata vinta dal norvegese Kristoff su Pasqualon, Van Rensburg e Schwarzmann. Vendrame da par suo aveva terminato davanti a Boudat, Leinhard e Rick Zabel.

 

GIRO DELLE MINIERE - TRICOLORE FCI GRANFONDO

E’ scattata ieri mattina dalla miniera di Monteponi a Iglesias la 20ª edizione del Giro delle Miniere di ciclismo. Centoquaranta gli iscritti al via della prima tappa, la “Gran Fondo delle Miniere Trofeo Parco Geominerario – Memorial Roberto Saurra”, scelta anche quest’anno dalla Federazione Ciclistica Italiana per l’assegnazione dei campionati italiani Master di specialità.

La gara si è svolta sull’ormai collaudato percorso di 137 Km, con due Gran Premi della Montagna previsti: il primo nel territorio di Arbus, in corrispondenza del Passo Genna Frongia e il secondo sul Passo Genna Bogai, poco oltre il centro abitato di Fluminimaggiore.

A trionfare, al termine di una gara durissima, è stato il napoletano Roberto Cesaro (3h 22m 17s), giunto al traguardo davanti al compagno di squadra Marco Larossa, staccato di 23 secondi. Al terzo posto l’ittirese Andrea Pisanu.

La frazione più ostica del Giro delle Miniere è stata resa ancor più complicata dal vento contrario e dal gran caldo. Fino al 35esimo chilometro il gruppo è andato avanti compatto. Successivamente, in corrispondenza della salita di Genne Frongia, è arrivata una prima scrematura, con dieci atleti che sono riusciti a guadagnare un vantaggio sul resto della corsa. Una caduta all’altezza del Passo Bidderdi ha coinvolto il due volte vincitore della Granfondo Matteo Mascia (SC Monteponi), che, di fatto, è stato messo fuori dai giochi per il successo finale. La vittoria di tappa è diventata dunque affare esclusivo del quartetto composto da Andrea Pisanu (Antonio Manca Ittiri), Andrea Lovicu (Demurtas Nuoro), Marco Larossa e Roberto Cesaro (entrambi del team campano Cesaro Falasca). Nell’ultimo chilometro di salita quest’ultimo ha prodotto uno scatto irresistibile per i compagni di fuga, e ha scritto così il suo nome nell’albo d’oro della Granfondo. La volata per il secondo posto se l’è aggiudicata Larossa, mentre sul gradino più basso del podio c’è Andrea Pisanu, primo tra i sardi. Tra le donne il successo è andato invece a Michela Gorini (Fausto Coppi Fermignano) davanti a Sara Serrau (SC Cagliari).

«E’ stata una bella gara – ha affermato Roberto Cesaro, già professionista tra il 2005 e il 2012 – il lavoro di squadra ha fatto la differenza nei momenti più duri della gara. E’ stato bello venire tornare in Sardegna, dove ero già stato da professionista. Correre in questi splendidi scenari ha reso la fatica molto più sopportabile.»

Ordine d’arrivo

1 – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca) 3h22m17s
2 – Marco LAROSSA (Team Cesaro Falasca) 3h22m40s
3 – Andrea PISANU (Ciclo Club Antonio Manca) 3h22m42s
4 – Andrea LOVICU (Bike Team Demurtas Nuoro) 3h22m54s
5 – Giovanni Battista MURETTI (Cycling Team Gallura) 3h23m48s

Queste, invece, le maglie tricolori assegnate sul podio di Iglesias:

ELMT – Marco LAROSSA (Team Cesaro Falasca)
M1 – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca)
M2 – Andrea LOVICU (Bike Team Demurtas Nuoro)
M3 – Paolo VECCHIONE (Pit Stop Racing Team)
M4 – Giovanni Battista MURETTI (Cycling Team Gallura)
M5 – Christophe MASSEREY (SC L’Oleandro Budoni)
M6 – Giancarlo MELONI (Arkitano Mtb Club)
M7 – Davide CORTESI (Città di Treviglio)
W1/W2 – Michela GORINI (Fausto Coppi Fermignano)

Questi, infine, i leader della classifica generale

Roberto CESARO (Fascia A)
Pietro CAPUCCILLI (Fascia B)
Alessandro FRESCHI (Fascia C)
Michela Gorini (Donne)

Il Giro delle Miniere riparte lunedì 17 giugno con la seconda frazione: la IV Coppa Città di Villamassargia – Cronometro del Cixerri. Una tappa di 19 chilometri, prevalentemente pianeggiante, con partenza nel centro storico di Villamassargia e arrivo a Siliqua. I leader delle quattro classifiche generali saranno già chiamati a un grande sforzo per difendere la loro maglia.

 

 

 

MEDAGLIA D'ORO BUDRIESE

Secondo exploit stagionale per il veronese Pietro Generaliche si è imposto in volata sul traguardo di Budrio di Correggio (Re). Il ragazzo della Assali Stefen Omap si è aggiudicato la 58/a Medaglia d’Oro Gs Budriese – 33/a Medaglia d’Oro Carlo Riccò e F.lli grazie ad uno sprint di rara potenza che lo ha visto precedere l’emiliano Riccardo Sofia(Italia Nuova Borgo Panigale) e terzo il compagno di squadra Alberto Zenati che completa la grande giornata per la formazione veronese con sede a Cadidavid (foto Soncini).

Pietro e Alberto hanno dimostrato quanto sia importante lo spirito di gruppo e il giusto feeling tra compagni di squadra: abbiamo una formazione con un potenziale di tutto rispetto e questi risultati confermano la continua crescita dei nostri ragazzi che senza pressioni e con serenità riescono a raccogliere delle bellissime soddisfazioni”, hanno sottolineato i ds Tommaso Pomini e Nicola Menegolo.