Ven10072022

Aggiornamento:10:16:04

Back Strada Gare Giro d’Italia Amatori Acsi Ciclismo: a Piediripa Prati e Servidei in Rosa, conferma per Cerio

Giro d’Italia Amatori Acsi Ciclismo: a Piediripa Prati e Servidei in Rosa, conferma per Cerio

 

 

Un circuito collaudato e sicuro, strade larghe e ampie curve che possono essere affrontate senza agire sui freni, evitando così i continui rilanci per mantenere elevata l’andatura. Il reticolo di strade immerse nel verde della zona industriale di Piediripa, frazione del comune di Macerata, disegna la via verso il successo nella seconda tappa del Giro d’Italia Amatori Acsi Ciclismo.

Una sfida dedicata alle ruote veloci e ai passisti, ciclisti in grado di mantenere alte andature per un lungo periodo. La predisposizione alla resistenza è la caratteristica principale di questo tipo di ciclista, ma lo sforzo non è sempre premiato dal risultato finale.

E’ il caso di un drappello di ciclisti che hanno dato vita alla prima partenza di questa tappa voluta da Enzo Giustozzi presidente della Nuova Sibillini Asd che organizza la Granfondo dei Sibillini La Cicloturistica che si è tenuta lo scorso 26 giugno a Caldarola (Mc), Maurizio Giustozzi presidente del comitato regionale e provinciale di Macerata Acsi Ciclismo, molto attivo nella promozione del l’attività amatoriale sul territorio provinciale, Fabio Zappacenere e Marina Campi organizzatori del Giro d’Italia Amatori Acsi Ciclismo.

L’ultima tornata, 2400 metri, cancella i sogni dei fuggitivi che pregustavano la volata finale per conquistare il successo assoluto. Il famelico gruppo reagisce all’azione dei battistrada, le potenti leve di coloro che inseguono riescono a generare una velocità più elevata di quella imposta dagli uomini al comando e i dieci secondi di vantaggio svaniscono all’ultima curva.

Il gruppo è compatto la volata lanciata. Prima Moreno Rapari (HG Cycling Team), poi Ettore Pierini (FD Steel) cercano di piegare la resistenza di Giovanni Cozzolino (Dogma Bike) che sembra avere una marcia in più. Lo capisce anche Pierini che non si arrende e guarda in faccia il suo avversario. Ma il possente Cozzolino non si lascia intimorire, tira dritto e va a centrare il successo assoluto. Lorenzo Ferrari (Gs Baglini Centralkimica) vincitore della prima tappa chiude al quindicesimo posto, raccogliendo soltanto un punto per la classifica di fascia, mentre Simone Servidei (FD Steel) chiudendo al quinto posto assoluto, dopo il terzo della prima tappa, conquista la maglia rosa della prima partenza.

Tra le donne Maria Cristina Prati (Team del Capitano) precede Tania Campelli (Nature E-Bike) che veste la maglia rosa, invertendo l’ordine di arrivo della prima tappa. Stessi piazzamenti e stesso punteggio per le due straordinarie protagoniste del Giro. Grazie al miglior piazzamento nella tappa odierna è la ciclista di Cesenatico a vestire la maglia rosa.

La seconda partenza è invece caratterizzata da una fuga a sette. I battistrada trovano subito l’accordo e riescono per il gruppo nonostante la reazione nel finale, ritardo ridotto a 22″, non c’è nulla da fare. Daniele Lazzari (Team Simobike) regola Helenio Mastrovincenzo (Fight Club) e il “guerriero” Giacomo Giuliodori (Giuliodori Renzo). La maglia rosa, Simone Cerio (Team Simobike), chiude al dodicesimo posto conquistando quei punti utili a presentarsi in rosa anche al via della tappa di Capodarco che martedì 16 agosto chiude questa decima edizione del Giro d’Italia Amatori Acsi Ciclismo.

 

Mirko D'Amato - www.radiocorsaweb.it