Back Archivio Pista News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 15 luglio 2019

News da ciclismo su strada, amatoriale e fuoristrada 15 luglio 2019

 

 

CAMPIONATO LOMBARDO ASSOLUTO STRADA

Si è conclusa con l’organizzazione a cura del CSI, la quinta edizione del Campionato Lombardo Assoluto Strada 2019, challenge in quattro prove, una per ogni Ente/FCI operanti in Lombardia, che premia i migliori atleti Regionali, al di là dell’Ente/FCI di appartenenza, e che nelle intenzioni dei dirigenti Regionali di Federciclismo e degli Enti con lei convenzionati, dal 2020 dovrebbe diventare l’unico titolo assegnato: prima della fine della corrente stagione, verrà definito il format e verranno presi i relativi accordi, così da evitare quanto successo a inizio 2019, quando per un ritardo nella definizione dei programmi, è stata rinviata al prossimo anno l’unificazione dei vari titoli.

Come nelle stagioni precedenti, anche nel 2019 i titoli sono stati assegnati al termine di quattro prove, con l’esordio a Capriano del Colle (BS) a cura di
Federciclismo, per poi continuare a Offlaga (BS) con la regia di Acsi, passando poi a Godiasco (PV) casa CSAIN, per terminare come detto a Provezze (BS) con la premiazione finale curata da CSI Brescia.

Si sono così laureati Campioni regionali Assoluti Strada 2019 Andrea Menini (GC Varzi CSAIN) nella fascia da 17 a 39 anni, Stefano Fracassi (Bianchi Zanzariere ACSI) nella categoria da 40 a 44 anni, Gianluca Moreni (Team Jollywear LNC ACSI) nella categoria da 45 a 49 anni, Silvano Botarelli (Team Jollywear LNC ACSI) nella fascia da 50 a 54 anni, Enrico Pezzetti (System Cars FCI) nella categoria da 55 a 59 anni, Ettore Manenti (Team Stocchetti ACSI) nella fascia da 60 a 64 anni, Giovanni Terzi (Aurora 98 ACSI) nella categoria da 65 anni e oltre e Adriana Bagnoli (Pedale Godiaschese CSAIN) fra le Donne.

Le maglie ai neo Campioni Lombardi Assoluti sono state consegnate dai dirigenti CSI Brescia capitanati da Fabio Sperlari e dal Consigliere Federale FCI Gianantonio Crisafulli, che ha così portato il saluto del Presidente Federale Renato Di Rocco, a testimoniare l’attenzione che Federciclismo dedica al Settore in sempre maggior espansione, ed un saluto è stato inviato anche dai Responsabili CSAIN Luigi Mantovani e ACSI Elco Volpi, oltreché dal responsabile del Settore Amatoriale della Federciclismo Lombardia Gianluca Londoni.

Formulando le migliori congratulazioni ai neo titolati, diamo appuntamento al 2020, invitando e stimolando i vincitori ad indossare in gara la maglia vinta, unica riconosciuta da tutti gli Enti/FCI operanti in Regione, anche da chi non ha inserito una propria manifestazione nel programma 2019.

 

 

GIRO DEL MONTALBANO

Arrivo in salita a Bacchereto a conclusione del 64° Giro del Montalbano e vittoria al fotofinish per il campione toscano élite Riccardo Marchesini che si è imposto nei confronti dell’umbro Corradini e di Fiorelli, altri due principali favoriti della splendida gara allestita dal G.S. Bacchereto (Lenzi, Degl’Innocenti, Orlandi, Bellini ed i loro collaboratori) e dalla Seanese Corse con il presidente Marco Fuochi (foto ciclismoblog). Un Marchesini in grandi condizioni di forma, che ha fatto esplodere l’entusiasmo nel clan della Pol. Tripetetolo di Lastra a Signa, pimpante, sempre in attacco e promotore della fuga decisiva. Nel finale mentre mollavano leggermente Mauti e l’ucraino Parashchak, Marchesini è stato raggiunto dai forti Corradini e Fiorelli, altri due brillanti protagonisti della stagione, ma in volata aveva la meglio seppur di poco. Un podio di lusso per una classica nata nel 1954 che ha visto al via 105 corridori e che ha proposto altri protagonisti che meritano di essere citati, come Tortomasi, Pesci e Mauti, mentre Grendene, Molini e Carollo, sono stati autori di una lunga fuga ed i superstiti di un’azione annullata a 30 Km dall’arrivo. Al termine del Giro del Montalbano che ha ricordato Leonardo da Vinci nel Cinquecentenario della morte del Genio (giovanissimo abitò a Bacchereto per diversi anni) con il 1° Orciolo Monna Lucia-Ser Zoso nonna di Leonardo, c’è stato il controllo antidoping per i quattro classificati. Ricordati infine Luigi Bellini e Moreno Grassi, due personaggi che al ciclismo hanno dato tantissimo.

ORDINE DI ARRIVO: 1. Riccardo Marchesini (Pol. Tripetetolo) Km. 138 in 3h34’56”, media 38,527; 2. Michele Corradini (Team Fortebraccio); 3. Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club Caselli); 4. Leonardo Tortomasi (Pol. Tripetetolo Pitti Shoes) a 8”; 5. Manuel Pesci (Team Malmantile La Seggiola); 6. Mauti; 7. Parashchak a 23”; 8. Ninci; 9. De Bonis; 10. Caresia a 24”.

 

 

 

SUI SENTIERI DEL FUMAIOLO MTB

Un Week End di tempo bellissimo, ha accompagnato lo svolgimento del CRITERIUM EUROPEO GRAN FONDO AMATORI, valida come 6^ prova del Campionato Romagna Bike Cup, e come tappa conclusiva del Circuito Italian 6 Races di Mountain Bike, che ha visto la presenza di oltre 460 atleti provenienti dalle varie regioni, in rappresentanza di oltre 35 Società. Siamo alla Balze – Verghereto (Fc), nell’Appennino Romagnolo al confine tra le tre regioni di Toscana a Emilia Romagna e Marche, un territorio molto suggestivo, che ti fa sentire già il profumo del mare e voglia di vacanze, in una giornata fresca e ventilata, e visto la calura che imperversava su tutta la riviera, per una volta forse gli invidiati eravano gli amanti delle ruote grasse. Uno spettacolo la partenza di questa seconda edizione del CRITERIUM EUROPEO GRAN FONDO AMATORI , che il folto gruppo di atleti sotto l’arco di partenza, regala un meritato successo, rimarcato anche dagli organizzatori della Promosport, e la Pro Loco di Balze, che non si sono risparmiati per celebrare l’evento nel migliore dei modi ; La gara, un tracciato tecnico di 35 Km con 1.440 mt di dislivello, ed un percorso ridotto di 15 Km per le categorie giovanili; NOTA SGRADEVOLE in alcuni punti del percorso, avevano rigirato le frecce che indicavano il tracciato di gara, ma fortunatamente un sopraluogo del percorso, ha risolto il problema. Partenza dalla Piazza XVII Luglio alle ore 9,30, verso il Monte Fumaiolo, passando dai Sette Faggi, dove i migliori subito all’attacco, prendono il largo, distanziando il resto del gruppo; subito in evidenza Emanuele Bucci Frecce Rosse, Fabrizio Pezzi Pratovecchio-Errepi e Urbinati Luca Mondobici Tecnoplast, che alla vetta del Valico del Monte Fumaiolo, transitavano con un vantaggio di oltre 45’’ su Luca Chiarini Bike Innovation. Si continuava verso la Sorgenti del Savio e Montecoronaro e si proseguiva per le Ville di Montecoronaro e Piantrebbio, dove un Emanuele Bucci in gran spolvero e con una ottima strategia di gara, inizia una spettacolare cavalcata, arrivando al traguardo posto in Piazza XVII Luglio, in perfetta solitudine, con il tempo di 1h 50’ 58’’, al secondo posto un mai domo Fabrizio Pezzi, e terza piazza a Luca Urbinati . Nella Categoria Allievi, con percorso ridotto, dominio Nicolò Penserini Team Bike Valconca, al secondo posto Luca Scarponi Gravity Team, e terza piazza a Gabriele Ferri Le Saline Natura e Sport. Al termine della gara, dopo un ottimo e abbondante ristoro finale, con Pasta Party completo, offerto dalla Pro Loco di Balze ad atleti e familiari, si procedeva alla consegna delle Maglie e dei premi per i concorrenti delle varie categorie e Società, che concludeva questa giornata di sport dedicata alla Mountain Bike. Campioni Criterium EUROPEO MTB Gran Fondo Amatori 2018 : MW1 Monica Petruccioli G.S. Poppi MW2 Valeria Bartolini Torpedo Bike Junior Elian Penserini Team Bike Valconca ELMT Lorenzo Eusebi Frecce Rosse M1 Alex Cappelli Frecce Rosse M2 Emanuele Bucci Frecce Rosse M3 Luca Chiarini Bike Innovation M4 Andrea Gessi Valle del Conca M5 Fabrizio Pezzi Pratovecchio-Errepi M6 Maurizio Galamini Baracca Lugo M7 Marco Calise Valle del Conca

 

 

RONCO MAURIGI DELIO GALLINA

Terza vittoria stagionale per Luca Braghini che riporta i colori della Ronco Maurigi Delio Gallina sul più alto gradino del podio. Il giovane bresciano, classe 2006, ha conquistato il Memorial Martino per Esordienti di primo anno che ieri si è disputato a Montichiari e che ha visto in gara 67 atleti. Braghini, che prima d'ora si era imposto nella corsa di casa a Ronco di Gussago e sul traguardo di Cremona, allo sprint ha regolato il gruppo compatto relegando in seconda posizione Gabriel Cominelli e in terza Federico Cozzani. Nella competizione riservata ai ragazzi del secondo anno (Trofeo Taglieria Euro Ca-Ba) Simone Condeotti ha sfiorato invece il podio terminando la prova in quarta posizione a ridosso di Storti, terzo classificato: il campione regionale Daniele Bono ha chiuso al settimo posto. La vittoria è stata appannaggio di Matteo Visioli che si è imposto per distacco.

 

 

TEAM F.LLI GIORGI

A 24 ore di distanza dal successo ottenuto nella Cronoscalata Lugo di Grezzana - Cerro Veronese, il ceco Mathias Vacek del Team F.lli Giorgi colpisce ancora e lo fa a Sarezzo in uno degli appuntamenti più importanti della stagione, la Challenge nazionale bresciana Giancarlo Otelli. Secondo nella volata della prima prova del mattino e primo nella cronometro riservata ai migliori venti classificati nel pomeriggio, performance che gli hanno permesso di portarsi a casa la vittoria finale nella classifica a punti.

Nella prova in linea del mattino si è imposto allo sprint l’emiliano Francesco Calì della Aspiratori Otelli che ha preceduto la coppia del Team Giorgi Mathias Vacek e Federico Chiari, rispettivamente secondo e terzo. Settimo posto per il valtellinese Alessio Martinelli.

Nel pomeriggio, come detto, Mathias Vacek ha percorso i 7,870 km del tracciato con il tempo di 11’08, ad una media di 42,143 km/h facendo 6 secondi meglio del compagno di squadra Alessio Martinelli e 8 secondi meglio di Francesco Calì.

Con 60 punti il ceco si è aggiudicato la classifica finale con 5 lunghezze di vantaggio sullo stesso Calì, terzo Martinelli a 49 punti e ottavo Federico Chiari con 25 punti.

Restando nella categoria Juniores, oggi, a Sumirago (Varese), nel Trofeo Paolo Diotto e Matteo Roma, quarto posto di Andrea D’Amato.

Per quanto riguarda la categoria Allievi, nel 18° Trofeo Gruppo Edile Bonalumi di Paladina (Bg), secondo posto per Fabio Florian, battuto in uno sprint a due dal compagno di fuga Tommaso Bessega (Bustese Olonia). Quarto posto per Matteo Botta e settimo Mirko Fontana che ha vinto la volata del gruppo.

 

ALTA VALTELLINA BIKE MARATHON

L’Eldorado della mountain bike è a Bormio/Valdidentro, dal 25 al 28 luglio. Quattro giorni dedicati agli amanti delle ruote grasse: Bike Adventure, E- Bike Experience, Bike Marathon, la “regina” e Marathon Kids. Un lungo fine settimana all'insegna delle due ruote: -giovedì 25 e venerdì 26 luglio: le Bike Adventure, due tappe escursionistiche aperte a tutti, niente cronometro, panorami mozzafiato e tanto divertimento! Nelle stesse giornate le E-Bike Experience, due tour riservati agli E-bikers con l’opportunità di pedalare a “tutta” sulle tracce dei mitici 100 km del percorso Marathon: pura adrenalina! -sabato 27 luglio va in scena la “regina”, l’Alta Valtellina Bike Marathon: due tracciati, Marathon ed Endurance, una gara spettacolare che non lascia spazio ad interpretazioni: vette, ghiacciai, laghetti alpini, pascoli, flora e fauna nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio. E nella serata di sabato si festeggia con il Bike e Beer Festival. -domenica 28 luglio: largo ai giovani con la Marathon Kids dedicata ai bimbi dai quattro ai dodici anni. Cuore dell’evento sarà l’Alta Valtellina Bike Village, allestito a Valdidentro, in località Rasin, dove saranno accentrati tutti i principali servizi pre e post gara e una vasta area expo. In vetrina ci saranno i migliori marchi del mondo del ciclo, fra i quali il colosso tedesco FOCUS, sponsor ufficiale della manifestazione, che offrirà la possibilità di testare tutte le novità Mtb ed E-Bike. In base alle disponibilità giorno e ora del test possono essere scelti attraverso il sistema di prenotazione on line. Non resta quindi che dare appuntamento a tutti i bikers per questo evento che regalerà tante emozioni e radunerà appassionati provenienti da tutta Italia e dall'estero.

 

 

 

 

CAMPIONATO ITALIANO GIOVANILE MTB SOCIETA'

L’Xco Project sfodera un’altra ottima prestazione a Pontida (Bergamo), sede della quinta e conclusiva tappa del Campionato italiano giovanile di Società, e si cuce l’ambito scudetto sul petto vincendo la classifica finale. “Dietro a ogni risultato importante c’è passione, impegno, costanza e sinergia di squadra tra tecnici atleti e genitori - ha commentato il presidente del Comitato regionale Valle d’Aosta della Federazione Ciclistica Italiana, Francesca Pellizzer -; il plauso di tutto il Comitato e del mondo della bicicletta va alla XCO Proget per il titolo Italiano di Società conquistato oggi, che onora il nostro movimento giovanile”.

Negli Allievi secondo anno, ancora una vittoria per Giulia Challancin (Xco Project; 37’13”), a precedere Sara Cortinovis (Focus Xc; 38’17”) e Vittoria Pietrovito (Pol. Oltrefersin; 40’55”). In campo maschile, piazza d’onore di Filippo Agostinacchio (Xco Project; 43’53”) alle spalle di Michael Pecis (Mtb San Paolo; 42’18”), con terzo Giorgio Tombini (Mtb San Paolo; 44’31”).

Negli Allievi primo anno, terzo gradino del podio per Elisa Nigra (Xco Project; 42’34”) nella gara vinta da Elisa Pozzati (Focus Xc; 39’40”) davanti a Alice Riboni (Lugagnano; 41’44”). Al maschile, seconda posizione di Alessio Cino (Xco Project; 46’03”) alle spalle di Nicolas Milesi (Mtb Parre; 45’32”), con terzo Marco Betteo (Rive Rosse; 46’05”). Negli Esordienti secondo anno, vittoria di Davide Donati (Monticelli Bike; 33’19”). Negli Esordienti primo anno, successo di Valeria Terzi (Mtb San Paolo; 29’16”). In campo maschile, terza posizione di Giuseppe Abbate (Xco Project; 37’13”) e vittoria che è andata a Marco Guercilena (Alba Orobia; 36’26”) davanti a Luca Fregata (Focus Xc; 37’11”). Nell’albo d’oro della manifestazione, l’Xco Project succede alla Melavì Focus Bike, vincitrice delle ultime due edizioni.