Dom05192024

Aggiornamento:10:19:10

Back Archivio Pista News varie da ciclismo su strada e fuoristrada 27 settembre 2023

News varie da ciclismo su strada e fuoristrada 27 settembre 2023

Gioele De Cosmo brilla alla Costa degli Etruschi Epic 2023

 

 

COSTA DEGLI ETRUSCHI EPIC

A Marina di Bibbona (LI) è stato un grande spettacolo, con una giornata meteorologicamente perfetta, un percorso esaltante in ottime condizioni e un parterre di altissimo livello. Sono stati quasi 600 gli atleti iscritti, anche se al via ci sono state numerose defezioni a causa del cambio di data che è andato a coincidere con gare concomitanti. Due i percorsi, il Marathon di 72 km per 2.000 m+ e il Classic di 52 km per 1.200 m+, con il cuore sempre immerso nel meraviglioso bosco della Magona, un vero paradiso per i bikers. Una grande gara la Costa degli Etruschi Epic 2023, inserita nei circuiti Rampitek e Coppa Toscana, oltre alla combinata con la Capoliveri Legend Cup powered by Scott, la Etruscan Legend “The UCI Tuscany MTB Marathon”. La storica gara toscana è giunta alla sua 24a edizione. Vittoria finale per Gioele De Cosmo su Aleksei Medvedev. In campo femminile vittoria per la giovanissima Giorgia Giannotti.

 

TROFEO COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO RIGNANO SULL'ARNO

Il Trofeo Commercio Industria Artigianato a Rignano sull’Arno, valevole anche per la Coppa Piero Mugnaioni e per i Memorial Orazio Mistretta e Leonardo Tani ha visto il successo del friulano Tommaso Cafueri del Team Tiepolo di Udine. Alla sua seconda vittoria stagionale, ottimo anche nel ciclocross, Cafueri ha dato vita a un serrato sprint con Enea Sambinello (Work Service) riuscendo ad avere la meglio. Al terzo posto il polacco Filip Gruszczynski (Energy Team) che ha completato il terzetto splendido protagonista nel finale dopo la salita del “Bombone-Le Corti” quando i tre hanno trovato il perfetto accordo per resistere fino alla fine al ritorno degli inseguitori il primo dei quali sul traguardo è risultato il campione toscano Cipollini. E’ stata una gara ben organizzata dalla Cipriani & Gestri e dal Comitato locale capitanato da Bettini e Galli con 161 juniores al via e il patrocinio del comune. Durante i 10 giri di 8 km e mezzo e nel tratto finale in linea, la corsa è stata sempre combattuta ed emozionante come nel finale con i tre che si sono contesi il successo ottenuto da Cafueri. ORDINE DI ARRIVO: 1)Tommaso Cafueri (Team Tiepolo Udine) Km 105, in 2h26’26”, alla media di km 43,023; 2)Enea Sambinello (Work Service); 3)Jaku Filip Gruszczynski (Energy Team); 4)Edoardo Cipollini (Work Service) a 17”; 5)Pietro Sterbini (Team Coratti); 6)David Zanutta (Team Tiepolo Udine); 7)Ivan Toselli (Vangi Sama Ricambi Il Pirata) a 49”; 8)Alessandro Perracchione (Energy Team) a 55”; 9)Marco Martini (Autozai Petrucci Contri); 10)Christian Di Prima (Vangi Sama Ricambi Il Pirata).

 

 

TRE CLASSICHE PER LA GW SHIMANO SIDERMEC: COPPA AGOSTONI, GIRO DELL’EMILIA E COPPA BERNOCCHI

Preso atto che l'Adriatica Ionica è stata annullata, l'attività italiana della GW Shimano Sidermec continua con la partecipazione a tre classiche di prestigio mondiale: Coppa Agostoni (28/9), Giro dell'Emilia (30/9) e Coppa Bernocchi (2/10). "Ringraziamo gli Organizzatori per averci invitati - dichiara il General Manager Gianni Savio - evidentemente sono stati tenuti in conto i buoni risultati da noi ottenuti nell'arco della stagione, soprattutto al Giro d'Italia Next Gen, dove abbiamo piazzato due atleti (Gomez e Umba) nei Top Ten della Generale e conquistato il Podio con il terzo posto nella Classifica a Squadre vinta dalla Jumbo Visma". Alle gare parteciperanno i seguenti corridori: Guatibonza, Osorio, Mancipe, Ruiz, Umba, Bisolti e Tagliani.

 

 

ALMA JUVENTUS FANO

Quello appena messo in archivio non è stato il migliore dei fine settimana stagionali in termini di risultati per la SCD Alma Juventus Fano, ma evidentemente si stanno facendo sentire le scorie di un’annata di gare. Ogni occasione è comunque buona per i suoi ragazzi per maturare esperienza e lo si può dire di sicuro per gli Allievi dei DS Filippo Beltrami e Samuele Mancinelli, che impegnati nella 34ª Leopardiana Sarnano-Recanati, una prestigiosa classica marchigiana, hanno corso sotto una fastidiosa pioggia incessante. Nonostante ciò il ritmo è stato sostenuto, testimonianza ne siano i 40,7 km/h di media. Il gruppo è rimasto sostanzialmente compatto sino all’altezza del 50° km, quando proprio l’arancio-aragosta Alessandro Baldelli è scattato per il primo vero tentativo di strappo assieme ad altri cinque corridori. Ad essi si è poi aggiunto il suo compagno di squadra Mirko Sgherri, furbo ed audace nel ricucire i 30-40” di vantaggio che i fuggitivi avevano guadagnato. Dopo il TV (Traguardo Volante) di Sambucheto si è però ricomposto il tutto, per assistere poi ad un altro interessante allungo a tre che ha portato Tommaso Arduini a transitare per secondo al GPM (Gran Premio della Montagna) di Recanati. Purtroppo è stato anche l’ultimo sussulto di marca fanese, perché negli ultimi 15 km nessuno dei portacolori della SCD Alma Juventus è riuscito ad incidere nuovamente. Così il primo di loro all’arrivo è stato Andrea Antonioni, 19°. Tre i ritirati: Emanuele Cantoro, Omar Dahani ed il febbricitante Mirko Sgherri. Erano invece di scena a Campocavallo (AN) per la 54ª Coppa Beata Vergine Addolorata, Trofeo Gammaplastik, gli Esordienti del DS Gabriele Gorini. Nella circostanza non è partito il 2° Youssef Dahani, in compenso tra i 1° Anno si è registrato il debutto di Edoardo Smacchia. Per lui il battesimo è coinciso con un 25° posto, mentre Kevin Piccioli si è piazzato 11° inserendosi nella volatona scatenatasi alle spalle del vincitore Riccardo Pierangelini de La Montagnola Porto Sant’Elpidio (FM). Da segnalare l’ottima prova dell’ex arancio-aragosta Davide Sdruccioli, 3° col Team Cingolani di Pianello di Ostra (AN). L’anno scorso Sdruccioli era in forza ai Giovanissimi fanesi del DS Giovanni Ambrosini, che hanno appena concluso la propria stagione con la trasferta di Porto Sant’Elpidio. Nella categoria G1 Ginevra Agostini si è classificata 1ª fra le femmine e 3ª assoluta, conquistando pertanto la maglia a punti marchigiana per il 2023. Tra i maschi G1 5° Nicholas Vegliò e 7° Mattia Cassiani, tra i G3 4° Marco Ringhini, al quale è sfuggita per un soffio la maglia di leader delle Marche, fuori dalla Top 10 Davide Leonardi e Tommaso Dominici a dispetto delle loro buone performance, tra i G4 bronzo per Sami Dahani, in testa all’uscita dell’ultima curva e superato nel finale dai due inseguitori, più attardato il comunque positivo Davide Giannetti come pure tra i G5 Nico Fossa, tra i G6 5° un propositivo Simone Ringhini e 6° l’altrettanto convincente Diego Giannetti. A Fano si è inoltre tornati con la 2ª posizione nella graduatoria per numero di partecipanti, un altro motivo di soddisfazione per la società del presidente Graziano Vitali.

 

FCI Marche: Signorini, Pierangelini e Paolinelli tra i principali protagonisti della Sarnano-Recanati, del Trofeo Gammaplastik e della Coppa Beata Vergine Addolorata

SARNANO/RECANATI - Com’è nelle sue tradizioni, l’Associazione Ciclistica Recanati ha riservato alla Sarnano-Recanati una splendida giornata spalancando le porte al futuro dei ragazzi della categoria allievi che si sono cimentati in questa nobile classica del ciclismo marchigiano e non solo. Una macchina organizzativa ben oliata per la 34°volta e il solito tracciato abbastanza ondulato che ha unito in 94 chilometri Sarnano e Recanati. Sulla linea di partenza 82 corridori, la pioggia ha accompagnato la corsa nei primi 25 chilometri, successivamente i traguardi intermedi in località Maestà e Sambucheto sono andati a Simone Sasso del Pedale Chiaravallese e a Christian Scarpelli della SC Cotignolese, bene anche Francesco Bucci della Gulp Pool Val Vibrata al transito nel gran premio della montagna posto in via Beato Placido al primo passaggio a Recanati con il gruppo dei migliori che si è assottigliato a una quarantina di unità. Il bravo atleta romagnolo Luca Signorini del Pedale Azzurro Rinascita gli applausi se li è meritati e come con la sua decisa progressione nel finale in un tratto di pianura, tenendo in salita fino a vedere il traguardo da vincitore assoluto mettendosi alle spalle l’abruzzese Mattia Persiani della Gulp Pool Val Vibrata (secondo a 22” in solitaria). Ancora più dietro Alessandro Battistoni della Civitanova Bike Academy (recente vincitore del Memorial Armando Pierini) che ha colto la terza piazza nel gruppo degli inseguitori (distacco 52” dal vincitore) in cui figuravano anche Alessandro Pellegrini (Team Go Fast), Matteo Ranieri (SC Cotignolese), Stefano Cavalli (Velo Club Cattolica), Michele Pio Cacchio (Polisportiva Fiumicinese FAIT Adriatica), Luca Spendolini (Pedale Chiaravallese), Luca Cerisola (Effetto Ciclismo – Noi Sport) e Giulio Biancalana (Velo Club Racing Assisi Bastia) entro il decimo posto. Con la Sarnano-Recanati si è chiuso il sipario sulla combinata del Poker Leopardiano (che raggruppa tutte le corse organizzate dalle squadre ciclistiche recanatesi) ad appannaggio di Persiani (17 punti), secondo Pellegrini (13) e terzo Luca Fabbri della Polisportiva Fiumicinese FAIT Adriatica (12).

CAMPOCAVALLO DI OSIMO – La frazione di Campocavallo a Osimo, dopo lo svolgimento del Gran Premio Adalberto Gabrielloni per juniores tre mesi fa, è tornata alla ribalta con la riproposizione di due appuntamenti di fine stagione dedicati agli esordienti primo anno (Trofeo Gammaplastik) e secondo anno (Coppa Beata Vergine Addolorata), con la regia del Club Ciclistico Campocavallo. Come sempre la manifestazione ha riscosso notevoli consensi da parte del pubblico presente che ha potuto assistere a due corse in una con i migliori esordienti di Marche, Abruzzo, Umbria ed Emilia-Romagna in evidenza. La gara degli esordienti del primo anno è entrata nel vivo soltanto nell’ultimo giro dei cinque previsti e a rompere l’equilibrio ci ha pensato Riccardo Pierangelini del GC Montagnola. Il tredicenne di Porto Sant’Elpidio ha assestato il colpo vincente con dieci secondi di vantaggio su Giulio Vitali e Davide Sdruccioli del Team Cingolani Più combattuta è stata la gara degli esordienti del secondo anno. Tra i diversi tentativi di fuga, quello buono ha avuto via libera al penultimo dei sei giri del circuito di Campocavallo. Il tandem Gianmarco Paolinelli (Pedale Chiaravallese) e Gioele Di Giacomo (Team Cingolani), il tandem è riuscito a fare il vuoto e tra i due la contesa per la vittoria si è decisa in volata. Paolinelli ha avuto più brillantezza allo sprint rispetto a Di Giacomo, alle loro spalle con un gap di 26 secondi è giunto Michael Casadio dell’Unione Sportiva Castel Bolognese.