Sab04132024

Aggiornamento:04:19:26

Back Archivio Pista Coppa Fermo: una venerdì sera all'insegna del tipo pista

Coppa Fermo: una venerdì sera all'insegna del tipo pista

Fermo - La 6^ prova della Coppa Fermo, disputata venerdì sera, ha visto i 20 atleti al via cimentarsi sia nella velocità che nell'inseguimento. Prima della partenza per non falsare troppo la classifica assoluta di Coppa si è deciso di asseganre i punti in base a questo criterio: la sola partecipazione 5 punti, 7 punti ex equo ai perdenti delle semifinali quindi al terzo e quarto, 9 al secondo e 12 al vincitore, questo sia per la velocità sia per l'inseguimento. La prima specialità è stata la velocità: un rettilineo di 300 metri lungo il muro di cinta della Conceria.

Si partiva davanti al Frigomacello praticamente da fermi appoggiati su di una transenna e si arrivava davanti l'ingresso dell'ex Conceria Sacomar. Le batterie ad eliminazione diretta erano alla meglio di 2 su 3. Il sorteggio ha poi definito sia le coppie sia l'ordine di partenza. Molti sono stati i problemi meccanici principalmente salti di catena e sganci di pedali. Alla fine ha prevalso Andrea Pierangelini che è riuscito ad avere la meglio sul velocista Mauro Maronari, il ragazzo ha dimostrato ancora una volta il suo ottimo stato di forma. L'altra prova era invece l'inseguimento, la linea a terra posta a metà percorso, al via un atleta da una parte l'altro dall'altra parte il senso di rotazione lo stesso e i giri da percorrere 2 completi per complessivi 1200 mt, vinceva e proseguiva l'atleta che transitava per primo sulla linea l'altro veniva elimintato, anche qui quarti, semifinali e finale. Alla fine ha vinto il più forte in questa specialità che risponde al nome di Evangelisti (Pedale Fermano Gi.Vi.) che ha avuto vita facile su un ottimo ma "stanchissimo" Vallati. Andrea Evangelisti all'arrivo ha dedicato la vittoria alla sua cara mamma scomparsa lo scorso Dicembre.